RAW contro JPEG.webp: qual è quello giusto per te e perché?

La maggior parte delle fotocamere oggi può scattare foto in uno dei due formati principali: RAW rispetto a JPEG.webp. Il dibattito su quale formato utilizzare è antico quanto la fotografia digitale stessa e Internet è pieno di articoli, blog, video e seminari che illustrano le differenze tra i formati e le opinioni su quale utilizzare.

Alla fine, la questione di quale sia la scelta corretta diventa intrisa di soggettività. Non esiste un'unica risposta oggettiva corretta, che è una lezione che ho imparato nel corso di molti anni. Invece di chiedere quale sia l'opzione giusta, la vera domanda dovrebbe essere quale sia l'opzione giusto per te .

File JPEG.webp direttamente dalla fotocamera.

Differenziando tra i formati

Comprendere la differenza tra i formati di file RAW e JPEG.webp è un po 'complicato poiché entrambi sembrano in qualche modo simili a prima vista. Dopotutto, quando carichi uno dei tipi di file in Lightroom o in un altro editor di foto, vedi più o meno la stessa cosa.

Tuttavia, quando scatti una foto in RAW, stai salvando tutti i dati che il sensore della fotocamera può raccogliere. Mentre un file JPEG.webp scarta alcuni dati a favore della creazione di un'immagine che occupa meno spazio sulla scheda di memoria ed è facile da condividere. Con i file RAW ottieni un'enorme flessibilità in termini di modifica del file e molti fotografi preferiscono questo come un modo per ottenere il massimo dalle loro immagini.

RAW è in qualche modo paragonabile alla pellicola analogica in quanto i file RAW possono essere manipolati, massaggiati e modificati per riportare in vita i dettagli delle aree scure, recuperare nuvole cristalline da quello che pensavi fosse uno skyline sovraesposto e migliorare le immagini in modo drammatico in quasi tutti i modi .

I file JPEG.webp non offrono la stessa flessibilità, ma presentano alcuni vantaggi significativi di per sé. Il più notevole dei quali è una dimensione del file molto più piccola e la facilità di condivisione, poiché i file JPEG.webp non devono essere convertiti in un programma come Lightroom, Photoshop, Luminar, ecc.

Non è stato RAW o JEPG che mi ha aiutato a ottenere questa foto. Era una comprensione, sviluppata in anni di pratica, di come la luce, l'apertura, la lunghezza focale e altri parametri possono essere manipolati per creare un'immagine avvincente.

La cosa importante da notare è che nessuno dei due formati è intrinsecamente migliore dell'altro e ognuno ha i suoi usi. Per illustrare cosa intendo, condividerò un po 'della mia esperienza.

Iniziando da zero

Il mio viaggio attraverso il continuum RAW rispetto a JPEG.webp è iniziato poco dopo aver preso sul serio la fotografia digitale molti anni fa, in un modo non dissimile da molti fotografi. Quando ho ricevuto la mia prima DSLR non sapevo nulla di RAW e invece ho giocherellato con diverse impostazioni JPEG.webp per trovare un equilibrio tra qualità e quantità.

Alla fine ho optato per la compressione Media e Media in modo da essere sicuro di poter scattare oltre 4000 immagini prima di esaurire lo spazio sulla mia scheda di memoria. Avevo sentito parlare dell'impostazione RAW ma l'ho ignorata poiché mi avrebbe permesso di inserire solo un paio di centinaia di scatti sulla mia scheda di memoria, il che sembrava sciocco rispetto a diverse migliaia.

Con il passare dei mesi, sono rimasto incuriosito dalla flessibilità offerta dal formato RAW nonostante le dimensioni maggiori di ogni file immagine. Ho imparato a modificare le mie immagini in Lightroom modificando il bilanciamento del bianco, aumentando le ombre, modificando i filtri colore in modalità bianco e nero e persino applicando i filtri Radiale e Sfumato.

Mi sono presto reso conto che ne valeva la pena perché avrei potuto fare molto di più con le mie immagini in post-produzione. "Chi non vorrebbe girare in RAW?" Mi sono chiesto. Ho anche spesso coinvolto altri aspiranti fotografi nella discussione di fotografare RAW rispetto a JPEG.webp credendo che RAW fosse chiaramente il formato superiore.

Immagine originale, scattata in formato RAW.

Versione finita dopo alcune modifiche in Lightroom. Se l'originale fosse stato girato in JPG.webp non avrei mai potuto ottenere un risultato finale come questo.

