Come eseguire più esposizioni nella fotocamera

La combinazione di due o più esposizioni in una singola immagine è una tecnica che quasi certamente è iniziata per caso (proprio come la fotografia stessa). Quando si utilizzavano le prime fotocamere a pellicola, era fin troppo facile premere il pulsante di scatto dimenticandosi di cambiare la lastra, un passo falso che veniva generalmente ricompensato con un pasticcio confuso sovraesposto. Quando le pellicole in rotolo sono diventate popolari, i produttori di fotocamere hanno ritenuto prudente costruire un blocco meccanico nel meccanismo di avanzamento della pellicola per evitare esposizioni multiple accidentali (a meno che non si utilizzasse uno speciale pulsante di esclusione).

La maggior parte delle fotocamere digitali ha portato avanti la tradizione di scoraggiare tali danni semplicemente non fornendo affatto la struttura. Di conseguenza, uno stile distintivo di quest'arte a volte fortuita iniziò un costante declino, fino a tempi recenti. Oggi, la sete di stili retrò sta guadagnando popolarità e molti fotografi stanno ancora una volta sperimentando questa vecchia tecnica.

Metodi tradizionali di esposizione multipla

Se non puoi fare l'equivalente elettronico del ripristino dell'otturatore senza avvolgere la pellicola, come puoi ottenere questo effetto? A meno che la tua fotocamera non ti offra speciali opzioni di esposizione multipla, sei limitato a fare tutto durante una lunga esposizione in modo che la tua immagine possa accumularsi sul sensore.

Un metodo consiste nel costruire la tua immagine attivando il flash più volte durante una lunga esposizione, in condizioni di scarsa illuminazione ambientale. Questa tecnica è spesso utilizzata dai fotografi di caverne in quanto consente loro di creare quella che sembra essere una camera sotterranea illuminata facendo scattare una serie di flash in diverse parti della scena. Lo svantaggio è che è necessario un ambiente buio, ma la tecnica può essere efficace, in particolare quando si utilizza un set di flash per produrre una rapida raffica di flash in modalità strobo per catturare un'azione in rapido movimento.

In normali condizioni di luce diurna, l'unico modo per ottenere una lunga esposizione è utilizzare un filtro a densità neutra, che consentirà di ottenere un tempo di esposizione di dieci secondi o più. Durante questo periodo, è possibile coprire e scoprire l'obiettivo secondo necessità per sovrapporre una serie di immagini fisse.

Poiché entrambi questi metodi si basano sull'accumulo di sempre più luce sul sensore da soggetti diversi durante una lunga esposizione, è facile produrre un risultato sovraesposto a meno che non si compensi accuratamente sottoesponendo ogni scatto della sequenza. È anche un po 'complicato vedere come sta andando la tua immagine composita fino al completamento dell'esposizione.

Nuove possibilità

Alcune fotocamere digitali offrono ora una funzione di esposizione multipla, che non solo fornisce un mezzo semplice per ricreare l'effetto tradizionale, ma estende anche le possibilità creative utilizzando modalità di fusione più sofisticate. Inoltre, la tecnologia non è limitata alle sole reflex digitali di fascia alta. Ora anche gli utenti di smartphone possono divertirsi a realizzare immagini con esposizioni multiple utilizzando app come Esposizioni multiple per iPhone o Photo Blender per Android.

Foto n. 1

Foto n.2

Combinato utilizzando l'app Photo Bender.

Se hai un modello di fotocamera recente, è sempre più probabile che disponga di una qualche forma di funzione di esposizione multipla. Controllare il manuale utente della fotocamera per i dettagli. I servizi specifici offerti varieranno da un modello di fotocamera all'altro, ma tutti coloro che avranno questa caratteristica saranno in grado di simulare la tecnica originale. Quindi iniziamo con un semplice esempio di doppia esposizione utilizzando una Canon 5D Mark III.

