Terminologia della fotografia: un glossario di 69 termini fotografici essenziali

Sei sopraffatto o confuso dalla terminologia fotografica? Vuoi parlare "fotografo" come i professionisti?

Questo è l'argomento di questo articolo.

Esaminerò alcuni dei termini più comuni di fotografia tecnica, nonché alcuni gerghi meno comuni e gergo dei fotografi. Alla fine, ti prometto che avrai una migliore padronanza della lingua. Potrai persino avere una conversazione con un professionista esperto e tenere la tua!

Iniziamo.

Termini di fotografia di base

Questi sono i termini di fotografia che troverai nel manuale della tua fotocamera e nella maggior parte dei tutorial per principianti:

  • Apertura - L'apertura variabile nella lente attraverso la quale la luce passa alla pellicola o al sensore digitale. L'apertura viene misurata in f-stop. Mi piace paragonarlo alla tua pupilla, che si apre e si chiude per far entrare più o meno luce nei tuoi occhi a seconda del livello di luminosità della stanza.
  • Bracketing - Scattare una serie di immagini con esposizioni diverse. Potresti vedere un'impostazione sulla fotocamera che dice AEB (bracketing automatico dell'esposizione). Il bracketing viene spesso utilizzato quando si creano immagini HDR o in situazioni di illuminazione difficili in cui si potrebbe desiderare di avere una gamma di esposizioni dalla luce all'oscurità.
  • Lampadina - l'impostazione "B" sulla fotocamera in cui l'otturatore rimane aperto per tutto il tempo in cui viene premuto il pulsante o il cavo di rilascio (trigger remoto).
  • DSLR - Una fotocamera reflex digitale a obiettivo singolo. Qualsiasi fotocamera digitale con obiettivi intercambiabili in cui l'immagine viene visualizzata utilizzando uno specchio e un prisma e l'immagine viene scattata direttamente attraverso l'obiettivo. Quello che vedi nel tuo mirino è ciò che vede l'obiettivo.
  • EV - Valore di esposizione; questo è un numero che rappresenta le varie diverse combinazioni di diaframma e tempo di posa che possono creare lo stesso effetto di esposizione.
  • Compensazione dell'esposizione - Modifica della velocità dell'otturatore o dell'apertura dall'esposizione consigliata dalla fotocamera per creare un determinato effetto o correggere i problemi di esposizione. La tua fotocamera legge la luce che rimbalza sul soggetto ed è progettata per esporre il grigio medio. Pertanto, quando si fotografa un soggetto più chiaro o più scuro del 18% di grigio, è possibile utilizzare questa impostazione per indicare alla fotocamera l'esposizione corretta (componendo - o + compensazione dell'esposizione).
  • Esposizione - La quantità totale di luce che raggiunge il sensore digitale. È determinato dall'apertura, dalla velocità dell'otturatore e dall'ISO.
  • F-stop - Una misura dell'apertura dell'apertura nell'obiettivo definita dividendo la lunghezza focale dell'obiettivo per il diametro dell'apertura. La sequenza di f-stop presenta multipli della radice quadrata di 2 (1.4): 1, 1.4, 2, 2.8, 4, 5.6, 8, 11, 16, 22, ecc. Sebbene questi numeri siano piuttosto criptici, assicurati di ricorda che ogni passaggio è il doppio della quantità di luce. Sappilo e avrai vinto metà della battaglia.
  • ISO - Rappresenta la sensibilità alla luce del sensore digitale della fotocamera. Più basso è il numero (ISO 100), meno sensibile alla luce; maggiore è il numero (ISO 3200), più sensibile alla luce. Un ISO più elevato ti consente di scattare in condizioni di scarsa illuminazione.
  • Velocità otturatore - Il tempo di apertura dell'otturatore durante un'esposizione. La velocità dell'otturatore controlla l'aspetto del movimento. Utilizzare una velocità dell'otturatore elevata (come 1 / 2000s) per bloccare il movimento o una velocità dell'otturatore bassa (come 1 / 30s o più) per sfocare gli oggetti in movimento.
  • Obiettivo per zoomare - Qualsiasi obiettivo che abbia una lunghezza focale variabile, come un obiettivo da 24-70 mm o da 18-55 mm. In genere si ingrandisce o si riduce ruotando il barilotto dell'obiettivo.
