Recensione Fuji GFX 50R

Da quando Fujifilm è entrata nel mercato del medio formato, ha lavorato costantemente allo sviluppo del sistema realizzando fotocamere ad alta capacità e convincenti a prezzi molto interessanti. La Fujifilm GFX 50R è il tentativo dell'azienda di attirare i clienti APS-C e full frame nel sistema GF fornendo una fotocamera leggera, compatta e tuttavia molto economica (per il medio formato). Ho avuto l'opportunità di utilizzare la GFX 50R quando è stata rilasciata per un certo numero di mesi mentre svolgevo incarichi in Uzbekistan nel 2022-2023, e sebbene volessi davvero pubblicare la mia recensione di questa fotocamera più di un anno fa, semplicemente non potevo impegnarmi a farlo a causa del mio fitto programma. Meglio tardi che mai, immagino! Spero che i nostri lettori apprezzeranno almeno alcune delle immagini qui presentate.

La Fuji GFX 50R non è affatto una fotocamera rivoluzionaria e non è mai stata concepita per esserlo. Fujifilm ha tagliato molti angoli su questa fotocamera, con lo scopo di mantenerla piccola, leggera e conveniente. Con il suo prezzo al dettaglio di $ 4.500 al momento dell'annuncio, era la fotocamera digitale di medio formato più economica sul mercato. E ora che è uscito da un po ', il prezzo è stato ridotto a $ 3.500 per il solo corpo, e ancora più basso se lo abbini agli eccellenti obiettivi GF di Fuji. Da questo punto di vista, è un'offerta davvero unica, pensata per attirare gli sparatutto a pieno formato che cercano di entrare in un sistema di medio formato.

GFX 50R + GF100-200mm F5.6 R LM OIS WR @ 100mm, ISO 100, 1/150, f / 8.0

Recensione Fuji GFX 50R: Introduzione

La Fujifilm GFX 50R è l'ultimo formato medio di Fuji a utilizzare lo stesso sensore CMOS da 51 MP che abbiamo visto in precedenza su un certo numero di fotocamere, tra cui Fuji GFX 50S, Hasselblad X1D 50C / X1D II 50C e Pentax 645Z. Sebbene questo sensore sia piuttosto datato e non abbia alcuna tecnologia di sfiato come il rilevamento di fase sul sensore e la stabilizzazione dell'immagine nel corpo (che fa la Fuji GFX 100 di fascia alta), è comunque un sensore eccellente e molto capace in grado di produrre immagini con una gamma dinamica molto elevata ed eccellenti prestazioni ad alti ISO.

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 100, 1/600, f / 2.0

Per mantenere le dimensioni del corpo piccole e leggere, gli ingegneri Fuji hanno optato per un design del corpo in stile telemetro, con un numero limitato di pulsanti, una piccola impugnatura e un ingombro complessivo molto piccolo (per il medio formato). Se abbinata a obiettivi primari come la GF 50mm f / 3.5 R LM WR, la fotocamera è eccezionalmente elegante e compatta, rendendola la scelta ideale come fotocamera da viaggio. Nonostante il suo aspetto compatto, Fuji è riuscita a stipare un EVF OLED da 3,69 milioni di punti nel retro della fotocamera, oltre a un grande LCD touchscreen inclinabile da 3,2 "e 2,36 milioni di punti. Dispone di due slot per schede di memoria SD, entrambi compatibili con schede di memoria veloci UHS-II. Simile ad altre APC-S di fascia alta e fotocamere di medio formato, la GFX 50R ha anche un resistente guscio in lega di magnesio ed è sia resistente alla polvere che alle intemperie - abbastanza impressionante per una fotocamera di medio formato "economica".

GFX 50R + GF100-200 mm F5.6 R LM OIS WR @ 153,2 mm, ISO 200, 1/40, f / 11,0

Il rovescio della medaglia, la fotocamera utilizza un autofocus con rilevamento del contrasto a 117 punti piuttosto lento, che lo rende uno strumento impegnativo da utilizzare quando si fotografano soggetti in movimento. Non si bilancia bene con alcuni degli obiettivi GF pesanti e la sua ergonomia complessiva lascia molto a desiderare (ne parleremo più avanti). Simile al GFX 50S, anche le sue funzionalità video sono molto limitate (solo full HD).