Doppio introito

In questa tecnica, entrambe le immagini vengono esposte normalmente e quindi sommate. Ciò significa che le parti più luminose dell'immagine finale saranno ricavate dalle parti più luminose di una delle due immagini componenti, un fatto che può essere efficacemente utilizzato per fare in modo che ciascuna immagine ritagli l'altra. Imposta l'impostazione dell'esposizione multipla della fotocamera per scattare due foto e unirle in modalità Additiva, come mostrato qui per la 5D Mk III:

Ripresa delle immagini

Per ottenere i migliori risultati, avrai bisogno di due immagini con sfondi chiari. In questo esempio, il mio soggetto è stato fotografato in interni su uno sfondo abbastanza chiaro (in basso a sinistra). Se il soggetto è all'aperto, è spesso utile posizionarsi in basso in modo che il soggetto sia contro il cielo.

Per la seconda immagine, cerca un soggetto ad alto contrasto che abbia aree bianche dove desideri ritagliare la prima immagine. In questo caso ho scelto di fotografare un albero contro il cielo (in alto a destra), ricordandomi di usare la fotocamera in modalità ritratto ma ruotandola in modo tale che l'albero fosse capovolto.

Quando le immagini vengono aggiunte nella fotocamera, i pixel chiari intorno alla testa del soggetto sovrascrivono i pixel scuri dell'albero. Allo stesso modo, i pixel chiari dagli angoli inferiori sinistro e destro dell'immagine dell'albero sovrascrivono il boa di piume rosa nella prima immagine. A seconda di quanto sia chiaro lo sfondo in ciascuna immagine, questa aggiunta di pixel produrrà qualcosa tra un debole effetto high-key e un bianco pieno ovunque i due soggetti non si sovrappongono.

Impostazioni della fotocamera

Per impostazione predefinita, l'impostazione dell'esposizione multipla è disabilitata. Quando è attivato sulla 5D Mk III, può essere impostato per consentire di rivedere e modificare alcune impostazioni tra le esposizioni o semplicemente sparare continuamente senza rallentare per rivedere le immagini. Per questo esempio, ho scelto l'opzione "On: Func / ctrl:" per concedermi il tempo di comporre lo scatto successivo. Un grande vantaggio di selezionare questa opzione con le fotocamere Canon è che ti consente di passare a "LiveView" dove puoi vedere una sovrapposizione del tuo scatto precedente per aiutarti ad allineare quello successivo.

Utilizzando un'immagine precedente

Le fotocamere Canon consentono di combinare una foto scattata in modo convenzionale con un'esposizione scattata in modalità di esposizione multipla. Per provare, scegli l'opzione "Seleziona immagine per multi.expo". Se hai impostato il numero totale di esposizioni su due, ora devi solo riprendere un'esposizione extra in modalità di esposizione multipla per completare la composizione.

Le fotocamere Nikon fanno un ulteriore passo avanti consentendo di selezionare due immagini qualsiasi dalla scheda multimediale della fotocamera e combinarle utilizzando una funzione Nikon chiamata "Image Overlay". Ciò è particolarmente flessibile perché puoi semplicemente continuare a combinare coppie di immagini e applicare le regolazioni dell'esposizione secondo necessità per rendere la tua immagine grezza composita.

Compensazione automatica dell'esposizione

Se scatti in questa modalità Additiva e non vuoi sfruttare l'effetto di ritaglio, devi ridurre l'esposizione delle singole immagini in base al numero di scatti che includi nel composito. Ad esempio, dovresti sottoesporre ogni scatto di uno stop se stai combinando due immagini o di due stop se stai combinando quattro immagini. In alternativa, puoi lasciare la regolazione alla telecamera. Poiché hai già detto alla fotocamera quante esposizioni desideri combinare, può calcolare la quantità di compensazione dell'esposizione da applicare per creare un composito che mantenga i dettagli nelle alte luci.

Per applicare automaticamente questa compensazione, è sufficiente selezionare "Media" invece dell'opzione "Additiva" e impostare la fotocamera in modalità apertura o priorità otturatore. Se vuoi sperimentare con la sovrapposizione di trame e la creazione di modelli astratti, Media è una buona modalità di fusione iniziale.

Luminoso e scuro

Entrambe le opzioni Additivo e Media accumulano effettivamente un'immagine sull'altra con la regolazione dell'esposizione opzionale, quindi queste modalità non sono così diverse dalle esposizioni multiple della pellicola convenzionale. Tuttavia, grazie alla maggiore potenza di calcolo di alcune reflex digitali, non sei più limitato alla semplice sovrapposizione di immagini semplicemente aggiungendo i loro valori di luminosità. Le immagini possono anche essere combinate prendendo pixel da un'immagine sorgente o dall'altra, in base a quale è più luminosa (o più scura). Per mostrare come funziona, considera questa combinazione di finestra e nuvole.

