Come capire la funzione di compensazione dell'esposizione della fotocamera

In questo articolo, scopri la funzione di compensazione dell'esposizione sulla tua fotocamera per ottenere le migliori esposizioni.

Che tu stia fotografando sport, animali, ritratti, giocattoli, fiocchi di neve, rocce, pesci, matrimoni o praticamente qualsiasi altra cosa, hai quasi sempre un obiettivo in mente. Vuoi che le tue foto siano esposte correttamente. Naturalmente, puoi correggere un'immagine in Photoshop se è troppo chiara o troppo scura, e scattare in RAW aiuta sicuramente in questo. Ma nel corso degli anni ho scoperto che la soluzione migliore è solo ottenere la tua esposizione direttamente nella fotocamera.

Ciò significa trovare la giusta combinazione di apertura, velocità dell'otturatore e ISO per ottenere la tua immagine come desideri. Ma c'è anche un'altra opzione che hai a disposizione: la funzione di compensazione dell'esposizione della tua fotocamera. Capire cosa fa e come funziona può aiutarti a rendere le tue immagini perfette per i pixel nella fotocamera senza dover regolare nulla in seguito.

Cos'è la compensazione dell'esposizione?

Seppellito in profondità nel cervello computazionale della tua fotocamera c'è qualcosa chiamato un misuratore di luce il cui compito è misurare la quantità di luce che entra nell'obiettivo. Ciò consente alla fotocamera di regolare automaticamente alcune delle impostazioni di esposizione o fornisce informazioni sufficienti per eseguire le regolazioni da soli.

Il problema con la misurazione e la fotocamera che sceglie l'esposizione

A seconda di come hai impostato la tua modalità di misurazione, potrebbe guardare tutta la luce che entra attraverso l'obiettivo, solo la parte al centro, o talvolta solo la luce in cui hai impostato il punto di messa a fuoco.

Mentre la tua fotocamera prende le misurazioni della luce in entrata e regola le impostazioni di esposizione, cerca di ottenere un'immagine che sia esposta correttamente. Potrebbe aumentare o diminuire l'apertura, regolare la velocità dell'otturatore, modificare l'ISO o utilizzare una combinazione di tutte e tre queste tecniche solo per assicurarsi che la foto sia corretta.

Il problema è che la tua videocamera non ha sempre una buona idea di come voi vuoi che la tua foto appaia.

La mia macchina fotografica ha cercato di rendere questa immagine molto più scura a causa di tutta la luce dietro questo giovane, quindi ho usato la compensazione dell'esposizione per rendere lo sfondo leggermente sovraesposto, il che significava che il mio soggetto era esposto correttamente.

Inserisci la soluzione

A volte potresti volere che la tua immagine sia leggermente sopra (più chiara) o sottoesposta (più scura), ed è qui che la funzione di compensazione dell'esposizione inizia davvero a brillare. Se noti che le tue immagini non risultano chiare o scure come desideri, puoi modificare da solo l'apertura, l'otturatore o l'ISO.

O dillo alla tua fotocamera "Ehi, ravviva un po 'le cose, vero?" e con una rapida rotazione del quadrante di compensazione dell'esposizione, voilà, i tuoi problemi sono risolti.

La maggior parte delle persone trova la compensazione dell'esposizione particolarmente utile quando si scatta in modalità semi-manuale come Aperture o Shutter Priority, ma è possibile utilizzarla anche in altre modalità, come l'auto programmata o anche completamente manuale.

Per dissipare un po 'del mistero che circonda la funzione di compensazione dell'esposizione, diamo un'occhiata a cosa sta effettivamente facendo la tua fotocamera alle impostazioni quando la usi in una di queste modalità.

Note generali per l'utilizzo della compensazione dell'esposizione

NOTA: Si prega di notare che quando si seleziona una compensazione dell'esposizione, questa non viene azzerata automaticamente per lo scatto successivo. È necessario modificarlo manualmente una volta che hai finito di utilizzarlo.

PROBLEMA: Uno dei maggiori problemi che i principianti hanno è non rendersi conto che la loro compensazione dell'esposizione è attiva. Se hai esposizioni irregolari o tutte le tue immagini sono troppo scure o troppo chiare, controlla se la ghiera di compensazione dell'esposizione è stata spostata e correggila a zero se necessario.