Non ci è voluto molto tempo prima di riprendere tutto in RAW. I miei figli fanno colazione, le mie vacanze in famiglia, sessioni di ritratti formali, scatti naturali di animali e foglie … lo chiami, l'ho girato in RAW. Scattare in JPEG.webp, mi sono detto, era per i fanatici che non conoscevano niente di meglio!

Ogni volta che caricavo un altro giro dei miei file RAW in Lightroom (mentre prendevo qualcosa da bere e trovavo un posto dove alzare i piedi mentre venivano caricate le anteprime iniziali) sapevo che, indipendentemente da come apparivano le immagini, avevo la foto migliore in assoluto soldi di qualità potrebbero comprare.

Ero innamorato del flusso di lavoro RAW e della flessibilità di editing. Ombre troppo scure? Nessun problema, basta schiarirle con pochi cursori. Il bilanciamento del bianco è un po 'spento? Il cielo sembra un po 'troppo grigio? Macchie di polvere sull'obiettivo? Troppo rumore per lo scatto a ISO 12.800? Tutte queste preoccupazioni potrebbero essere cancellate con pochi clic e cursori e le mie immagini verrebbero immediatamente trasformate lentamente da adeguate a fantastiche.

Crepe nella facciata

Con il passare degli anni mi sono ritrovato ad imparare, crescere e cambiare come fotografo, ma ironicamente mi sono divertito sempre meno con il processo di editing. Ricordo la sensazione distinta e travolgente di oppressione fotografica che si stabiliva quando tornavo a casa dai viaggi di famiglia solo per caricare i miei file RAW in Lightroom e trovarmi di fronte a centinaia di modifiche minori da apportare a ciascuna di esse prima di essere soddisfatto dei risultati.

Per ovviare a questo, ho creato un preset personalizzato di sviluppo che conteneva regolazioni di base come luci / ombre, nitidezza e chiarezza e l'ho applicato a ciascuna delle mie immagini al momento dell'importazione.

Spesso passavano settimane prima che fossi pronto a condividere le mie foto perché ero bloccato nel solco di un montaggio meticoloso. Anche una semplice festa di compleanno per l'amico di mio figlio si è trasformata in un'attesa di un mese perché non volevo condividere nessuna foto a meno che non fossero regolate alla perfezione. Con una famiglia e un lavoro a tempo pieno, l'atto di modificare le mie immagini è diventato più un peso che un divertimento.

Non mi piaceva l'idea di modificare centinaia di file RAW solo per godermi le foto della mia famiglia.

Quello che mi sono reso conto dopo anni di questo lavoro è stato che semplicemente non ero interessato a raccogliere i vantaggi di scattare in RAW per la mia fotografia personale. Per il lavoro del cliente, ho continuato a girare RAW per assicurarmi che i risultati finali fossero i migliori possibili.

Ma per quasi tutte le mie foto personali, sono arrivato a uno stato mentale in cui semplicemente non mi importava di modificare ogni singola immagine. Di tanto in tanto apportavo alcune modifiche al ritaglio, ma mi sono reso conto di essere abbastanza soddisfatto dei risultati che stavo ottenendo direttamente dalla mia fotocamera.

Non ho osato scattare in JPEG.webp però perché I veri fotografi scattano in RAW… o almeno così pensavo. Non volevo ammettere che RAW non stava facendo molto per me e pensavo che scattare in JPEG.webp equivaleva ad ammettere che non sapevo cosa stavo facendo. Che non potevo gestire le corde di ciò che significava essere un vero fotografo, un vero artista.

Avviene una rivelazione

Questo stato di confusione e insicurezza è continuato fino alla fine del 2017, quando mi sono imbattuto in questo video di Tony Northup.

Guardarlo è stata in qualche modo una rivelazione e mi ha aiutato a capire che non ero meno un fotografo se scattavo in qualcosa di diverso dal formato RAW. Mentre c'è sicuramente qualcosa da dire per catturare immagini con la massima qualità possibile, c'è anche qualcosa da dire per velocità e praticità, entrambe le aree in cui il JPEG.webp eccelle.

Quello che ho capito guardando indietro alle mie immagini degli ultimi anni è che sono migliorato notevolmente negli aspetti della fotografia che scattare in RAW non può risolvere affatto. Ho imparato la composizione, l'illuminazione, la cattura di emozioni, quando scattare, come chiedere il permesso a sconosciuti e persino come condividere le immagini online in modo più efficace.

Ho imparato a posare la macchina fotografica e godermi il momento, e ho imparato che non tutto nella vita ha bisogno di essere fotografato verso l'infinito. RAW non può essere d'aiuto se i miei figli non sono a fuoco o se i miei angoli sono pessimi e ho imparato a prestare maggiore attenzione al mio esposimetro e alle impostazioni di esposizione, quindi non lo faccio bisogno per recuperare luci e ombre in post-produzione come ho fatto all'inizio.

