Capire la luce per una migliore fotografia di ritratto

Una solida conoscenza della luce può farti distinguere da un fotografo medio. In effetti, nella fotografia di ritratto, la luce è ancora più importante del soggetto e del luogo. Questo perché senza un uso corretto della luce, puoi rovinare lo scatto, anche con il soggetto più bello, nel luogo più fantastico del mondo!

In questo articolo, abbatterò la comprensione della Luce per te in sei semplici termini. Una volta compresi e applicati questi concetti, noterai immediatamente il miglioramento della qualità nelle tue fotografie di ritratto.

I sei principi della luce sono: intensità, gamma dinamica, direzione, diffusione, bilanciamento del bianco e riflesso.

1) Intensità della luce

L'intensità è il livello di luminosità della luce e illumina il soggetto. Sia per la luce naturale che per quella da studio, puoi modificare la sorgente luminosa per cambiare l'intensità. Tratterò le basi dei modificatori di luce più avanti, ma il fatto più importante sull'intensità è che la distanza tra la sorgente di luce e il soggetto ha un enorme impatto sull'intensità della luce.

Questa è anche nota come legge del quadrato inverso.

È un'equazione che determina l'intensità della luce prodotta a una data distanza. Afferma che l'intensità della luce cambia in proporzione inversa (uno su quel numero) al quadrato della distanza dalla sorgente. Senso:

  • Ad un piede è 1 sul quadrato di uno o 1/1 o 100%
  • A due piedi è 1 sul quadrato di 2 (2 × 2) o ¼ o 25%.

In parole povere, ciò significa che se raddoppi la distanza da uno a due piedi, l'intensità della luce diminuirà del 75%. D'altra parte, se avvicini la sorgente di luce da due piedi a un piede, l'intensità della luce aumenterà di quattro volte.

Con la conoscenza della legge del quadrato inverso, sarai in grado di determinare la posizione del tuo soggetto per una migliore fotografia di ritratto.

2) Gamma dinamica

La gamma dinamica e gli arresti hanno una relazione molto stretta. La gamma dinamica è la differenza tra i toni più chiari e più scuri di un'immagine e uno stop è la misurazione di questa gamma. Poiché uno stop misura la luce nella rappresentazione dei numeri, qual è la relazione tra i due?

La differenza di uno stop di luce significa che la luce è due volte (o metà) più intensa. Gli occhi umani possono rilevare circa 10-14 stop di luce, mentre una fotocamera DSLR può rilevare solo circa 8-10. Detto questo, la tua fotocamera vede molto meno dei tuoi occhi. I problemi di gamma dinamica si verificano quando questa gamma va oltre ciò che la fotocamera può registrare nei dettagli. Queste aree vengono visualizzate come bianco puro o nero puro nella fotografia.

In generale, la maggior parte delle persone tende ad evitare il bianco e il nero puri nella fotografia di ritratto a meno che non sia per motivi artistici. In caso contrario, potrebbe sembrare che l'immagine sia stata esposta in modo errato.

3) Direzione della luce

La posizione della sorgente luminosa è molto importante perché determina il modo in cui la luce colpisce il soggetto. Ha un grande effetto sulla qualità della tua fotografia e pochi piccoli centimetri di spostamento della luce potrebbero ridurre lo scatto a un'istantanea.

Una domanda comune che le persone chiedono sempre è: "Perché devo preoccuparmi della direzione della luce quando il soggetto è esposto correttamente?" Ognuno ha opinioni diverse, ma il mio punto di vista è che è così che crei l'atmosfera, definisci le ombre e mostri profondità al tuo soggetto.

La cosa più importante da evitare nei ritratti sono le immagini piatte (che vengono create illuminando il soggetto direttamente dall'angolazione della fotocamera). Entra nel tuo portafoglio ora e prendi la patente di guida. Questo è un esempio di un'immagine piatta. L'immagine è troppo chiara o troppo scura; non c'è ombra sul tuo viso (o molto dura) perché il flash era puntato dritto su di te; e la cosa peggiore è che probabilmente sembri 10 anni più vecchia! Senza aggiungere altro, sono quasi certo che sia una delle peggiori foto di te stesso.

Quindi quali sono alcuni modi per illuminare i tuoi soggetti? Di seguito sono riportati due dei modi più comuni:

Illuminazione divisa - Questa direzione della luce divide il viso equamente a metà in modo che un lato sia in ombra mentre l'altro è verso la luce. Puoi semplicemente posizionare la sorgente luminosa di 90 gradi a sinistra oa destra del soggetto. Se stai usando la luce naturale, chiedi al tuo soggetto di girarsi a una tale angolazione. Crea un'ombra drammatica molto profonda che crea forti stati d'animo per il tuo soggetto. È ottimo per i ritratti di tipo artistico.