“Come funziona la compensazione dell'esposizione? Per favore, dicci di più! "

Modalità priorità diaframma

La maggior parte dei fotografi che conosco scatta principalmente in modalità Priorità apertura a causa del modo in cui l'apertura influisce sulla profondità di campo e su altri elementi critici della composizione. Uso questa modalità quasi esclusivamente, di solito combinata con l'auto-ISO per assicurarmi che la mia velocità dell'otturatore non diventi mai troppo lenta, e funziona a meraviglia.

Mi piace regolare l'apertura e lasciare che la mia fotocamera si occupi di tutto il resto perché nove volte su dieci è semplicemente più facile per il modo in cui preferisco scattare. Se noto che le mie immagini sono troppo luminose o troppo scure, mi limito a regolare la compensazione dell'esposizione per occuparmene.

Quando si scatta in Priorità ai diaframmi, la regolazione della compensazione dell'esposizione non cambia mai il diaframma, poiché ciò vanificherebbe l'intero scopo dell'utilizzo di questa modalità! Invece, cambia la velocità dell'otturatore aumentandola o rallentandola per rendere la tua immagine più luminosa o più scura.

Come funziona

Nell'immagine qui sotto, scattata in Priorità ai diaframmi, puoi vedere che il soggetto è troppo scuro mentre lo sfondo è esposto correttamente. Questo è in parte il risultato della modalità di misurazione della mia fotocamera, ma anche perché la scena stessa contiene un alto grado di gamma dinamica ed è quindi difficile da ottenere nel modo giusto.

Priorità apertura, 200 mm, 1/750 , f / 4.0, ISO 100, nessuna compensazione dell'esposizione.

Per risolvere il problema avrei potuto cambiare la modalità di misurazione della mia fotocamera, ma invece ho scelto di impostare un valore di compensazione dell'esposizione di + 2EV. Il risultato ha lasciato lo sfondo completamente fuoriuscito dandomi un soggetto adeguatamente esposto.

Priorità apertura, 200 mm, 1/180 , f / 4.0, ISO 100, + 2EV Compensazione dell'esposizione.

Il punto chiave è che, sebbene la lunghezza focale, l'apertura e i valori ISO non abbiano modificato la velocità dell'otturatore, sicuramente lo hanno fatto. La mia fotocamera l'ha abbassata fino a 1/180 di secondo, il che lascia entrare molta più luce e quindi ha provocato una sovraesposizione di due stop rispetto all'originale.

Quando si utilizza la compensazione dell'esposizione in Priorità apertura, la fotocamera regola la velocità dell'otturatore in modo che sia più veloce o più lento, il che può fare una grande differenza se si riprende un soggetto in movimento. Potresti desiderare una velocità dell'otturatore elevata, ma se stai effettuando alcuni stop di compensazione dell'esposizione potresti trovarne uno troppo lento per catturare l'immagine che stai cercando.

Non è un problema di per sé, ma è qualcosa da notare e potrebbe influenzare notevolmente le tue immagini se non sei consapevole di ciò che sta accadendo. Se hai bisogno di una velocità dell'otturatore più veloce, puoi anche aumentare un po 'l'ISO.

Priorità otturatore

Allo stesso modo, l'uso della compensazione dell'esposizione quando si scatta in Priorità otturatore non cambierà la velocità dell'otturatore, ma altererà invece l'apertura per rendere l'immagine più chiara o più scura.

Quando ho scattato l'immagine sotto di un'anatra su uno stagno ghiacciato, volevo una velocità dell'otturatore elevata nel caso in cui il mio amico aviario avesse iniziato a muoversi rapidamente. Quindi ho usato la priorità dei tempi con una velocità di 1/250 di secondo.

Priorità otturatore, 200 mm, 1/250, f / 8.0 , ISO 100, nessuna compensazione dell'esposizione.

Probabilmente puoi dire che qualcosa non va con la foto. L'anatra è troppo scura! Ho dovuto schiarire rapidamente la composizione prima che volasse via, quindi ho impostato un valore di + 1.5EV sulla mia compensazione dell'esposizione.

Priorità otturatore, 200 mm, 1/250, f / 4.8 , ISO 100, + 1.5EV Compensazione dell'esposizione.

Questa immagine è leggermente diversa dalla scultura in legno statica nell'esempio con priorità di diaframma perché puoi vedere chiaramente l'effetto che la compensazione dell'esposizione ha avuto sulla composizione. La mia fotocamera ha mantenuto invariata la velocità dell'otturatore, ma ha utilizzato un'apertura molto più ampia che mi ha dato un'immagine con una profondità di campo molto inferiore. Nota come sia il primo piano che lo sfondo sono molto più sfocati, un risultato diretto dello scatto con un'apertura più ampia.