  • Obiettivo principale o fisso - Qualsiasi obiettivo che non esegue lo zoom e presenta una lunghezza focale impostata, come un elegante obiettivo da 50 mm.
  • Trigger remoto o rilascio del cavo digitale - Un dispositivo che consente di azionare la fotocamera senza premere il pulsante di scatto o toccare la fotocamera. Aiuta ad eliminare il movimento della fotocamera durante le lunghe esposizioni.
  • Obiettivo macro - Una lente che mette a fuoco molto vicino a un soggetto, in modo da poter catturare immagini ingrandite altamente dettagliate.
  • Obiettivo "normale" - Generalmente un obiettivo da 50 mm (su una fotocamera full frame). Questa lente è strettamente parallela a ciò che vede l'occhio umano. Se hai una fotocamera con sensore di ritaglio, un obiettivo "normale" sarà più vicino a 35 mm.
  • Teleobiettivo - Offre un campo visivo più stretto rispetto a un obiettivo normale (ovvero, richiede immagini più ingrandite). Generalmente da circa 70 mm a 300 mm. Un super teleobiettivo è solitamente di 300 mm o più.
  • Obiettivo grandangolare - Un obiettivo che presenta un campo visivo più ampio rispetto a un obiettivo normale. Generalmente si estende da oltre 10 mm a meno di 50 mm. A seconda della lunghezza focale, potrebbe esserci anche una distorsione dei bordi (ad esempio, negli obiettivi super grandangolari).
  • Obiettivo tilt-shift - Una lente ad effetto speciale. Consente il riallineamento del piano di messa a fuoco (inclinazione). Consente di regolare la posizione del soggetto all'interno dell'inquadratura senza inclinare la fotocamera, impedendo così alle linee parallele di convergere (spostamento). Un obiettivo popolare per i fotografi di architettura e di paesaggio e sta diventando sempre più utilizzato dai fotografi ritrattisti per creare un look unico e stilizzato.
  • Risoluzione della fotocamera - Le dimensioni che il sensore della fotocamera è in grado di acquisire, espresse in megapixel. Questo non è l'unico fattore nella qualità dell'immagine, ma maggiore è la risoluzione, maggiori sono le stampe che puoi produrre senza una significativa perdita di qualità (in generale).
  • JPEG.webp vs RAW - Due diversi tipi di file immagine. La maggior parte delle fotocamere ha la capacità di scattare in JPEG.webp e RAW. Se scegli JPEG.webp, la fotocamera riprenderà un file RAW, lo elaborerà utilizzando lo stile immagine che hai selezionato nel menu, lo salverà come JPEG.webp e scarterà la versione RAW. Se scegli RAW, il file risultante sarà più grande, conterrà più informazioni e richiederà il software per l'elaborazione. Offre a te, al fotografo, un maggiore controllo sull'aspetto finale dell'immagine.
  • Full frame vs sensore crop / APS-C - Un sensore a pieno formato ha all'incirca le dimensioni di una pellicola da 35 mm. La maggior parte degli obiettivi crea un cerchio di luce abbastanza grande da coprire l'area del sensore da 35 mm. Ma in una fotocamera con sensore di ritaglio, la dimensione fisica del sensore è inferiore; cattura solo una parte dell'intera immagine proiettata dall'obiettivo, ritagliando efficacemente una parte dello scatto. I fattori di ritaglio comuni sono 1,5x e 1,6x, quindi se utilizzi un obiettivo da 50 mm su una fotocamera APS-C, offre una lunghezza focale equivalente a 75 mm.
  • Modalità fotocamera - Sono disponibili quattro modalità standard della fotocamera. La modalità automatica seleziona le impostazioni senza input dell'utente. La modalità manuale consente all'utente di controllare ISO, velocità dell'otturatore e apertura. La modalità Priorità otturatore consente all'utente di selezionare l'ISO e la velocità dell'otturatore mentre la fotocamera seleziona l'apertura. La modalità Priorità apertura consente all'utente di selezionare l'ISO e l'apertura mentre la fotocamera sceglie la velocità dell'otturatore. La modalità Programma consente all'utente di selezionare l'ISO mentre la fotocamera sceglie l'apertura e la velocità dell'otturatore.