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 100, 1/6, f / 8.0

Tuttavia, la GFX 50R è tutta una questione di valore, ed è qui che offre sicuramente. Chiunque volesse passare a un sistema di sensori più grande probabilmente guarderebbe nel GFX 50R e lo confronterebbe con altre opzioni full frame da 50-60 MP sul mercato. Ed è qui che devono fermarsi e pensare alle conseguenze del passaggio al medio formato. Prima di tutto, il termine "medio formato" dovrebbe probabilmente essere ridefinito come "formato medio ritagliato", poiché il sensore della GFX 50R non è significativamente più grande rispetto al full-frame. Dai un'occhiata all'illustrazione sottostante per confrontare le dimensioni di diversi sensori:

A differenza di APS-C e full-frame, il medio formato non definisce rigorosamente una particolare dimensione del sensore. Come puoi vedere, il sensore sulla Fuji GFX 50R (proprio come sulla GFX 50S, GFX 100, Pentax 645Z e Hasselblad X1D 50c / X1D II 50c), è significativamente più piccolo rispetto al sensore di medio formato trovato su una fotocamera come la Hasselblad H6D-100c.

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 1000, 1/550, f / 2.0

Si dovrebbe capire che il passaggio al "medio formato" può differire un po 'a seconda delle dimensioni del sensore di medio formato che scelgono. C'è anche un enorme premio in termini di costi quando si passa ai sensori più grandi da 53,5 mm x 40 mm. Ad esempio, la Hasselblad H6D-100c viene venduta al dettaglio per $ 33.000, quasi 10 volte di più rispetto a quella che offre oggi la GFX 50R. Pensa alle dimensioni del sensore su Fuji GFX, Hasselblad X1D e Pentax 645 come un sensore di ritaglio di medio formato, perché è quello che è veramente.

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 400, 1/160, f / 2.0

Inoltre, il passaggio al formato medio comporta obiettivi molto più grandi e più costosi, il che potrebbe essere un grosso problema per molti fotografi là fuori. La selezione dell'obiettivo è ancora un altro aspetto negativo, poiché esiste un numero limitato di selezioni disponibili da ciascun produttore e il numero di opzioni di terze parti è ugualmente limitato a causa dello stato di nicchia dei sistemi di medio formato.

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 800, 1/550, f / 2.0

Questo è il motivo per cui Fuji ha deciso di dedicare le proprie risorse a fotocamere APS-C e medio formato, saltando completamente il full-frame. Mentre il passaggio da una fotocamera APS-C a un medio formato rappresenta una drastica differenza nella qualità dell'immagine, la differenza è molto minore quando si passa da un formato medio a un sensore di ritaglio a pieno formato. Quindi semplicemente non aveva senso per Fuji investire in un sistema full frame …

Specifiche Fuji GFX 50R

  • Sensore: 51,4 MP, dimensione pixel 5,3µ
  • Dimensioni del sensore: 43,8 x 32,9 mm
  • Risoluzione: 8.256 x 6.192
  • Sensibilità ISO nativa: 100-12.800
  • Sensibilità ISO estesa: 50, 25.600-102.400
  • Sigillatura / protezione dagli agenti atmosferici: sì
  • Processore: X-Processor 4
  • Otturatore meccanico: da 60 minuti a 1/4000
  • Otturatore elettronico: da 60 minuti a 1/16000
  • Memoria: 2x slot SD (compatibile con UHS-II)
  • Mirino: mirino a colori OLED da 3,69 milioni di punti
  • Copertura del mirino: 100%
  • Velocità: 3.0 FPS
  • Flash integrato: no
  • Sistema di messa a fuoco automatica: AF con rilevamento del contrasto
  • Punti autofocus: 117
  • Modalità di messa a fuoco: AF-S, AF-C e manuale
  • Schermo LCD: 3,2 pollici, ca. LCD inclinabile da 2,36 milioni di punti
  • Funzionalità touch: sì
  • Registrazione video: fino a 1080p @ fino a 30p
  • WiFi / Bluetooth: sì
  • GPS: no
  • Slot USB: tipo C (USB 3.0)
  • Tipo di batteria: 1x batteria agli ioni di litio NP-T125
  • Peso: 775 g (corpo con batteria)
  • Dimensioni: 160,7 mm (L) x 96,5 mm (A) x 66,4 mm (P)
  • Prezzo: $ 4,499 MSRP

Un elenco dettagliato delle specifiche della fotocamera è disponibile su Fujifim.com

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 100, 1/500, f / 2.0

Ergonomia e qualità costruttiva

Come ho già sottolineato, l'ergonomia della GFX 50R lascia molto a desiderare. Ciò è in parte dovuto al design simile al telemetro a cui miravano gli ingegneri Fuji. Mentre da un lato, la fotocamera ha un approccio di design semplicistico e in qualche modo minimalista che molti apprezzeranno, non sono un fan di due cose principalmente: la sua presa superficiale e praticamente inesistente, così come la mancanza di controlli Fujifilm tradizionalmente intuitivi.