La selezione della modalità Bright dà priorità alle nuvole, che appariranno davanti alla finestra nella parte superiore del composito. Gli alberi scuri saranno esclusi a favore delle parti più luminose della finestra nella parte inferiore del composito.

Se selezioni Scuro, vincono i pixel più scuri e le nuvole appaiono dietro la finestra in questa versione piuttosto più sottile.

Altre tecniche creative

Dopo aver provato le varie modalità di fusione che la tua fotocamera ha da offrire, vale la pena considerare quali modifiche potresti voler introdurre tra gli scatti. Finché non spegni la fotocamera, potresti scambiare obiettivi, filtri o persino paesi tra gli scatti in modo da poter combinare, ad esempio, un'immagine macro con un paesaggio. Poiché le telecamere invariabilmente consentono di combinare un'immagine dal vivo con una precedentemente memorizzata sulla scheda, c'è molto spazio per combinare in modo creativo le immagini. Ecco due semplici esempi che potresti provare.

Stratificare un paesaggio

Gli obiettivi zoom offrono un modo molto comodo per creare un effetto a strati da un semplice skyline. In questo esempio, ho combinato quattro scatti di diverse parti dell'orizzonte e ho anche regolato il bilanciamento del bianco della fotocamera per ciascuna esposizione per simulare una foschia a distanza.

Per produrre questo effetto, segui questi passaggi:

1. Configurare la fotocamera per acquisire quattro esposizioni in modalità di esposizione multipla media utilizzando l'apertura o la priorità dell'otturatore.

2. Impostare il bilanciamento del bianco su 2500ºK per produrre una forte sfumatura blu e ridurre lo zoom per uno scatto grandangolare. Posiziona l'orizzonte nel quarto superiore del mirino e scatta la prima foto della sequenza.

3. Attiva LiveView e ingrandisci leggermente in modo da poter vedere la sovrapposizione ingrandita che diventerà la tua prossima linea di colline più vicina. Eseguire la panoramica della fotocamera su una parte diversa dell'orizzonte per creare una certa varietà topografica e inclinare la fotocamera verso l'alto per posizionare l'orizzonte successivo appena sotto quello precedente. Impostare il bilanciamento del bianco su 4000ºK per creare una sfumatura blu meno intensa e scattare la seconda foto.

4. Riposizionare l'orizzonte ancora più in basso nella schermata LiveView. Ingrandisci un po 'di più e con il bilanciamento del bianco impostato su 5500ºK, scatta la terza foto.

5. Infine, ingrandisci completamente, muovi di nuovo la fotocamera per un po 'di interesse in primo piano e posiziona l'orizzonte vicino alla parte inferiore dello schermo. Aumentare il bilanciamento del bianco a 7000ºK e scattare la foto finale.

Effetti di messa a fuoco

Il più delle volte, ci sforziamo di ottenere una messa a fuoco nitida nelle nostre immagini, magari con una sfocatura dello sfondo creativa. La ripresa di esposizioni multiple consente di combinare un'immagine nitidissima con una sfocata morbida di uno stesso soggetto per appianare i dettagli delle alte luci o farla risplendere con un insolito effetto di messa a fuoco morbida. Ecco i passaggi utilizzati per creare un'immagine levigata con alte luci:

1. Posizionare la fotocamera su un treppiede e impostare la modalità di fusione dell'esposizione multipla su Scuro.

2. Scattare una foto nitidamente a fuoco del soggetto. In questo caso, alcune rose sono state incastonate su uno sfondo scuro per dare loro più definizione nell'immagine finale.

3. Sfocare l'immagine (impostare la messa a fuoco dell'obiettivo su manuale per interromperne la messa a fuoco nello scatto successivo). In questo esempio, ho sfocato piuttosto drasticamente per illustrare l'effetto.