Termini di illuminazione e fotografia di ritratto

  • Luce ambientale - Denominata anche luce disponibile. La luce ambientale si verifica nella scena senza l'aggiunta di flash o modificatori di luce. Può essere la luce del giorno o può essere luce artificiale come lampadine al tungsteno o fluorescenti.
  • Luce principale o luce chiave - La principale fonte di luce per una fotografia. Potrebbe essere il sole, uno stroboscopio da studio, un flash, un riflettore o qualcos'altro. È la sorgente che produce il modello di luce sul soggetto con la massima intensità.
  • Luce di riempimento - La sorgente luminosa secondaria alla luce dei tasti. Utilizzato per "riempire" le ombre. Può essere prodotto con un flash, un riflettore o uno strobo da studio.
  • Schema di illuminazione - Il modo in cui la luce cade sul viso del soggetto (ad esempio, con un angolo di 45 gradi).
  • Rapporto di illuminazione - Un confronto tra l'intensità (luminosità) della luce principale e la luce di riempimento. In altre parole: la differenza tra i lati illuminati e in ombra del viso del soggetto.
  • Misuratore di luce incidente - Un dispositivo portatile che misura la quantità di luce che cade su un soggetto. Un misuratore incidente non viene ingannato dalla gamma di luminosità del soggetto, mentre i misuratori riflettenti incorporati nella fotocamera possono essere ingannati (con conseguente sovraesposizione e sottoesposizione).
  • Speedlight - Un piccolo flash portatile che può essere collegato alla slitta a contatto caldo della fotocamera o stare in piedi da solo se attivato in remoto.
  • Riflettore - Un dispositivo utilizzato per riflettere la luce (generalmente verso il soggetto). Può essere un riflettore specializzato, fabbricato in fabbrica (consiglio di prendere un 5-in-1) o un pezzo di cartone bianco.
  • Misuratore di luce - Un dispositivo che misura la quantità di luce in una scena. Praticamente tutte le fotocamere moderne offrono un esposimetro integrato, sebbene utilizzi letture riflettenti (vedere la voce su misuratori di luce incidente, sopra).
  • Trigger flash remoto - Un dispositivo utilizzato per sparare i lampeggiatori fuori dalla telecamera.
  • Illuminazione sottrattiva - Portare via la luce per creare un aspetto più scuro. Spesso si tratta di tenere un riflettore o un pannello opaco sopra la testa del soggetto per bloccare la luce dall'alto e aprire gli ombretti profondi causati dall'illuminazione dall'alto. Può anche comportare il tenere un riflettore nero di fronte alla luce principale per creare un'ombra più profonda (cioè, essenzialmente riflettere il nero sul soggetto anziché sulla luce).
  • Luce forte - Luce dura o non diffusa come quella prodotta dalla luce solare intensa, da un piccolo lampeggiatore o da un flash sulla fotocamera. Crea ombre nette con bordi, contrasto e trama ben definiti (se utilizzato ad angolo rispetto al soggetto). Enfatizza la consistenza, le linee e le rughe. Spesso utilizzato per creare un tipo di ritratto più drammatico.
  • Luce soffusa - Luce diffusa, come quella proveniente da un cielo coperto, una finestra esposta a nord senza luce diretta o un ampio softbox da studio. Questo tipo di luce produce ombre morbide con bordi morbidi, contrasto inferiore e minore consistenza. La luce morbida è generalmente preferita dalla maggior parte dei fotografi di matrimoni e ritrattisti perché lusinga il soggetto.
  • Trasferimento di bordo - La velocità con cui i bordi delle ombre passano da scuri a chiari. Con una luce intensa, il trasferimento del bordo è molto definito e improvviso (quasi una linea netta). Con l'illuminazione soffusa, il trasferimento dei bordi è molto più sottile, quasi impercettibile, poiché passa gradualmente da scuro a chiaro.
  • Sincronizzazione flash - La sincronizzazione dello scatto di un flash elettronico e la velocità dell'otturatore. Devi sapere a quale velocità dell'otturatore si sincronizza la tua fotocamera; altrimenti, se utilizzi una velocità dell'otturatore troppo elevata, potresti ottenere un'immagine parzialmente illuminata. Per la maggior parte delle fotocamere, la velocità di sincronizzazione è di circa 1 / 200s.