Dopo aver utilizzato ampiamente il GFX 50S per un certo numero di anni, che ha un'impugnatura meravigliosamente profonda che lo rende un gioco da ragazzi da usare con qualsiasi obiettivo GF (leggero o pesante), il GFX 50R semplicemente non gestisce bene con qualcosa di diverso da numeri primi leggeri. Mentre mi piaceva usare la fotocamera con obiettivi come GF 45mm f / 2.8, GF 50mm f / 3.5 e GF 63mm f / 2.8, qualsiasi cosa più grande rendeva l'installazione molto pesante. E la mancanza di una presa considerevole ha reso particolarmente difficile maneggiare obiettivi più pesanti, il che è un peccato.

GFX 50R + GF250mmF4 R LM OIS WR @ 250mm, ISO 100, 1/400, f / 8.0

Un altro grande svantaggio per me è il design scadente del retro della fotocamera, qualcosa che per la prima volta non mi è piaciuto molto su una fotocamera Fujifilm. Fuji progettato per togliere il meraviglioso D-pad a cui molti di noi tiratori Fuji si sono abituati nel corso degli anni e lo hanno sostituito con un joystick minuscolo e fragile:

Inoltre, Fuji per qualche motivo ha deciso di incorporare più pulsanti senza etichette: il GFX 50R ne ha tre, come puoi vedere nell'immagine sopra. Questo è un grande cambiamento rispetto ai controlli e ai pulsanti tradizionalmente intuitivi su cui le fotocamere Fuji hanno prosperato e sono state elogiate per così tanti anni.

Mentre ho trovato tutto questo una mossa sconcertante (in particolare la rimozione del D-pad, dato quanto spazio vuoto era rimasto sul retro della fotocamera), questo problema è stato alla fine propagato come un virus ad altre fotocamere Fuji, inclusa la Fuji X-Pro 3 e GFX 100. In effetti, la mancanza del D-pad e l'aggiunta di ancora più pulsanti senza etichette è stato uno dei motivi principali per cui non ho apprezzato così tanto l'ergonomia del GFX 100 (ha ricevuto un punteggio scarso di "2" per "Manipolazione"). Per fortuna, Fuji è tornata in sé con la X-T4 (che è una fotocamera assolutamente sbalorditiva, tra l'altro), e spero che tutte le future fotocamere seguiranno. Spero vivamente che la rimozione del D-pad, così come l'approccio senza etichetta dei pulsanti, siano stati dei problemi temporanei da parte degli ingegneri Fuji …

GFX 50R + GF110mmF2 R LM WR @ 110mm, ISO 200, 1/600, f / 2.0

Tutto il resto è fantastico per la GFX 50R. I controlli superiori sono intuitivi e facili da usare (anche se sarebbe stato apprezzato un blocco superiore sulla ghiera di compensazione dell'esposizione). L'ampio LCD touchscreen inclinabile è superbo. Sebbene non si inclini quando si scatta in verticale come gli schermi LCD della GFX 50R / 100, personalmente mi sta bene, dato il prezzo della fotocamera. I doppi slot SD compatibili con UHS-II sono fantastici da avere, soprattutto per le riprese critiche sul campo. Sono anche contento che Fuji abbia mantenuto la grande batteria NP-T125, che la rende perfetta per chiunque scatti con altre fotocamere Fujifilm di medio formato. Durante un viaggio all'estero, ho portato sia il GFX 50R che il GFX 50S e ho utilizzato un unico caricabatterie per caricare tutte le batterie. Infine, la tenuta contro polvere / agenti atmosferici è un enorme vantaggio aggiuntivo, perché è una cosa in meno di cui preoccuparsi quando si scatta in varie condizioni meteorologiche.

GFX 50R + GF32-64 mm F4 R LM WR @ 46,5 mm, ISO 100, 5/1, f / 8.0

La qualità costruttiva della GFX 50R è eccezionale, anche se vorrei che Fuji avesse un joystick e pulsanti più grandi su questa fotocamera. Non ho avuto la possibilità di utilizzare la fotocamera in condizioni invernali, ma immaginavo quanto sarebbe stato difficile operare con i guanti.

Articoli interessanti...