Come utilizzare la compensazione dell'esposizione per assumere il controllo della tua esposizione

Non è necessario scattare in modalità manuale per avere il controllo completo sul processo di esposizione.

Quando si utilizzano modalità di scatto diverse da Manuale, la fotocamera imposta almeno uno dei tre controlli dell'esposizione (velocità dell'otturatore, apertura e / o ISO). Tuttavia, la fotocamera fornisce una sostituzione chiamata compensazione dell'esposizione. Ti dà la possibilità di modificare i valori di esposizione della fotocamera da qualcosa di diverso da quello che la fotocamera imposta automaticamente per te. In questo articolo ti mostrerò come usarlo per ottenere ogni volta l'esposizione che desideri.

Quando dovresti usare la compensazione dell'esposizione?

Innanzitutto, torniamo indietro e parliamo di quando potresti voler utilizzare la compensazione dell'esposizione. Potresti chiederti perché vorresti cambiare qualcosa, se la tua fotocamera sta già determinando il livello di esposizione corretto.

Il primo motivo è che il misuratore della tua fotocamera può essere ingannato da alcune delle condizioni che devi affrontare. Il misuratore funziona osservando i toni nella sua vista, quindi calcolandone la media. Fondamentalmente, i produttori hanno determinato che la maggior parte delle scene avrà una media di un tono di grigio medio, spesso indicato come 18% di grigio. Pertanto, se i toni nella cornice sono più scuri di questo tono di grigio medio, il misuratore mostrerà che non c'è abbastanza luce per un'esposizione corretta, e quindi il misuratore pensa che la tua immagine sarà sottoesposta. Al contrario, se i toni nella cornice sono più chiari del grigio medio, il misuratore mostrerà che c'è troppa luce per un'esposizione corretta e pensa che la tua foto sarà sovraesposta. La maggior parte delle volte il misuratore della fotocamera è corretto, ma a volte non lo è.

Alcune situazioni dovrebbero essere più luminose del grigio medio. Un classico esempio è una fotografia scattata di una scena innevata. L'esposimetro della tua fotocamera presumerà che tutta quella scena bianca della neve debba essere grigia e sceglierà quindi le impostazioni di esposizione che sottoespongono l'immagine. Ovviamente non lo vuoi. Ecco un esempio, l'immagine a sinistra è stata scattata rigorosamente dall'esposimetro della fotocamera e l'immagine a destra è sovraesposta di uno stop in base all'indicatore della fotocamera:

Una scena innevata spesso confonde il misuratore della videocamera. A sinistra, è una foto scattata con l'esposizione normale. A destra, è quella scattata dopo aver aggiunto uno stop di compensazione dell'esposizione (sovraesposizione).

Un altro esempio è la fotografia notturna, in cui l'oscurità della scena dovrebbe risultare in toni scuri nella tua foto. Tuttavia, l'esposimetro della fotocamera non lo riconoscerà e ti dirà di ravvivare l'immagine. L'uso della compensazione dell'esposizione ti consentirà di assumere il controllo e di impostare un'esposizione corretta.

Ad esempio, guarda le immagini qui sotto. Nella foto a sinistra, scattata con l'esposizione normale come da misuratore della fotocamera, ha illuminato la scena notturna e sembra un po 'sbiadita. A destra c'è un'immagine sottoesposta (secondo l'esposimetro) che ricorda più da vicino le condizioni reali della scena.

Il misuratore della fotocamera (e anche l'istogramma) ti dice che l'esposizione normale è corretta (vedi sotto). Ma il motivo per cui la fotocamera pensa che l'esposizione normale sia corretta è che la media dei toni si avvicina molto al grigio medio. Tuttavia, l'immagine sottoesposta in realtà cattura più da vicino la realtà della situazione.

Un altro motivo per cui potresti voler utilizzare la compensazione dell'esposizione è che semplicemente non ti piace l'esposizione "corretta". Potresti voler oscurare la scena per aggiungere un po 'di umore o dramma, oppure potresti voler illuminare le cose. La fotografia è in definitiva uno sforzo artistico ed è altamente soggettivo, quindi la compensazione dell'esposizione ti offre uno strumento per metterlo in pratica.

Infine, se ti iscrivi alla teoria che dovresti esporre a destra, la compensazione dell'esposizione ti consentirà di farlo in modalità fotocamera diverse da Manuale. Se non hai familiarità con questo concetto, esporre a destra significa sovraesporre leggermente le tue immagini in modo che la maggior parte dei toni appaia sul lato destro dell'istogramma (senza ritagliare nulla). Successivamente si riducono i toni in post-elaborazione e questo a volte può portare a una qualità dell'immagine leggermente migliore. La sovraesposizione avviene utilizzando la compensazione dell'esposizione.

Come funziona la compensazione dell'esposizione

Ora che sai cos'è la compensazione dell'esposizione, come la usi? Nella maggior parte dei casi, la tua fotocamera avrà un piccolo pulsante con un +/- su di esso. Questo è il pulsante che premi per modificare la compensazione dell'esposizione. Mentre si preme quel pulsante, ruotare la ghiera principale della fotocamera a destra oa sinistra (con la ghiera principale, mi riferisco alla ghiera in alto a destra della fotocamera, di solito accanto al pulsante di scatto). Ciò cambierà la compensazione dell'esposizione. Ruotando la ghiera in un modo si riduce l'esposizione e nell'altro la si aumenta. Ogni clic della ghiera di solito cambia le impostazioni di esposizione di 1/3 di stop.