Gergo e gergo fotografico

Ecco alcuni altri termini di fotografia che sono un po 'più avanzati (incluso un po' di gergo e gergo stravaganti!). Acquisisci familiarità con questa terminologia in modo da poter parlare con i professionisti con sicurezza.

  • Vetro veloce - Si riferisce a un obiettivo con un'apertura massima molto ampia (come f / 1.8 of / 1.2). L'obiettivo è "veloce" perché consente di scattare con una velocità dell'otturatore elevata.
  • Scimpanzé - Termine gergale per guardare il retro della fotocamera dopo ogni immagine. Ha una connotazione negativa; se tu scimpanzé, passi troppo tempo a rivedere le immagini sulla fotocamera e non abbastanza tempo a scattare.
  • Bokeh - I bit sfocati sfocati sullo sfondo di un'immagine. Molto spesso il bokeh si verifica quando sullo sfondo sono presenti piccole fonti di luce.
  • Profondità di campo (DOF o DoF) - La distanza tra gli oggetti più vicini e più lontani nella scena che appaiono a fuoco. Controllato da molti fattori, tra cui l'apertura, la lunghezza focale dell'obiettivo e la distanza dal soggetto.
  • Distanza iperfocale - La distanza di messa a fuoco che fornisce la massima profondità di campo per una particolare apertura e lunghezza focale. Le lenti prime più vecchie spesso hanno segni di distanza iperfocale per aiutare a trovare questo punto ottimale della profondità di campo. Con le lenti odierne è possibile calcolare la distanza iperfocale, ma richiede un po 'più di lavoro e un calcolatore di distanza iperfocale.
  • Gobo - Qualcosa utilizzato per bloccare la caduta di luce indesiderata o dispersa sul soggetto. Spesso il lato oscuro di un riflettore viene utilizzato come gobo.
  • Scrim - Un dispositivo traslucido utilizzato per diffondere e ammorbidire la luce. Può essere un riflettore con un pannello traslucido. Le tele possono essere rese estremamente grandi e fissate in posizione per creare ombra anche alla luce solare diretta.
  • Ritardo dell'otturatore - Il leggero ritardo tra il momento in cui si preme il pulsante di scatto e il momento in cui l'otturatore si apre effettivamente. Nelle reflex digitali e nelle fotocamere mirrorless, il ritardo dell'otturatore è minimo e quasi impercettibile. Nelle fotocamere compatte e scatta più piccole, il ritardo è più pronunciato (e può farti perdere gli scatti di soggetti in rapido movimento).
  • Aberrazione cromatica - Sfrangiature di colore che possono apparire nelle aree delle immagini in cui l'oscurità incontra la luce (ad esempio, il bordo di un edificio contro il cielo). CA è correggibile in larga misura utilizzando Photoshop, Lightroom e la maggior parte degli altri software di editing.
  • Sincronizzazione sulla seconda tendina - La sincronizzazione sulla seconda tendina attiva il flash al termine di un'esposizione. Per impostazione predefinita, la maggior parte delle fotocamere è impostata sulla sincronizzazione sulla prima tendina (ovvero, se il flash si attiva, lo fa all'inizio dell'esposizione). Quando si riprende un soggetto in movimento, la sincronizzazione sulla prima tendina metterà qualsiasi sfocatura di movimento davanti al soggetto, mentre la sincronizzazione sulla seconda tendina posizionerà la sfocatura dietro a il soggetto. Nessuno dei due è sbagliato; dipende dall'effetto che stai cercando.
  • Vibrazione della fotocamera - Quando una telecamera si muove durante un'esposizione e crea sfocatura.