E l'ISO

Avrai notato che fino ad ora è rimasto invariato un terzo parametro di esposizione, quello dell'ISO. Sebbene sia standard per la maggior parte delle fotocamere alterare l'apertura e la velocità dell'otturatore quando si utilizza la compensazione dell'esposizione, l'ISO è solitamente l'ultimo parametro da modificare a meno che non si utilizzi ISO automatico.

In tal caso, la fotocamera cambierà sicuramente l'ISO se necessario, specialmente se si scatta in Priorità di apertura e la velocità minima dell'otturatore (come impostata nelle impostazioni) è stata raggiunta.

Ho dovuto utilizzare una velocità dell'otturatore elevata su questa immagine e non mi sono preoccupato troppo dell'apertura, quindi ho scattato in Priorità otturatore e ho usato la compensazione dell'esposizione per far apparire l'immagine come volevo. Non ho usato Auto-ISO perché volevo un'immagine bella e pulita, quindi la mia fotocamera ha regolato solo l'apertura quando ho impostato la compensazione dell'esposizione.

Modalità manuale

NOTA: Questo vale solo per i tiratori Nikon! Se utilizzi Canon, Fuji o un'altra marca, la compensazione dell'esposizione non ha alcun effetto in modalità manuale.

La compensazione dell'esposizione in modalità manuale funziona in modo leggermente diverso perché non cambia nulla quando si compone un valore. Invece, è lo stesso esposimetro della tua fotocamera che cambia in modo da poter regolare manualmente i valori di apertura, otturatore e ISO per far sì che la tua immagine appaia come desideri.

È una svolta interessante su cose che potrebbero sembrare un po 'strane all'inizio se sei abituato a cambiare automaticamente le cose quando regoli la compensazione dell'esposizione, ma una volta che inizi a utilizzare questo metodo potresti non voler mai tornare indietro.

Essenzialmente ti dà il meglio di tutti i mondi permettendoti di regolare le impostazioni di esposizione per ottenere il valore che stai cercando, puoi quindi scegliere con precisione i parametri che desideri modificare.

In modalità manuale, la regolazione della compensazione dell'esposizione cambia solo il modo in cui l'esposimetro visualizza l'esposizione. Notare come la linea verticale che indica il punto di corretta esposizione si è spostata a sinistra quando si seleziona un valore di compensazione dell'esposizione di + 2EV.

La magia del mirrorless

So che l'argomento delle fotocamere mirrorless rispetto alle reflex digitali può essere un po 'spinoso per alcuni fotografi, ma sarei negligente se non lo menzionassi almeno qui in un articolo sulla compensazione dell'esposizione.

Sebbene la stessa logica si applichi alle modalità Aperture e Shutter Priority, la grande differenza è come puoi effettivamente vedere le tue impostazioni di esposizione cambiare in tempo reale mentre guardi la tua fotocamera.

Questo schermo posteriore di questa Fuji X100F mirrorless mi mostra che la foto sarà esposta correttamente.

Questo è uno dei principali punti di forza delle riprese mirrorless, anche se va notato che le reflex digitali possono anche questo in Live View, anche se di solito con alcuni compromessi come l'autofocus più lento che di solito si verifica quando si utilizza Live View.

Posso vedere il risultato di una compensazione dell'esposizione -1EV sulle letture digitali (es. Esposimetro, istogramma, ecc.) Ma soprattutto l'immagine stessa è diminuita anche di luminosità. Questo mi aiuta a farmi un'idea molto chiara dell'effetto che questa compensazione dell'esposizione avrà sull'immagine finale.

Conclusione

Ero un po 'spaventato dall'usare la compensazione dell'esposizione perché non capivo veramente cosa stesse succedendo quando ne cambiavo il valore. Con un'idea molto migliore di ciò che la mia fotocamera sta cambiando e perché, ora sono molto più a mio agio nell'usarla quotidianamente per far sì che i miei scatti appaiano come voglio.

In effetti, spesso non cambio nemmeno più le mie modalità di misurazione e mi baso solo sulla compensazione dell'esposizione perché so cosa sta facendo alle mie foto e non ho paura di usarla. Se non l'hai mai usato molto, potresti voler andare avanti e provare. Potrebbe piacerti.

Articoli interessanti...