Recensione VR Nikon 1 30-110mm

Questa è una recensione approfondita del nuovo obiettivo Nikon 1 30-110mm f / 3.8-5.6 VR, noto anche come "1 Nikkor VR 30-110mm f / 3.8-5.6", annunciato il 21 settembre 2011 appositamente per il nuovo sistema Nikon 1, insieme ad altri tre obiettivi e alle nuove fotocamere Nikon V1 e J1. Il Nikon 1 30-110mm f / 3.8-5.6 VR è un teleobiettivo di livello consumer progettato per il nuovo sistema di fotocamere Nikon 1 per completare l'obiettivo del kit Nikon 1 10-30mm f / 3.5-5.6 VR.

Con la sua lunghezza focale di 30-110 mm sul sensore Nikon 1 CX (fattore di ritaglio 2,7x), la sua copertura è equivalente a quella di un obiettivo 81-297 mm nel formato 35 mm. L'apertura variabile di f / 3.8-5.6 significa che la sua apertura massima (massima) cambia tra f / 3.8 af / 5.6, a seconda della lunghezza focale. È un obiettivo molto leggero e, simile agli obiettivi intercambiabili di altri produttori di fotocamere mirrorless compatte, l'obiettivo è pieghevole, il che lo rende anche abbastanza compatto per i viaggi e il trasporto.

In questa recensione, fornirò un'analisi approfondita dell'obiettivo Nikon 1 30-110mm f / 3.8-5.6 VR, insieme a campioni di immagini e confronti con altri obiettivi Nikon 1 come Nikon 1 10-30mm f / 3.5-5.6 VR e Nikon 1 10-100mm f / 4.5-5.6 VR.

NIKON 1 V1 + 1 NIKKOR VR 30-110mm f / 3.8-5.6 @ 55.1mm, ISO 100, 1/15, f / 4.2

Specifiche VR Nikon 1 30-110 mm

  • Tipo di montaggio: Nikon 1
  • Gamma di lunghezze focali: 30-110 mm
  • Rapporto di zoom: 3,7x
  • Apertura massima: f / 3.8
  • Aperatura minima: f / 16
  • Formato: CX
  • Angolo di campo massimo: 29 ° 40 "
  • Angolo di campo minimo: 8 ° 20 "
  • Elementi dell'obiettivo: 18
  • Gruppi lenti: 12
  • Fattore di conversione ottica: 2,7x
  • Formati compatibili: CX
  • Stabilizzazione dell'immagine VR (riduzione vibrazioni): Sì
  • Lame Diaphram: 7 (apertura arrotondata del diaframma)
  • Elementi in vetro ED: 2
  • Autofocus: sì
  • Messa a fuoco interna: sì
  • Distanza minima di messa a fuoco: 3,3 piedi (1 m)
  • Dimensione filtro: 40,5 mm
  • Accetta il tipo di filtro: a vite
  • Funzione di ritrazione del barilotto dell'obiettivo: rotazione dell'anello dello zoom (manuale)
  • Dimensioni: (circa) 2,4 × 2,4 pollici (diametro x lunghezza), 60 × 61 mm (diametro x lunghezza)
  • Peso: (circa) 6,2 once (175 g)
  • Accessori in dotazione: copriobiettivo anteriore a scatto LC-N40.5, copriobiettivo posteriore LF-N1000, paraluce a baionetta HB-N103

Specifiche dettagliate per l'obiettivo, insieme a grafici MTF e altri dati utili possono essere trovati nel nostro database di lenti.

Gestione e costruzione dell'obiettivo

Se in passato hai utilizzato obiettivi Nikon Nikkor, non rimarrai deluso dai nuovi obiettivi Nikon 1. La Nikon 1 30-110mm VR è costruita molto bene, nonostante le sue dimensioni relativamente compatte (per un teleobiettivo). La base del barilotto dell'obiettivo sembra essere realizzata con la stessa plastica resistente che Nikon utilizza nei suoi obiettivi DSLR. Lo spesso anello zoom in gomma con base in plastica ha una trazione abbastanza buona per ingrandire e rimpicciolire facilmente con le dita e si trova tra due sottili anelli di metallo, uno dei quali ha segni di lunghezza focale su di esso. La parte superiore dell'obiettivo ha un altro anello di metallo, che è lì per l'estetica. L'obiettivo utilizza un meccanismo a lente retrattile, simile all'1 Nikkor VR 10-30 mm f / 3.5-5.6, che riduce le dimensioni dell'obiettivo a circa 61 mm e lo blocca in posizione quando è completamente ritratto. Ecco un confronto delle dimensioni tra gli obiettivi 1 Nikkor:

