Filtri indispensabili per la fotografia di paesaggi

Mentre stavo fotografando lo splendido scenario del Glacier National Park all'alba, mi sono reso conto che alcuni filtri sono praticamente necessari per ottenere buoni risultati quando si fotografano paesaggi. Mentre molti fotografi pensano che alcuni degli strumenti incorporati in Lightroom e Photoshop possano simulare il comportamento del filtro, rendendo i filtri ridondanti nell'era digitale, alcuni filtri infatti non possono mai essere simulati nel software, mentre altri aiutano a ottenere risultati ancora migliori in post -in lavorazione. Se non sai cosa sono i filtri ea cosa servono, ti consiglio vivamente di leggere il mio articolo "Spiegazione dei filtri per lenti" prima di continuare a leggere questo.

1. Filtro polarizzatore

Un filtro polarizzatore è uno strumento indispensabile per la fotografia di paesaggio. In genere è il primo filtro che i fotografi di paesaggi acquistano per migliorare istantaneamente le loro immagini e aggiungervi vividezza e contrasto. Un polarizzatore può ridurre i riflessi di oggetti come l'acqua e il vetro e può essere utilizzato per scurire il cielo, far risaltare le nuvole e persino ridurre la foschia atmosferica, rendendo la scena molto più vivida. Per tutti gli obiettivi normali che hanno una filettatura del filtro nella parte anteriore, è possibile ottenere un filtro polarizzatore circolare, noto anche come "polarizzatore circolare". Un polarizzatore circolare è molto facile da usare e una volta applicato sulla parte anteriore dell'obiettivo, tutto ciò che devi fare è ruotarlo in senso orario o antiorario per ottenere una diversa quantità di polarizzazione. I filtri polarizzatori funzionano bloccando l'ingresso di determinate onde luminose nell'obiettivo. La rotazione di un polarizzatore consente il passaggio di alcuni tipi di onde luminose, bloccando altre gamme di onde luminose. Pertanto, è possibile trasformare un cielo da azzurro a blu molto scuro o aumentare / diminuire i riflessi semplicemente ruotando il filtro.

L'effetto della polarizzazione non può essere riprodotto o simulato in post-elaborazione, soprattutto quando si tratta di riflessi naturali. Dai un'occhiata alle seguenti immagini prima / dopo:

Nota "quanto sono diverse le immagini: quella senza un filtro polarizzatore ha riflessi e colori più chiari, mentre quella con un filtro polarizzatore ha colori più saturi e nessun riflesso. Questo è solo un esempio di cosa può fare un filtro polarizzatore. Vedi il mio articolo su "come utilizzare un filtro polarizzatore" per vedere più campioni di immagini.

Uso i filtri polarizzatori circolari B + W da molti anni, ma recentemente ho utilizzato il filtro polarizzatore circolare riscaldante Singh-Ray per il mio lavoro sui paesaggi. Trovo che entrambi funzionino molto bene: questi sono ottimi filtri otticamente e sono sottili, il che riduce la possibilità di ottenere la vignettatura nelle tue immagini.

2. Filtro a densità neutra

Probabilmente hai già visto immagini di acqua corrente e cascate che sembrano molto lisce e sognanti / nebbiose. Questo aspetto può essere ottenuto solo quando la fotocamera è montata su un treppiede e la velocità dell'otturatore è molto bassa. In condizioni di luce diurna, la riduzione dell'ISO e l'aumento del numero F in genere non riduce sufficientemente la velocità dell'otturatore. L'unica soluzione in queste situazioni è diminuire la quantità di luce che entra nell'obiettivo ed è qui che entra in gioco un filtro a densità neutra. I filtri a densità neutra riducono la quantità di luce che entra nell'obiettivo della fotocamera e quindi diminuiscono la velocità dell'otturatore e aumentano il tempo di esposizione. Proprio come un filtro polarizzatore, l'effetto di un filtro a densità neutra non può essere riprodotto in post-elaborazione. Ecco un'immagine di esempio di una cascata che ho catturato con un filtro a densità neutra:

NIKON D750 + 24 mm f / 1.4 a 24 mm, ISO 50, 5 sec, f / 11.0

Esistono molti tipi diversi di filtri a densità neutra. Alcuni trasmettono meno luce di altri, definiti in F stop. In passato ho utilizzato diversi filtri e trovo che il filtro Vari-ND di Singh-Ray funzioni meglio, perché puoi cambiare la quantità di luce che passa attraverso l'obiettivo ruotando il filtro. Tuttavia, non è un filtro economico. Se stai cercando un'alternativa a basso costo, il filtro ND MRC B + W 77mm 1.8 è un'ottima alternativa che ho usato in passato.

