5 consigli per evitare noiose foto di montagne

Vette frastagliate, precipizi precipitosi, valli profonde e ampie: i paesaggi montuosi sono senza dubbio alcuni dei luoghi più fotogenici del pianeta. Si vede anche: dai un'occhiata a qualsiasi rivista fotografica o sito web e probabilmente troverai non solo uno o due, ma dozzine di immagini di montagne.

Le montagne sono un paesaggio lacerato dalla pressione costante della tettonica delle placche e dell'erosione, e in quel dramma c'è il potenziale per una fotografia spettacolare. Perché allora tante immagini di montagne sono noiose? Perché il dramma paesaggistico non sempre si traduce bene in dramma fotografico, senza la giusta combinazione di fattori. Sebbene ce ne siano davvero troppi per nominarli, penso che cinque siano particolarmente importanti: primo piano, luce, colore (o mancanza di esso), giustapposizione e prospettiva.

Prima di immergerci, voglio chiarire che esistono tanti metodi diversi per creare immagini di montagne di successo quante sono le montagne stesse. Non tutte le immagini devono avere un primo piano convincente, né ogni immagine deve contenere colori o luci drammatiche. Questi cinque punti sono suggerimenti e punti di partenza, non una formula. Detto questo, iniziamo:

1. Primo piano

Il primo piano ha una serie di scopi in un paesaggio; tra questi ci sono la profondità e la scala, i dettagli di impostazione e per fornire un punto di partenza per il percorso attraverso l'immagine. I primi piani sono complicati, se sbagliati possono creare un'immagine confusa, fuorviante o sbilanciata.

Sono un idiota per un buon primo piano. Adoro il modo in cui un elemento ben posizionato può riecheggiare e bilanciare le caratteristiche dello sfondo, fornire dettagli a una scena più grande e guidare l'occhio dello spettatore nella fotografia.

I colori autunnali in primo piano forniscono un buon punto di partenza per questa immagine, guidando lo sguardo verso il fiume tortuoso e poi sulle montagne tempestose al di là.
L'acqua è un ottimo soggetto in primo piano e in questa immagine di un lago mosso dal vento, l'acqua svolge un doppio compito, fornendo colore e interesse, mentre la trama ricorda le montagne sullo sfondo.

2. Luce

L'illuminazione può essere l'aspetto più importante di un'immagine di successo. Mentre la retroilluminazione e la luce anteriore possono funzionare in alcune circostanze, le montagne prosperano con la luce laterale. La luce laterale fa risaltare le ombre e i dettagli nelle creste, nelle scogliere e nei pendii ondulati. Fornisce contrasto e drammaticità.

Le immagini di grandi paesaggi, come le montagne, fanno affidamento sulla luce naturale per l'illuminazione, quindi sei davvero al capriccio del tempo. Le giornate nuvolose possono appiattire la luce, mentre il sole di mezzogiorno coprirà le ombre e trasformerà il piacevole contrasto in una massa strabiliante di bianchi e neri. Immagini di successo possono derivare da questi scenari impegnativi, ma la luce laterale a bassa angolazione rende le nostre vite di fotografi molto più facili.

Questa ripresa dettagliata di una montagna nella Brooks Range in Alaska, nonostante sia illuminata frontalmente, conserva un po 'di drammaticità grazie alla luce solare irregolare.
Un caso in cui il controluce ha funzionato a mio vantaggio è stato quando le montagne, scurite fino alla sagoma, sembravano cullare questo anello attorno al sole (causato da nuvole ad alta quota).
Luce laterale classica sui picchi di Denali della catena montuosa dell'Alaska, dallo stagno di riflessione nel Parco nazionale di Denali, Alaska.

3. Colore (o mancanza di esso)

I colori vivaci (non saturati artificialmente) attirano l'occhio. Ciò è particolarmente vero nelle immagini di montagne. Il tramonto e l'alba, i primi piani colorati e il cielo alpino blu brillante aiuteranno a catturare e trattenere lo sguardo di uno spettatore.

Secondo me, questo va molto bene con # 2 (Light). Una buona luce molto spesso equivale a un buon colore. Migliore è la qualità della luce, più vividi diventano i colori della scena. Prendi uno e spesso ottieni l'altro.

Niente di tutto questo per dire che un'immagine deve avere colori vivaci per avere successo. Le immagini a bassa saturazione possono essere lunatiche e cupe. Le tempeste e le immagini invernali sono due esempi in cui i colori potrebbero non essere ricchi, ma non danneggiano l'immagine finale. Queste foto prosperano sul dramma della scena, piuttosto che sui loro colori.

Nelle immagini in bianco e nero, il colore è assente, eppure può risultare in un ricco ritratto delle montagne. In tali immagini, il contrasto e l'umore giocano un ruolo ancora più importante.

Una nota sul bianco e nero: quando fattori come la luce e il colore non sono a tuo favore, una conversione in bianco e nero può spesso essere un ottimo strumento. Ho realizzato numerose immagini in giornate di luce piatta che si convertivano bene in bianco e nero, quando un'immagine a colori reali sarebbe stata noiosa e smorzata.

Ho realizzato questa immagine dei picchi dell'Altipiano boliviano a metà mattina quando la luce del sole quasi equitoriale era calda e luminosa. Non ha un bell'aspetto a colori.
Converti l'immagine sopra in bianco e nero, tuttavia, e la foto prende vita in un modo che altrimenti non sarebbe in grado di fare.

4. Giustapposizione

La giustapposizione è definita come: “due cose messe insieme con effetto di contrasto”. Nella fotografia, quel contrasto può essere letterale; contrasto tra luce e buio, colori (luminosi o tenui), tonalità (calde o fredde) o, forse più efficacemente, il soggetto.

