Perché sono diventato un convertito in esposimetro

Misuratori di luce

Gli esposimetri possono essere uno strumento prezioso per i fotografi; soprattutto quelli che usano flash off-camera.

Menziona un misuratore di luce nei circoli della fotografia e sarai certo di ottenere risposte feroci. Certo, alcuni fotografi saranno indifferenti e meno saranno favorevoli, ma la maggior parte sarà fermamente convinta che non ne hai bisogno. Ero da qualche parte nel mezzo.

Potevo sicuramente vedere la loro utilità, ma non ho mai pensato di averne bisogno. Prima di qualche mese fa, avevo preso in mano un esposimetro una volta in 14 anni. Si scopre che stavo solo inventando delle scuse per non spendere i soldi per qualcosa che potrebbe essere uno degli strumenti più potenti che puoi acquistare se usi l'illuminazione flash esterna.

Scuse

Ci sono molti motivi e ragioni per cui potresti evitare di usare un esposimetro nell'era digitale. Per esempio:

  • Puoi semplicemente scimpigliare lo schermo LCD.
  • È facile risolverlo nell'elaborazione raw.
  • Sono troppo costosi per quello che fanno.
  • L'istogramma è sufficiente per testare l'esposizione.

Ho capito. Tutti questi sentimenti sono usciti dalla mia bocca più e più volte.

Scimpanzé e istogramma

Sebbene tu possa modificare le tue esposizioni per ottenerle nel modo giusto, questo può richiedere tempo e supposizioni. Un misuratore di luce porta via entrambe queste cose.

Certo, puoi guardare il retro della videocamera dopo ogni scatto di prova (scimpanzé) mentre imposti le luci. Funziona bene per una o due luci, ma cosa succede quando è necessario creare un rapporto di illuminazione preciso?

Come ti assicuri che la tua luce di riempimento sia esattamente tre stop sotto la luce principale? Come ti assicuri che le luci del bordo siano un'esposizione uniforme con il tuo riempimento? È possibile, ma tutto ciò richiede tempo e congetture.

Ricordo di aver eseguito una configurazione di base a quattro luci alcuni anni fa e ci è voluta quasi un'ora per ottenere i rapporti esattamente come li avevo pianificati.

Da quando ho iniziato a usare un esposimetro, ho impostato cinque configurazioni di luce ancora più complicate, mescolando luce davvero dura con luce molto morbida. Mi ci sono voluti solo 10 minuti per ottenere il risultato corretto. Non so voi, ma potrei fare con molte più istanze risparmiando quasi un'ora di tempo per le riprese.

Queste immagini utilizzano cinque luci con un rapporto di contrasto molto preciso. L'uso di un esposimetro significava che il tempo di configurazione era di soli 10 minuti.

Risolvilo in Raw Processing

Correggere le esposizioni nella fase grezza è un'opzione praticabile, ma può richiedere del tempo che potrebbe essere speso meglio altrove.

Sì, puoi correggere l'immagine in un secondo momento durante l'elaborazione raw. Finché le luci e le ombre non vengono ritagliate, l'elaborazione grezza è uno strumento praticabile qui. Tuttavia, non sarebbe molto più bello farlo direttamente nella fotocamera?

Pensala in questo modo: con un esposimetro, premi il pulsante di prova sul tuo strobo, controlli la lettura e componi il numero nella tua fotocamera. L'intero processo dura circa 20 secondi. A meno che non sposti la luce o il soggetto, ogni foto successiva è ora esposta correttamente.

Supponiamo che siano necessari circa due minuti di manipolazione per regolare l'esposizione di un'immagine in Lightroom o ACR. Se stai lavorando su 20 foto da un set, hai appena perso 40 minuti di tempo per un'attività che avrebbe potuto essere annullata in venti secondi.

Troppo caro

Capisco, davvero. Questo è stato il motivo principale per cui ho evitato di prendere un esposimetro per così tanto tempo. Un paio di centinaia di dollari per un esposimetro decente è una pillola difficile da ingoiare quando ci sono così tante cose che puoi acquistare per la tua fotografia a un prezzo molto più basso. Perché spendere quei soldi per qualcosa che usi così brevemente quando puoi spendere quei soldi in luci, modificatori, viaggi, tempo in studio, oggetti di scena, ecc.

È tutta una questione di quanto apprezzi il tuo tempo e la tua convenienza. Un esposimetro ti farà risparmiare tempo e semplificherà una buona parte del processo di configurazione. Alla fine, ho scoperto che ne è valsa la pena.

Cambiando idea

Ho fatto delle riprese in cui avevo solo 10 minuti per impostare. Ho preso in prestito un esposimetro da un altro fotografo solo per semplificarmi la vita. Quella volta ha cambiato completamente il modo in cui mi sentivo nell'usare gli esposimetri. In pochi minuti, tutti i potenziali vantaggi e valori di avere un esposimetro nella mia borsa sono diventati evidenti.

