I miei 5 migliori documentari fotografici su YouTube

Circondarti di ispirazione è uno dei modi migliori per far ripartire la tua creatività. Visualizzando le opere degli altri, ci connettiamo con la nostra pratica fotografica. Una delle cose che preferisco fare in una pausa creativa è sfogliare YouTube. Potrei passare ore alla ricerca di documentari fotografici interessanti da guardare e studiare.

Mi sento sempre impaziente di fotografare quando scorrono i titoli di coda. Quindi ecco alcuni dei preferiti che mi piace rivisitare di volta in volta. Spero che ti piacciano tanto quanto me!

# 1 - Le molte vite di William Klein

Nota: c'è un avviso di linguaggio forte in questo video, quindi se lo trovi offensivo potresti voler passare a quello successivo.

William Klein è noto per la sua grintosa fotografia di strada e per il suo lavoro di moda con Vogue. In qualità di creatore di alcune delle immagini più iconiche del XX secolo, il fotografo francese di origine americana si è formato inizialmente come pittore. Nonostante non abbia una formazione formale come fotografo, Klein ha vinto il Prix Nadar nel 1957 per New York, un libro di fotografie che ha compilato nel 1954. Da allora, il lavoro di Klein è stato elogiato come intransigente e rivoluzionario sia nel suo approccio che nell'esecuzione.

Le molte vite di William Klein dà uno sguardo al mondo di Klein mentre prepara la sua mostra retrospettiva. Intelligente e sarcastico, Klein racconta memorie del suo passato fotografico e condivide intuizioni sul suo processo e passione per la fotografia.

# 2 - Il colorato Mr. Eggleston

Prodotto dalla BBC per la sua serie TV "Imagine", Il colorato Mr. Eggleston offre uno sguardo raro sulla vita e sul lavoro di uno dei più influenti sostenitori della fotografia. William Eggleston è nato nel 1939 a Memphis, nel Tennessee, da una famiglia di proprietari di piantagioni. È cresciuto a Sumner, Mississippi e ha trascorso sei anni studiando in varie scuole d'arte, senza mai laurearsi. Quando ricevette la sua prima macchina fotografica nel 1957, un telemetro Canon, ne rimase affascinato. Essendo uno dei primi fotografi d'arte a utilizzare la pellicola a colori, ha iniziato a registrare visivamente il mondo che lo circonda, catturando momenti quotidiani della vita con colori e luci compressi.

Gli idoli di Eggleston, Robert Frank, Henri Cartier-Bresson e Walker Evans vagavano per il mondo alla ricerca di soggetti fotografici. Ma Eggleston rimase radicato a Memphis. Sua moglie, Rosa, racconta la storia che un giorno Eggleston disse a un amico che non c'era niente da fotografare perché tutto in città era brutto. L'amico gli ha detto di “fotografare la roba brutta” che lo ha messo su un percorso che fotografa un paesaggio contemporaneo fatto di distributori automatici, lampadine, pali della corrente, fili, insegne, degrado urbano e occasionalmente soggetti umani.

Il colorato Mr. Eggleston segue il suo processo fotografico a Memphis e dintorni, isolando le sfaccettature della vita quotidiana che compongono l'immaginario denso e atmosferico del suo lavoro.

# 3 - Il genio della fotografia

Il genio della fotografia è una serie originariamente presente su BBC Four che indaga la ricca storia della fotografia. Nella serie in sei parti, il documentario esplora un aspetto del mezzo fotografico. Copre le prime incarnazioni della fotografia fino alla moderna pratica digitale.

Dall'arte alla fotografia commerciale, la serie include interviste e incontri con alcuni dei migliori al mondo, tra cui William Klein, Sally Mann, Jeff Wall e molti altri.

# 4 - Lomography: spara dal fianco

La fotocamera Lomo: scatta dal fianco è una visione colorata della storia e dello slancio del movimento lomografico. La filosofia alla base di Lomography è "Non pensare, scatta solo", incoraggiando la fotografia improvvisa non dissimile dal momento decisivo di Cartier-Bresson. Il movimento è anche accompagnato da 10 regole d'oro che incoraggiano la fotografia spontanea e attiva con meno attenzione per la tecnica fotografica formale.

Sebbene la stessa Lomografia possa essere un po 'incostante, il documentario trasmette un mondo di colori sfocati e spontaneità. Ma l'ethos Lomo non è riservato solo ai fotografi con fotocamere in plastica; gran parte della pratica lomografica può ancora attrarre coloro che dispongono di attrezzature fotografiche più hi-tech. Con regole come "Porta la tua fotocamera ovunque tu vada" e "Lomography non è un'interferenza nella tua vita, ma ne fa parte".

La Lomo Camera: Shoot from the Hip ispira un approccio divertente e creativo che può essere applicato fotograficamente su tutta la linea.

# 5 - I fotografi

Lavorare per National Geographic è un lavoro che molti fotografi sognano, ma che pochi riescono a raggiungere. Con alcuni incarichi che durano mesi, il personale addetto alle riprese del National Geographic non è solo giornalista, è artista e deve affrontare una miriade di difficoltà. Come spiega un fotografo di Nat Geo su The Photographers, Michael (Nick) Nichols, "La parte più difficile del (il) lavoro spesso non è scattare fotografie ma sopravvivere in un ambiente".

Alla ricerca di "immagini memorabili, soggetti insoliti e momenti inaspettati" in alcuni dei luoghi più unici e talvolta inospitali. I fotografi segue diversi fotografi di Nat Geo mentre catturano scatti iconici per cui la rivista è diventata famosa, offrendo immagini bellissime e uniche e approfondendo ciò che costituisce il nostro mondo.

Conclusione

I documentari fotografici sono fantastici perché ci danno uno sguardo dietro le quinte del mondo fotografico di qualcun altro. Ogni fotografo lavora in modo diverso. Quindi, quando osserviamo la pratica di un altro fotografo, è come se ci trasmettessero la propria ispirazione.

Questi sono solo alcuni dell'ampia selezione di documentari fotografici da trovare su YouTube. Quindi vai avanti, inizia il tuo elenco di preferiti e lasciati ispirare! Condividi anche la tua lista nei commenti qui sotto.

Elenco dell'editore: eccone alcuni altri che consiglio se riesci a trovarli:

  • Fotografo di guerra - James Nachtwey. Non riesco a trovare l'intero documentario su YouTube ma puoi guardare il suo discorso TED qui.
  • Il Big Bang Club parla di fotografi di cronaca in Sud Africa durante la caduta dell'Apartheid. Questo potresti dover pagare per guardarlo, ma ne vale davvero la pena.
  • Double Exposure racconta la vita della fotografa Margaret Bourke-White, una delle prime fotoreporter donne. Non riesco a trovarlo su YouTube ma guardati intorno forse puoi trovarne una copia da qualche parte.

Articoli interessanti...