  • Riflesso sull'obiettivo - Luce dispersa che crea foschia, cerchi o altri artefatti in un'immagine. Alcuni fotografi desiderano effettivamente il riflesso dell'obiettivo; posizionano le loro fotocamere per creare bagliori e lo usano come elemento compositivo.
  • Kelvin - La misurazione assoluta della temperatura del colore. I numeri più bassi rappresentano colori più caldi come l'arancione (luce al tungsteno), mentre i numeri più alti sono più freddi (blu). Gioca con la temperatura del colore per creare effetti diversi.
  • Filtro ND - Sta per filtro a densità neutra. È un filtro progettato per passare davanti all'obiettivo per bloccare parte della luce che entra nella fotocamera. Spesso utilizzato dai fotografi di paesaggi per ottenere tempi di posa lenti quando si fotografano cascate e ruscelli in piena luce del giorno.
  • Panoramica - L'atto di utilizzare una bassa velocità dell'otturatore e spostare la fotocamera nella stessa direzione di un soggetto in movimento. Crea uno sfondo artistico e sfocato.
  • Fermarsi - Chiudere il diaframma a un'apertura più piccola (ad esempio, passando da f / 5.6 af / 8).
  • TTL ed ETTL - TTL sta per attraverso le lenti; si riferisce al sistema di misurazione per quanto riguarda l'esposizione con il flash. Il flash emette luce finché non viene spento dal sensore della fotocamera. ETTL sta per misurazione valutativa attraverso l'obiettivo. Emette un "preflash" per valutare e calcolare la luce persa, quindi compensa e attiva il flash principale. Succede così in fretta che non vedi due lampi.
  • Photog - Abbreviazione di "fotografo". Qualcosa che i professionisti spesso si chiamano.
  • Bicchiere - Una lente. Ad esempio, "Che bicchiere possiedi?"
  • Ora d'oro - Chiamata anche "ora magica". Questa è l'ora o due prima del tramonto e subito dopo l'alba. Il sole è basso all'orizzonte ed è un momento ottimale per la fotografia.
  • Spruzza e prega - Scatta quante più immagini possibili mentre preghi di ottenere qualcosa di buono.
  • Spento - Un'immagine senza dettagli nelle aree bianche.
  • Clipped - O aree spente (sopra) o ombre scure e senza dettagli.
  • Afferra e sorridi - Un rapido servizio fotografico a un evento o un allestimento con due persone che si stringono la mano. La maggior parte dei fotografi di ritratti e di eventi deve riprenderli a un certo punto della loro carriera.
  • Autoscatto - Un autoritratto.
  • SOOC - Direttamente dalla telecamera; un'immagine senza post-elaborazione.
  • Coniglietti di polvere - Macchie scure che appaiono su un'immagine causate da frammenti di polvere sul sensore digitale.
  • Pixel peeper - Qualcuno che passa troppo tempo a guardare le immagini ingrandite in Photoshop.
  • Nifty fifty - Un obiettivo principale da 50 mm. Ottimo da avere!
  • ACR - Adobe Camera Raw. Il software di editing fornito insieme a Photoshop.
  • Flash e trascina - Il metodo di utilizzo di una bassa velocità dell'otturatore combinata con il flash per catturare più luce ambientale in proporzione al flash.
  • Spalancata - Utilizzando l'obiettivo con l'apertura al massimo (ad esempio f / 1.8).

Terminologia fotografica: parole finali

Whew! Quello era un lungo elenco. Se sei arrivato fin qui, congratulazioni; sai come usare i termini della fotografia come un professionista.

Quindi esci e inizia a praticare la tua terminologia fotografica. Assicurati di divertirti!

Adesso tocca a te:

Con quali termini di fotografia lotti? Hai altri termini da aggiungere a questo elenco? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto!

Articoli interessanti...