Tempo

Come avrai intuito dai miei punti precedenti, dipende principalmente dal tempo. Impostazioni più veloci significano che hai più tempo per le riprese effettive, il che rende più probabile che tu ottenga lo scatto che stai cercando. Meno tempo di elaborazione significa che hai più tempo per lavorare su altre cose, come la pianificazione e l'organizzazione delle tue prossime riprese.

Inoltre, in termini di ritratti, un esposimetro ti aiuterà a ridurre al minimo il tempo che i tuoi soggetti ti aspettano tra le serie. Nessuno, assolutamente nessuno (specialmente i clienti paganti), vuole aspettare enormi blocchi di tempo mentre il loro fotografo sta scherzando con le luci.

Complessità

In questa immagine, volevo sperimentare con uno stripbox a griglia come luce chiave e un octabox gigante come riempimento. Utilizzando un esposimetro per ottenere il rapporto esatto tra la chiave e le luci di riempimento che volevo un gioco da ragazzi.

Oltre al tempo, le molteplici tecniche di illuminazione offerte da un esposimetro lo rendono più che degno del valore. Con un esposimetro, puoi immaginare un numero qualsiasi di configurazioni di illuminazione, pianificarle con l'esatto rapporto di contrasto e impostarlo senza problemi.

Vuoi una sorgente di luce intensa come chiave af / 8, con due modificatori giganti che forniscono esattamente due stop di riempimento af / 4 e due luci di sfondo af / 22? Questa è una configurazione che mi è venuta in mente una notte, poco dopo aver acquistato il mio esposimetro. Sono andato in studio il giorno successivo e l'ho allestito.

Non mi sarei preoccupato prima, perché cercare di ottenere i rapporti corretti tra quelle fonti di luce sarebbe stato un grosso mal di testa.

La misurazione per ciascuna luce individualmente e la regolazione della loro esposizione hanno richiesto circa un minuto o due. Questo deve essere fatto solo una volta.

Se l'esposizione dall'octabox fosse stata disattivata, avrebbe distrutto l'effetto dell'illuminazione della striplight molto più piccola.

Immagina di avere appena trascorso una settimana in cui hai risparmiato diverse ore sia per la configurazione che per la post-elaborazione. Se hai utilizzato solo un po 'di quel tempo per iniziare a disegnare e pianificare nuovi allestimenti luminosi, quanti pensi che potresti inventarne?

Farlo correttamente nella fotocamera

Quando si ha a che fare con soggetti difficili, come camicie bianche su sfondi scuri, un esposimetro può essere una benedizione assoluta in termini di ottenerlo correttamente nella fotocamera.

Come ho già detto, la possibilità di ottenere un'esposizione perfetta ogni singola volta è un enorme vantaggio. In effetti, quando si lavora con il flash, ipotizzo che l'uso di un esposimetro potrebbe essere il passo più prezioso che puoi fare per garantire esposizioni perfette e rendere il tuo carico di lavoro molto più semplice.

Sono un convertito totale

Con il passare del tempo il mio esposimetro è diventato indispensabile. Dato che mi sta in tasca, ora arriva ovunque con me.

Alla fine, mi dispiace di aver rimandato e di essermi scusato continuamente dall'acquistare un esposimetro per tutto il tempo che ho fatto. Nei pochi mesi trascorsi da quando l'ho comprato, ho risparmiato un sacco di tempo in studio a non scherzare con le luci mentre le persone mi aspettavano. Il mio carico di lavoro di post-elaborazione si è alleggerito un po 'poiché la correzione dei rapporti di contrasto in post-produzione è troppo tempo per consumare.

Entrambi questi fattori insieme significano che ora ho più tempo per pianificare le riprese e le impostazioni di illuminazione rispetto a prima. Anche queste impostazioni stanno diventando sempre più complesse con il passare del tempo e la maggior parte di esse sarebbe stato quasi impossibile per me da utilizzare senza un esposimetro per garantire i rapporti di esposizione precisi.

Se sei come me e ti sei convinto che un esposimetro è un kit superfluo, posso solo incoraggiarti a sfidare le tue stesse affermazioni. Un esposimetro può farti risparmiare tempo come ha fatto per me? Potrebbe aprire nuove possibilità?

È possibile che la risposta sia no. Non posso presumere di conoscere o capire la tua situazione. Tutto quello che posso suggerire è di porsi almeno la domanda. Potrebbe benissimo essere che l'esposimetro possa essere uno strumento prezioso per la tua fotografia quanto lo sta diventando per il mio.

Articoli interessanti...