3. Filtro a densità neutra graduato

"I filtri a densità neutra graduata sono necessari in quelle situazioni in cui il cielo è molto più luminoso del primo piano / sfondo. Poiché la dimensione del cielo rispetto al primo piano / sfondo può cambiare a seconda della composizione, la maggior parte dei filtri a densità neutra graduata è realizzata in un forma rettangolare. Pertanto, questi filtri devono essere utilizzati con un sistema di portafiltri o devono essere tenuti a mano davanti a una lente. Il vantaggio di utilizzare un portafiltro è che puoi impilare più filtri e non devi preoccuparti sui problemi di allineamento. Lo svantaggio di utilizzare un portafiltro è che può aggiungere vignettatura, quindi devi stare attento quando usi obiettivi grandangolari con lunghezze focali inferiori a 35 mm. Ecco un'immagine ripresa con un filtro GND a 2 stop (0,6) per oscurare il cielo:

NIKON D7000 + 40 mm f / 2.8 a 40 mm, ISO 100, 1/200, f / 8.0

Esistono molti tipi diversi di portafiltri sul mercato progettati per fotocamere full frame e con sensore ritagliato. Per molti anni ho utilizzato il sistema di portafiltri Lee, che nel complesso ha funzionato alla grande. Dopo aver testato il sistema portafiltro NiSi, mi sono reso conto che NiSi mi piace molto di più in confronto, poiché è più facile da usare con un filtro polarizzatore.

Parlando di filtri, ci sono molte scelte di filtri rettangolari disponibili da utilizzare con un portafiltro, come il filtro a densità neutra graduata soft-edge, il filtro a densità neutra graduata hard-edge e il filtro a densità neutra graduata inversa, in varie intensità di diversi produttori. Se non sei sicuro di quale ottenere, consiglierei il filtro a densità neutra graduata con bordo morbido a 3 stop (0,9) di Formatt-Hitech. Un filtro a 3 stop sarà il filtro più versatile per la fotografia di paesaggio: è quello che di solito uso di più quando la luce è molto più brillante del primo piano. I filtri NiSi sono fantastici, ma se non ti prendi cura di loro, puoi facilmente graffiare il rivestimento dalla superficie del vetro: i filtri Formatt-Hitech sono migliori in questo senso.

Personalmente raccomando i filtri in vetro per la migliore qualità dell'immagine, perché il vetro è otticamente superiore alla resina. Come ho mostrato nel mio articolo sui filtri in vetro e resina, c'è una notevole differenza di nitidezza quando si utilizza il vetro e quando si tratta di dominanti di colore, si desidera evitare di utilizzare filtri in resina come una piaga!

Un sistema di portafiltri con filtri molto più economico è realizzato da Cokin, che offre tre sistemi di diverse dimensioni: A, P e X-Pro / Z-Pro (dal piccolo al grande). Consiglierei di prendere almeno il portafiltro Cokin P, anche se non userei mai niente di meno di Cokin X-Pro / Z-Pro su full frame. Cokin produce kit di filtri fantastici e convenienti per le serie Cokin P e Cokin X-Pro / Z-Pro. Tieni presente, tuttavia, che si tratta di filtri in resina, quindi consiglierei di utilizzare i filtri graduati solo se non vuoi affrontare brutte dominanti di colore.

Filtro polarizzatore
Preso utilizzando un filtro polarizzatore, che riduce l'abbagliamento e satura il colore verde delle piante.

Ora ecco la grande domanda: l'effetto di un filtro a densità neutra graduata può essere riprodotto in post-elaborazione. Sì e no, a seconda dell'intensità della luce e se stai utilizzando tecniche di fusione / HDR. In situazioni in cui il cielo non è completamente spento e hai scattato in RAW, puoi utilizzare un filtro a densità neutra in Lightroom e recuperare molti dettagli: nella maggior parte dei casi è possibile recuperare fino a due punti. Ma per quanto riguarda le situazioni in cui il cielo è completamente spento? Molte persone affermano che i filtri a densità neutra graduata non sono necessari anche in quelle situazioni, perché possono mettere tra parentesi i loro scatti e ottenere ottimi risultati con l'HDR e le tecniche di fusione. È vero, ma la fusione e l'HDR non sempre funzionano bene, soprattutto in condizioni di vento. E personalmente cerco di stare lontano dall'HDR, perché è difficile ottenere risultati che appaiano realistici. Quindi la mia preferenza è quella di utilizzare i filtri piuttosto che passare del tempo in post-elaborazione per cercare di recuperare i dettagli saltati. Ma ognuno è diverso e so che alcuni fotografi non saranno d'accordo con me su questo.

Articoli interessanti...