5 cose da fare a ogni foto in Lightroom per migliorare le tue foto

Lightroom, come ormai tutti dovremmo sapere, è uno strumento potente che ti consente di ottenere il massimo dai tuoi file raw. Per molti fotografi, è una soluzione all-in-one per il flusso di lavoro di post-elaborazione. Per altri, è solo un trampolino di lancio prima di spostare il file su Photoshop. Sebbene non ci siano regole rigide su ciò che fai alle tue immagini in questa fase, ci sono alcune cose da fare per ogni foto in Lightroom che renderanno il tuo flusso di lavoro più facile e possono aiutarti a lucidare leggermente le tue immagini un po 'di più.

Lightroom è uno strumento inestimabile sia per organizzare che per elaborare le tue immagini. Non esiste un flusso di lavoro valido per tutti, ma ci sono alcune cose che puoi fare per ogni foto.

1. Profilo colore

La prima delle cose da fare per ogni foto in Lightroom è impostare il profilo colore della tua immagine.

Sotto questa scheda nella parte superiore del modulo Base, troverai diversi preset (come Paesaggio, Ritratto e Neutro) che cercano di emulare queste impostazioni all'interno della tua fotocamera.

L'utilizzo di questi preset può aiutarti a iniziare bene la tua immagine. Regoleranno i colori e il contrasto nella tua immagine a un punto di partenza decente per il tipo di immagine che hai. Da lì puoi mettere a punto in qualsiasi modo tu voglia.

L'utilizzo dei profili colore è un modo potente per gestire i colori nelle immagini. Sia che utilizzi un profilo predefinito o personalizzato, questo è un buon strumento con cui familiarizzare.

Come puoi vedere, l'uso del predefinito Paesaggio su un ritratto è qualcosa che non vuoi fare molto spesso, ma le opzioni disponibili possono essere un potente inizio per regolare le tue immagini.

Il punto in cui il profilo colore diventa davvero unico è quando si utilizza uno strumento esterno per creare profili colore personalizzati. Strumenti come ColorChecker Passport di X-Rite consentono di creare un profilo colore personalizzato per ogni singola scena e configurazione di illuminazione. Ciò consente di ottenere colori accurati per ogni singola situazione.

Per utilizzare questa funzione, dovrai creare il tuo profilo personalizzato con il software esterno per lo strumento che stai utilizzando. Quindi lo importi in Lightroom, dove lo troverai nella sottosezione della scheda Profilo colore denominata Profili.

Nel caso di ColorChecker Passport, questa operazione è facile come creare il profilo e riavviare Lightroom, dove ti aspetterà.

La creazione di un profilo colore personalizzato (tramite ColorChecker Passport) ha assicurato che il punto di partenza dell'immagine sia una rappresentazione accurata dei colori come erano nella vita reale.

2. Bilanciamento del bianco

Con il tuo profilo colore impostato, ora puoi rivolgere la tua attenzione al bilanciamento del bianco. Mi piace iniziare ogni immagine con un bilanciamento del bianco il più neutro possibile. Potresti modificarlo drasticamente in seguito, ma sento che l'intero processo è più facile con un bilanciamento del bianco neutro dall'inizio.

Se lo fai a occhio, puoi usare i cursori Temp e Tinta nel modulo Base per regolare come preferisci.

Presta molta attenzione ai bianchi e ai grigi nelle tue immagini e cerca di farli sembrare il più neutri possibile. Quando lo faccio in questo modo, mi piace ingrandire il più possibile i blocchi di tono e colore (come pelle e sfondi) per vedere quale effetto stanno avendo le mie regolazioni.

Lo strumento Bilanciamento del bianco è basilare, ma è comunque molto potente. Trovo che iniziare con un bilanciamento del bianco neutro funzioni bene (anche se questa non è una regola).

Se utilizzi uno strumento esterno (come una scheda grigia) per impostare il bilanciamento del bianco, puoi farlo invece con il tuo metodo preferito.

L'utilizzo di una scheda grigia o di un altro strumento per ottenere un bilanciamento del bianco accurato può aiutare a risparmiare tempo e garantire la massima precisione.

3. Nitidezza

Un'altra delle cose da fare per ogni foto in Lightroom è impostare l'impostazione della nitidezza (in Dettagli) su "0". La ragione di ciò è che l'utilizzo di questa funzione in Lightroom tratta la nitidezza come una regolazione globale che influisce sull'intera immagine. Lo fa anche all'inizio del tuo flusso di lavoro, mentre io preferisco fare lo sharpening alla fine della fase di post-elaborazione.