Illuminazione ad anello - Forse il metodo di illuminazione più comune per i ritratti. Posiziona semplicemente la sorgente luminosa a circa 45 gradi rispetto al soggetto. L'ombra che proietterà mostrerà una bella profondità; questo metodo è ottimo per i singoli ritratti. Assicurati di posizionare la luce appena sopra il livello degli occhi per ottenere il meglio da questo stile di illuminazione.

Non esiste una direzione giusta o sbagliata della luce nella fotografia di ritratto. Sono preferenze più personali, mescolate con uno stile e uno scopo diversi. La cosa principale è che il tuo soggetto abbia un bell'aspetto davanti alla telecamera.

4) Diffusione della luce

La diffusione si riferisce alla durezza e alla morbidezza della luce. Determina anche l'intensità dell'ombra. Come regola generale, più grande è la sorgente luminosa e più vicina è al soggetto, più morbida è la luce.

Quando i fotografi parlano di luce intensa, significa che c'è un rapido decadimento tra le aree luminose e quelle scure nella fotografia, creando ombre dure e nitide. In quanto tale, la fotografia non sembra così attraente per lo spettatore.
Un esempio di luce intensa potrebbe essere scattare una foto sotto una luminosa giornata di sole o quando sovraesponi la luce dello studio fotografando il tuo soggetto. In generale, la luce intensa non è qualcosa che dovresti cercare nella fotografia di ritratto se non per motivi artistici.

Come avrai intuito, opposta alla luce dura, c'è una luce morbida. Questo tipo di luce ha una lieve diminuzione tra le aree luminose e quelle scure in una fotografia. La luce è distribuita uniformemente e sembra che avvolga il soggetto.
Un esempio di luce soffusa sarebbe scattare foto in una giornata nuvolosa o utilizzare la luce da studio con modificatori. Il ritratto sembra più gradevole allo spettatore e la fotografia non mostra molto contrasto.

5) Bilanciamento del bianco

Il bilanciamento del bianco è la temperatura del colore dell'impostazione della fotocamera. Abbinare la giusta temperatura del colore nell'ambiente che stai riprendendo è molto importante. È così che rimuovi una dominante di colore non realistica, in modo che la tua fotografia rappresenti il ​​vero colore che vedi nella vita reale.

A seconda del modello di fotocamera, dovresti avere diverse preimpostazioni di bilanciamento del bianco tra cui scegliere: Tungsteno, Fluorescente, Luce diurna, Flash, Interni, Nuvoloso, Ombra, Personalizzato (PRE) e Kelvin (K).

Come fotografo devi assicurarti che il bianco appaia bianco e non giallo / arancione all'estremità calda e blu / verde all'estremità fredda sulla scala Kelvin.

Se scatti in RAW, puoi modificare il bilanciamento del bianco durante la post-elaborazione delle tue immagini. Questo può anche essere modificato facilmente in Adobe Lightroom o Photoshop. A proposito, questo è uno dei motivi per cui è importante scattare in RAW invece che in JPEG.webp.

6) Riflessione della luce

La luce ha un comportamento molto distinto; viaggia in linea retta. Ciò significa che, indipendentemente dal fatto che tu stia utilizzando la luce naturale o quella da studio, viaggerà solo in una direzione fino a raggiungere una superficie.

Una volta che la luce raggiunge una superficie, si riflette nella stessa angolazione con cui colpisce. La quantità di luce riflessa sarà determinata dal colore e dalla consistenza della superficie.

Allora perché il riflesso della luce è importante per la fotografia di ritratto?

Una volta compreso il comportamento della luce, puoi modificarlo per controllare la quantità di luce che desideri per il tuo soggetto. Ad esempio, se desideri una luce soffusa e non hai altre apparecchiature, puoi far riflettere la luce su un muro. Come accennato prima, più grande è la sorgente luminosa, più morbida è la luce, ora puoi controllare sia la direzione che l'intensità della luce per i tuoi ritratti.

Un altro modo comune per modificare la luce è utilizzare un softbox come un ombrellone (ombrello softbox). Questo è un tipo di softbox in cui è posizionato il flash esterno al suo interno. Quando il flash scatta, la luce rimbalza tutt'intorno all'interno della scatola finché non esce dal diffusore bianco sulla parte anteriore. Se hai un assistente per tenere in mano la scatola degli ombrelli, ora hai una fonte di luce portatile che produce luce soffusa ovunque tu vada. Questo è un must per la fotografia di ritratto.

Spero che suddividendo la comprensione della luce in sei categorie saranno in grado di migliorare le tue capacità di ritrattista. Assicurati di esercitarti il ​​più possibile, ma soprattutto, goditi questo processo e divertiti nella fotografia.

Articoli interessanti...