Tutte queste sono parti importanti della fotografia di montagna. Contrasto, ho notato in precedenza in questo articolo, ma la tonalità e l'argomento meritano entrambi una certa attenzione.

I toni di colore giustapposti si combinano in modi interessanti. Le scene di montagna, in particolare da luoghi come le Montagne Rocciose, le Cascate o l'Alaska, tendono ad essere dominate da toni freddi; cieli blu, tundra verde e foresta, ruscelli glaciali o laghi azzurri. Queste scene dai colori freddi spesso traggono vantaggio quando i toni caldi, come il giallo, il rosso o il rosa, sono integrati nella scena. Spesso quel tono caldo è presentato al meglio come un lampo di colore, un sole al tramonto, un fiore di campo, la giacca luminosa di un escursionista, piuttosto che come un pari ai toni freddi. Quando i due sono equivalenti, il tuo cervello ha difficoltà a scegliere a cosa prestare attenzione e la piacevole giustapposizione diventa un groviglio di colori contrastanti.

La giustapposizione del soggetto è dove le immagini di un paesaggio prendono vita. Quando si tratta di montagne, le potenzialità di tali contrasti sono molte. Così tanti, infatti, che è difficile citarne solo alcuni. Alcuni, come l'immagine sotto dell'arcobaleno sulle montagne desertiche del Parco nazionale di Big Bend, hanno un'ovvia giustapposizione di soggetti (pioggia e roccia secca del deserto). Ma la stessa immagine ha anche contrasti nelle forme e nella consistenza (le rocce frastagliate e la curva liscia dell'arcobaleno per esempio). Tutti questi si combinano bene per fornire interesse.

Neve e fiori sono un'ovvia giustapposizione in questa immagine delle conseguenze di una tempesta di neve di giugno nell'Arctic National Wildlife Refuge, in Alaska.

5. Prospettiva

L'ultimo aspetto della fotografia di montagna di cui voglio parlare è la prospettiva. Vale a dire, la prospettiva da cui crei l'immagine. Per semplicità, lo suddividerò in tre divisioni: inferiore, centrale e superiore. Ognuna di queste influisce notevolmente non solo sull'aspetto dell'immagine finale, ma anche sul suo stato d'animo e sulla sensazione.

Fotografie di montagne fatte dal fondovalle che guardano in alto, fanno apparire le montagne grandi e imponenti. Questi scatti bassi offrono spazio per un primo piano interessante e molti paesaggi classici sono stati realizzati da questa prospettiva. Sebbene efficaci, ci sono degli svantaggi nello scattare dal fondovalle. La prospettiva bassa significa che la vista è limitata; non ci sono mari di cime montuose che si estendono all'orizzonte. Anche la luce è spesso difficile. Il fondo della valle è l'ultimo posto in cui ottenere la luce del sole al mattino e il primo a perderla la sera, quindi il bilanciamento della luce rende difficile l'esposizione e quando il paesaggio è illuminato in modo uniforme, la dolce luce dell'alba o del tramonto è passato molto tempo.

L'esposizione è stata complicata mentre cercavo di catturare la luce della tempesta sulla parete rossa del Grand Canyon in alto sopra il mio campo lungo il fiume Colorado.

Gli scatti di media montagna possono essere spettacolari, fornendo panorami sia sotto che sopra. Questa prospettiva è una delle mie preferite, consentendo molta profondità nel paesaggio, pur mantenendo le dimensioni e la drammaticità delle montagne.

Le cime delle montagne sono difficili. Le immagini realizzate dalla sommità delle vette tendono a far sembrare piccolo il paesaggio circostante. Ho scattato fotografie da cime in cui tutte le montagne sembrano onde rocciose, piuttosto che le vette torreggianti che sono. Puoi rimediare aggiungendo un essere umano allo scatto, che fornisce scala. Rimuovete l'attenzione dalle montagne e la ponete sull'esperienza umana al loro interno. Cambia l'immagine, rendendola meno un paesaggio e più un ritratto o uno scatto d'azione, ma i risultati possono essere efficaci.

Un escursionista in cima a una montagna nel Gates of the Arctic National Park, in Alaska, diventa il soggetto in questa immagine.
Senza gli scalatori che si avvicinano alla cima di questo picco in Antartide, non ci sarebbe molto da vedere in questa immagine.

Conclusione

Una delle grandi gioie di fotografare le montagne, è semplicemente essere in montagna. Una macchina fotografica è un'ottima scusa per fare un'escursione o galleggiare su un fiume di montagna. Ma la fotocamera può anche essere uno strumento per vivere il luogo in modo più profondo. Può farti apprezzare l'aspetto delle montagne in varie stagioni e luci e da diverse angolazioni. A sua volta questo apprezzamento può portare a immagini migliori. Ora esci ed esplora.

Questa settimana stiamo realizzando una serie di articoli per aiutarti a migliorare la fotografia naturalistica. Vedi gli articoli precedenti qui:

  • 3 abitudini che ogni fotografo all'aperto dovrebbe sviluppare per evitare gli scatti mancanti
  • 5 suggerimenti per una migliore fotografia naturalistica
  • 27 immagini serene del mondo naturale
  • Sfida fotografica settimanale - Natura
  • 10 idee per fotografare la natura nel tuo giardino
  • 6 suggerimenti per catturare carattere e personalità nella fotografia naturalistica
  • 5 suggerimenti per impostare la messa a fuoco nella fotografia di paesaggi
  • 7 suggerimenti per una migliore fotografia della fauna marina
  • Suggerimenti per l'elaborazione di foto di paesaggi: dalle modifiche di base all'interpretazione artistica

Articoli interessanti...