Il dispositivo di scorrimento della nitidezza in Lightroom non offre un grande controllo. Utilizza invece un altro metodo che ti consenta di mettere a punto gli effetti alla fine del tuo flusso di lavoro.

Disattivando l'affilatura a questo punto, ti concedi un controllo molto maggiore sul processo. Una volta che sei in Photoshop, sarai in grado di aumentare la nitidezza con molta più precisione di quella fornita dal cursore in Lightroom grazie ai vari strumenti di nitidezza e ad altre funzionalità come le maschere di livello.

Un esempio di una maschera di livello per un livello di nitidezza in Photoshop. Questa quantità di controllo sarebbe molto difficile da ottenere in Lightroom.

Inoltre, poiché la quantità di nitidezza che utilizzi dipenderà dall'output (un file di grandi dimensioni per la stampa sarà più nitida di un file di piccole dimensioni per l'utilizzo sul Web), l'utilizzo della nitidezza in Lightroom all'inizio del flusso di lavoro potrebbe effettivamente riportarti indietro.

Se non utilizzi Photoshop, puoi sempre impostare la nitidezza su "0" e quando arriva il momento di esportare le tue immagini per qualsiasi output richiesto, puoi creare una copia virtuale dell'immagine finita e affinare quella copia di conseguenza.

4. Rumore

A meno che il rumore nelle tue immagini non sia abbastanza grave, lo strumento di riduzione del rumore in Lightroom è piuttosto buono.

Nella sezione Dettagli, questi cursori ti permetteranno di ridurre l'impatto di qualsiasi rumore nelle tue immagini.

Come con le altre cose da fare per ogni foto in Lightroom menzionata in questo articolo, è importante farlo nella fase iniziale della tua immagine poiché l'effetto potrebbe alterare drasticamente il modo in cui appare la tua immagine e l'approccio che hai nei suoi confronti in ulteriore post-elaborazione.

La riduzione del rumore incorporata di Lightroom di solito funziona bene. Se c'è del rumore nella tua immagine, usalo bene. Se non c'è rumore lascialo a 0 perché rischierai di perdere qualche dettaglio.

5. Correzioni della lente

L'ultima delle cose che ti suggerisco di fare per ogni foto in Lightroom è usare lo strumento nella sezione Correzioni obiettivo.

La selezione della casella Aberrazione cromatica ti aiuterà a gestire tutti i casi tranne i peggiori casi di aberrazione cromatica. Lightroom fa un ottimo lavoro e, nella maggior parte dei casi, non dovrai fare altro che fare clic su questa casella.

Se devi andare oltre, i cursori nella sezione Manuale ti aiuteranno a lavorare brevemente su qualsiasi aberrazione cromatica presente nelle tue immagini.

Lo strumento Correzioni obiettivo consente di correggere le aberrazioni cromatiche e correggere l'obiettivo utilizzato.

Spuntare la casella Abilita correzioni profilo è una delle cose più utili che puoi fare per creare le tue immagini fin dall'inizio. Finché utilizzi un obiettivo con un profilo obiettivo in Lightroom (puoi crearne uno manualmente se non lo è), l'utilizzo di questo strumento apporterà modifiche alle tue immagini che compensano quella singola lente.

La distorsione e la vignettatura sono due delle cose più importanti che questo strumento corregge e questo può avere un effetto drammatico su come appaiono le tue immagini.

A sinistra: nessuna correzione. Destra: con correzioni dell'obiettivo. La differenza è sottile, ma c'è molto. L'applicazione del profilo ha corretto sia la distorsione che la vignettatura.

La fine

Sebbene questo sia un elenco semplice, è spesso molto facile trascurare alcuni di questi passaggi una volta che sei in Lightroom. L'entusiasmo di guardare le tue immagini e iniziare con le regolazioni una volta che le hai importate è una cosa difficile da ignorare.

Tuttavia, dedicare i pochi momenti necessari per implementare questi passaggi può aiutarti a ottenere risultati più naturali e raffinati con uno sforzo minimo all'inizio della fase di post-elaborazione.

Alla fine, spero che troverai queste cose da fare a ogni foto in Lightroom utili per il tuo viaggio di fotoritocco.

Se c'è un passaggio che pensi avrei dovuto includere qui, sentiti libero di aggiungerlo ai commenti.

Articoli interessanti...