Se hai una DSLR di fascia alta, la tua fotocamera avrà un secondo quadrante o rotellina sul retro della fotocamera. Quelle fotocamere di solito non hanno il pulsante +/-, ma la seconda ghiera verrà utilizzata per modificare le impostazioni di compensazione dell'esposizione. Il vantaggio è che puoi semplicemente ruotare quel quadrante con il pollice destro senza dover premere alcun pulsante.

Compensazione dell'esposizione in diverse modalità della fotocamera

Quindi cosa fa effettivamente la compensazione dell'esposizione? Sai che cambia l'esposizione, ma come fa? Modificando il diaframma? O la velocità dell'otturatore? O entrambi?

La risposta è che dipende dalla modalità in cui hai la tua fotocamera. Spiegherò cosa sta succedendo per ciascuna delle modalità della fotocamera:

  • Modalità priorità diaframma - In modalità Priorità apertura, la compensazione dell'esposizione modifica la velocità dell'otturatore. Ricorda che in questa modalità, imposti l'apertura e la fotocamera imposta una velocità dell'otturatore corrispondente. Se si modifica l'apertura, la fotocamera imposta solo un'altra velocità dell'otturatore corrispondente e non vi è alcun cambiamento nel livello di esposizione. La compensazione dell'esposizione ti dà la possibilità di cambiare la velocità dell'otturatore (e il valore di esposizione complessivo) rimanendo alla stessa apertura originariamente impostata.
  • Priorità otturatore - In modalità Priorità otturatore, la compensazione dell'esposizione modifica la dimensione dell'apertura. È fondamentalmente il contrario della modalità Priorità apertura. Si imposta una velocità dell'otturatore e la fotocamera imposta un'apertura corrispondente. La compensazione dell'esposizione quindi modifica l'esposizione consentendo di modificare la dimensione dell'apertura.
  • Programma - In modalità Programma (P sulla ghiera delle modalità), la compensazione dell'esposizione modifica la velocità dell'otturatore. Almeno questo è quello che è successo sulle telecamere che ho testato. È possibile che il tuo funzioni in modo diverso o che tu possa modificarlo nel menu. Come per tante cose, questa è una buona scusa per estrarre il manuale utente della videocamera e esaminarlo.

E le modalità manuale e automatica? Questi non hanno la compensazione dell'esposizione. In modalità Manuale, la fotocamera non imposta un valore di esposizione per te in primo luogo, imposti tutto da solo. Ogni volta che si modifica l'apertura o la velocità dell'otturatore, si modifica il valore di esposizione. In modalità automatica, non c'è compensazione dell'esposizione perché non hai il controllo sull'esposizione: la fotocamera fa tutto per te. Questo è uno dei motivi per cui non dovresti mai usare questa modalità.

Qui vediamo il retro della fotocamera prima e dopo aver applicato uno stop di compensazione dell'esposizione. Nell'esempio a sinistra, la fotocamera mostra un'esposizione normale con una velocità dell'otturatore di 1/500 di secondo. Nell'esempio a destra, la velocità dell'otturatore viene ridotta di 1 stop a 1/1000 di secondo e la lettura del contatore lo riflette.

Bracketing dell'esposizione

Mentre parli della compensazione dell'esposizione, c'è un argomento correlato che potresti trovare utile. È il bracketing automatico dell'esposizione (AEB, o semplicemente bracketing). È qui che imposti la tua fotocamera per scattare più foto di seguito con la prima con esposizione normale, la successiva sottoesposta e l'ultima sovraesposta (se hai Canon potrebbe sembrare più simile a questa: sottoesposta > normale> sovraesposta, puoi anche cambiare l'ordine su una Nikon se vai alle impostazioni del menu).

Quando attivi la funzione nel menu della fotocamera, imposti la quantità di sotto e sovraesposizione. La fotocamera scatta da tre a cinque foto in rapida successione (a seconda della fotocamera, se scatti Canon devi anche impostare la modalità di guida su burst ad alta velocità). In un certo senso, questo realizza la stessa cosa della compensazione dell'esposizione, perché stai impostando una certa quantità di sottoesposizione o sovraesposizione.

Perché dovresti farlo? Diverse ragioni. Di solito entra in gioco quando c'è un'ampia divergenza di toni nell'immagine. Utilizzando un po 'di fusione in seguito, è possibile utilizzare i toni più luminosi dell'immagine sottoesposta e i toni più scuri dell'immagine sovraesposta. Inoltre, se intendi utilizzare un'elaborazione ad alta gamma dinamica sulle tue immagini, dovresti avere più immagini con cui lavorare. Infine, potresti semplicemente pensarlo come "assicurazione dell'esposizione" per scatti importanti per assicurarti di aver centrato l'esposizione.

Conclusione

Vogliamo tutti essere in grado di assumere il controllo completo sul processo di esposizione, ma non tutti vogliamo lavorare in modalità Manuale. Quando lavori in una modalità come la modalità Priorità apertura, la fotocamera ti offre molti vantaggi: la velocità è la principale. Aggiungendo la compensazione dell'esposizione al processo, è possibile ottenere la velocità di altre modalità, insieme al controllo manuale.

Se non hai mai utilizzato la compensazione dell'esposizione prima, provaci. Se hai familiarità con esso, interpella di seguito con i tuoi suggerimenti ed esperienze.

Ulteriori informazioni da Jim Hamel

Se ti è piaciuto il consiglio di Jim in questo tutorial, dai un'occhiata ai suoi due corsi dPS popolari:

  • Fotografia notturna: un inizio per completare il corso online per la creazione di foto dinamiche
  • 31 giorni per diventare un fotografo migliore

Articoli interessanti...