NIKON D3S + 24-70 mm f / 2.8 a 70 mm, ISO 800, 1/100, f / 4.0

Il barilotto è completamente esteso a una lunghezza focale di 110 mm, che quasi raddoppia la lunghezza dell'obiettivo, quindi è sicuramente bello poterlo chiudere quando non lo si utilizza. Nikon ha pensato molto alla nuova linea di obiettivi Nikon 1 e ha sviluppato l'attacco CX da zero. Rispetto agli attuali attacchi DX / FX Nikon con 8 contatti, gli obiettivi e le fotocamere Nikon 1 hanno un totale di 12 contatti, il che consente una maggiore comunicazione tra le fotocamere e gli obiettivi Nikon 1. Di conseguenza, molte delle funzioni dell'obiettivo sono ora controllate dalla fotocamera, quindi tutti i pulsanti e gli interruttori aggiuntivi sono stati eliminati. Anche l'anello di messa a fuoco manuale è stato rimosso per semplificare il funzionamento dell'obiettivo. C'è un solo pulsante sull'obiettivo situato sull'anello dello zoom e ha un duplice scopo: viene utilizzato per comprimere o estendere l'obiettivo e per accendere la fotocamera. Mi piace molto il fatto che la fotocamera si accenda quando l'obiettivo è esteso: una cosa in meno da fare quando si scattano foto (purtroppo, chiudendo l'obiettivo non si spegne la fotocamera). Un altro risultato positivo della nuova montatura CX con contatti extra è la possibilità di aggiornare il firmware dell'obiettivo tramite la fotocamera, cosa che non è mai stata possibile prima. Ora viene visualizzato un firmware "L" aggiuntivo oltre ai tradizionali "A" e "B" in "Versione firmware" nel menu di configurazione della fotocamera, che mostra il firmware su cui è in esecuzione l'obiettivo. Nikon ha già identificato e risolto un grave problema con la riduzione delle vibrazioni sull'obiettivo Nikon 1 30-110 mm VR e ha rilasciato un aggiornamento del firmware.

Proprio come il resto degli obiettivi Nikon 1, il Nikon 1 30-110 mm ha un attacco in metallo, il che è sorprendente, perché gli obiettivi di questo calibro di Nikon hanno tipicamente attacchi in plastica. Questa è un'ottima notizia per i proprietari del sistema Nikon 1, perché significa che tutti i futuri obiettivi CX molto probabilmente avranno anche attacchi in metallo, anche su obiettivi zoom economici. Assente invece la guarnizione in gomma sull'attacco dell'obiettivo che Nikon ha messo su tutti i nuovi obiettivi AF-S, il che potrebbe rendere l'obiettivo e la fotocamera più suscettibili alla polvere. Al momento, nessuno dei componenti del sistema Nikon 1 (inclusi tutti gli obiettivi attuali) è resistente alle intemperie. Una nota positiva, ho usato la Nikon 1 30-110mm f / 3.8-5.6 VR in ambienti freddi, ventosi e molto polverosi e non ho avuto problemi con macchie di polvere che si facevano strada nella fotocamera o nell'obiettivo.

NIKON 1 J1 + 1 NIKKOR VR 30-110mm f / 3.8-5.6 @ 44.2mm, ISO 100, 1/1250, f / 5.0

Nonostante le sue dimensioni compatte, la Nikon 1 30-110 mm sfoggia caratteristiche ottiche impressionanti come la riduzione delle vibrazioni (VR), il rivestimento super integrato (SIC), la messa a fuoco interna (IF) e il motore AF a passo silenzioso (STM). Riduzione vibrazioni è il termine di Nikon per la stabilizzazione dell'immagine, che è una funzione molto utile in situazioni di scarsa illuminazione, dove il movimento della fotocamera e la bassa velocità dell'otturatore possono rendere le immagini sfocate. Il rivestimento super integrato aiuta a ridurre i riflessi dell'obiettivo e le immagini fantasma. La messa a fuoco interna significa che il barilotto dell'obiettivo non cambia quando l'obiettivo mette a fuoco. E infine, Silent Stepping AF Motor è un nuovissimo motore sviluppato appositamente per gli obiettivi CX, che consente un funzionamento autofocus super veloce e quasi silenzioso.

La Nikon 1 30-110mm f / 3.8-5.6 VR ha un design ottico complesso composto da un totale di 18 elementi dell'obiettivo (in 12 gruppi), 2 dei quali sono elementi asferici. Gli elementi asferici riducono notevolmente le aberrazioni dell'obiettivo come l'aberrazione sferica e cromatica e aumentano notevolmente la nitidezza dell'obiettivo. Anche il Nikon 50mm f / 1.4G non ha un singolo elemento asferico al confronto.