4. Scatta la seconda foto.

Poiché le alte luci sono sfocate, diventano più scure. Nella modalità di fusione Scuro, questi toni più scuri arrivano all'immagine finale invece che alle luci originali. Lo sfondo scuro dell'immagine più nitida ha anche la priorità sui bordi sfocati dell'immagine sfocata, risultando in un'immagine composita ben definita sullo sfondo scuro ma con i dettagli delle alte luci attenuati.

Per un effetto soft focus più tradizionale, è necessario preservare i dettagli delle alte luci e aggiungere la sfocatura delle alte luci attorno ad essi. È possibile ottenere questo effetto selezionando semplicemente il metodo di fusione Luminoso per produrre un bagliore morbido, come mostrato qui.

Colpi d'azione

Nelle tecniche considerate finora, la fotocamera è stata configurata per rivedere l'immagine dopo ogni scatto della sequenza e, se la fotocamera lo consente, per memorizzare ciascuna immagine componente sulla scheda di memoria. Questo è utile per allineare ogni nuova immagine con quella precedente.

Ma per gli scatti di azioni veloci, questo richiede troppo tempo per l'elaborazione nella fotocamera. Se vuoi scattare una foto composita di qualcuno che salta sopra una recinzione, (a parte fare in modo che un toro si trovi nello stesso campo del soggetto) questi sono i passaggi fondamentali da seguire:

1. Impostare la modalità di esposizione multipla in modo che non visualizzi l'immagine dopo ogni scatto o che non scriva sulla scheda. Sulla 5D Mk III, ciò si ottiene impostando la voce di menu Esposizione multipla su "On: ContShtng" per lo scatto continuo.

2. Imposta il numero di esposizioni in base alla velocità dell'azione che stai anticipando (più esposizioni per un'azione più rapida) e imposta la velocità dell'otturatore e l'apertura su valori che saranno in grado di catturare una sequenza di immagini nitide.

3. Posizionare la fotocamera su un treppiede e mettere a fuoco preliminare alla distanza in cui deve svolgersi l'azione. Imposta la messa a fuoco dell'obiettivo su manuale per assicurarti che la messa a fuoco non cambi durante lo scatto.

4. Impostare la modalità di guida su burst continuo ad alta velocità.

5. Al termine dell'azione, premere e tenere premuto il pulsante di scatto per assicurarsi di aver acquisito tutte le singole esposizioni.

Modalità di fusione

Se lasci la modalità di fusione impostata su Media, otterrai uno sfondo a tinta unita con un numero di sovrapposizioni spettrali corrispondenti alle varie esposizioni. Questo perché l'esposizione di ciascuna immagine nella sequenza viene automaticamente ridotta per evitare che l'immagine accumulata diventi troppo luminosa, ma i risultati possono essere piuttosto sottili e deludenti, come questa ripresa di una fotocamera Canon che oscilla su uno sfondo chiaro.

Se imposti la modalità di fusione su Scuro quando utilizzi uno sfondo chiaro, i risultati saranno molto più definiti in questo modo:

Ne consegue che è vero anche il contrario. Quando si riprende un oggetto di colore più chiaro che si muove su uno sfondo più scuro, i migliori risultati si ottengono selezionando la modalità di fusione Luce:

Rallentare

Non tutti gli scatti d'azione con esposizione multipla devono essere frenetici. Questa immagine è stata realizzata utilizzando una EOS 6D in modalità di esposizione multipla impostata per scattare nove esposizioni nella modalità di fusione Bright. È stata scattata un'immagine ogni due minuti.

Cerca materiale per immagini future

È possibile ottenere tecniche di esposizione multipla molto più sofisticate utilizzando un software di editing dedicato come Adobe Photoshop. Al momento, potresti essere interessato solo a combinare alcune immagini nella fotocamera, ma tieni presente che potresti voler sperimentare sul tuo computer in futuro. Anche se non hai ancora familiarità con un potente software di editing desktop, vale sempre la pena raccogliere le materie prime che puoi elaborare in una giornata piovosa.

La prossima volta che sarai in giro con la tua fotocamera, pensa a fotografare trame, sagome e sequenze di azioni rapide interessanti, invece di scattare solo foto singole. Presto sarai sulla buona strada per creare alcune accattivanti foto con esposizione multipla.

Articoli interessanti...