A differenza dell'obiettivo del kit VR Nikon 1 10-30 mm, il kit VR Nikon 1 30-110 mm viene fornito con un paraluce in plastica "HB-N103". Nikon ha imballato il paraluce con l'obiettivo per un motivo: i teleobiettivi sono in genere molto più inclini alle immagini fantasma e ai riflessi rispetto agli obiettivi grandangolari. Vedi maggiori informazioni su questo nella sezione "Ghosting e Flare" più in basso.

NIKON 1 J1 + 1 NIKKOR VR 30-110mm f / 3.8-5.6 @ 57.2mm, ISO 400, 1/25, f / 5.6

Prestazioni e precisione dell'autofocus

Come ho già sottolineato nella mia recensione Nikon 1 V1, il nuovo sistema di messa a fuoco automatica sul sistema Nikon 1 è fenomenale rispetto ad altri concorrenti mirrorless. È molto veloce e preciso, grazie al sistema di autofocus ibrido che Nikon ha sviluppato appositamente per le fotocamere Nikon 1. L'autofocus ibrido è una combinazione di AF con rilevamento di fase e contrasto che lavorano insieme per ottenere una messa a fuoco rapida e precisa. Per il funzionamento ibrido dell'autofocus molto più veloce, Nikon ha dovuto sviluppare un nuovissimo motore per obiettivo AF chiamato "Silent Stepping AF Motor" (STM). Rispetto al "Silent Wave Motor" (SWM) che Nikon utilizza sui suoi ultimi obiettivi AF-S, STM è molto più silenzioso e veloce.

NIKON 1 J1 + 1 NIKKOR VR 30-110mm f / 3.8-5.6 @ 32.8mm, ISO 400, 1/10, f / 11.0

Ho avuto un'esperienza molto positiva con le prestazioni dell'autofocus e la precisione dell'obiettivo Nikon 1 30-110 mm. Acquisisce davvero la messa a fuoco rapidamente, in silenzio e, soprattutto, in modo accurato. Ho scattato diverse centinaia di immagini con l'obiettivo 30-110 mm e ho avuto difficoltà a trovare immagini sfocate. La grande profondità di campo dovuta al piccolo sensore del fattore di ritaglio 2,7x gioca sicuramente un ruolo qui, ma ho già scattato con fotocamere punta e scatta con sensori ancora più piccoli e sono riuscito a ottenere molte più immagini sfocate.

Riduzione delle vibrazioni

La tecnologia di stabilizzazione dell'immagine / riduzione delle vibrazioni presente sull'obiettivo Nikon 1 30-110mm f / 3.8-5.6 è molto simile alla tecnologia VR presente sui moderni obiettivi DSLR: è molto efficace quando si scatta con tempi di posa lenti. Ci sono, tuttavia, alcune differenze nel modo in cui la VR viene distribuita sulle nuove fotocamere mirrorless rispetto agli obiettivi DSLR. Innanzitutto, la VR non si attiva sugli obiettivi DSLR a meno che il pulsante di scatto non sia premuto a metà (o AF-ON premuto). Questo non è il caso delle fotocamere mirrorless Nikon: quando la VR è attivata nella configurazione della fotocamera, è costantemente attiva. Non è necessario premere a metà il pulsante di scatto: sarà sempre attivo. Questo sembra essere un difetto nel design del sistema Nikon 1, perché avere la VR sempre attiva avrà il suo pedaggio sulla durata della batteria.

In secondo luogo, la VR non è più controllata tramite gli interruttori dell'obiettivo, ma piuttosto dall'interno del menu della fotocamera (come riportato in precedenza). Infine, per qualche strana ragione, entrambe le fotocamere Nikon 1 J1 e V1 sono state spedite con la VR attivata in modalità "Attiva". Questo è piuttosto strano, perché la modalità attiva dovrebbe essere utilizzata quando una persona si trova su una piattaforma mobile (all'interno di un'auto, su una barca, ecc.). Non sono sicuro che si tratti di un problema del firmware, ma sarebbe interessante scoprire esattamente perché Nikon ha deciso di farlo. Nonostante queste differenze e i problemi segnalati, la riduzione delle vibrazioni funziona alla grande. Lo lascerei in modalità "Normale" all'interno della configurazione della fotocamera e lo spegnerei solo quando si monta la fotocamera su un treppiede.

NIKON 1 J1 + 1 NIKKOR VR 30-110 mm f / 3.8-5.6 a 30 mm, ISO 100, 1/200, f / 8.0

Articoli interessanti...