JPEG.webp direttamente dalla fotocamera.

Permesso di essere imperfetto

Ancora più importante, sono arrivato in un posto come fotografo in cui non ho bisogno che tutte le mie foto siano perfette. Quando guardo gli album di foto di quando ero bambino quasi nessuna delle immagini è l'ideale. Molti sono un po 'sotto o sovraesposti, l'inquadratura non è sempre corretta e ci sono molti problemi di occhi rossi che potrebbero essere risolti grazie all'uso copioso del suo flash esterno da parte di mio padre. Ma sono le emozioni, i sentimenti, i ricordi e le persone in quelle immagini che contano davvero di più per me.

Quando scorro le immagini di 15 anni fa, quando io e mia moglie avevamo solo una piccola macchina fotografica tascabile, non mi interessa che la maggior parte di esse siano file JPEG.webp a bassa risoluzione. È ciò che è nelle immagini che conta, e al giorno d'oggi preferisco passare il mio tempo a catturare buone foto piuttosto che modificare i miei file RAW.

Una foto di me e dei miei amici durante una gita scolastica a Disney World nel 1997. Potrebbe non essere perfetta ma non ho bisogno che lo sia. Sono le persone e i ricordi che mi interessano, non se è stato girato in RAW o JPEG.webp. (Spoiler: è stato girato su pellicola!)

Abilitare l'opzione JPEG.webp sulla mia fotocamera è stata come una boccata d'aria fresca e sono tornato a godermi la fotografia in un modo che non facevo da anni. Sto sperimentando con le simulazioni ACROS e Classic Chrome integrate della mia fotocamera Fuji e ho persino creato quello che fondamentalmente equivale a un preset Lightroom nella mia fotocamera aggiungendo alcune regolazioni di luci / ombre / nitidezza utilizzando le varie opzioni di menu. È molto divertente, non richiede modifiche extra in Lightroom e torno a divertirmi con la fotografia come facevo tanti anni fa.

Scegli entrambi

Soprattutto, è importante capire che le riprese in RAW rispetto a JPEG.webp non devono essere una rigorosa dicotomia. Ci sono voluti molti anni, ma ora mi sento a mio agio sapendo quando usare RAW, quando usare JPEG.webp e comprendendo i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno. Anche se per lo più scatto JPEG.webp per istantanee casuali, di tanto in tanto passo al RAW se penso che la situazione lo richieda.

Ho scelto di utilizzare RAW invece di JPEG.webp per questa istantanea perché sapevo che avrei dovuto affrontare alcune luci e ombre scure e sarei stato in grado di rifinire l'immagine in Lightroom per ottenerla come volevo se avessi scattato in RAW.

Trovare una soluzione che funzioni per te

Il motivo per cui non c'è risposta alla domanda se usare RAW o JPEG.webp è che ogni fotografo deve capire il proprio approccio. Per me, scattare JPG.webp va bene nella maggior parte delle situazioni. Si potrebbe obiettare che non sto ottenendo dalle mie immagini tanto quanto potrei essere, e forse questo è davvero vero.

Ma se l'uso di RAW mi fa temere il processo di modifica e abbattere del tutto la mia fotografia, direi che scattare in RAW mi fa effettivamente ottenere meno dalle mie foto di quanto potrei essere se stessi usando JPEG.webp.

Quando eseguo sessioni formali per i clienti, utilizzo sempre RAW anche se penso che potrebbe non averne bisogno. È una rete di sicurezza che è tornata utile fin troppo spesso.

Conclusione

Dovrei anche notare che molte fotocamere possono offrire il meglio di entrambi i mondi permettendoti di scattare in modalità RAW + JPEG.webp. Se ti piace il file JPEG.webp, fantastico! E in caso contrario, hai il file RAW che puoi modificare a tuo piacimento. Se sei indeciso, questa potrebbe essere un'opzione da considerare, ma fai attenzione che riempirà le tue schede di memoria molto più velocemente di quanto potresti immaginare.

In chiusura voglio offrire un ultimo consiglio, o meglio, ribadire un punto a cui ho accennato in precedenza. Non permettere a nessuno di dirti che il tuo metodo, approccio o punto di vista non è valido. Se ti piace il RAW, fantastico! Vai avanti e usalo. Se preferisci il JPEG.webp, non sei meno un fotografo di qualcuno che giura per RAW.

Consiglierei di imparare il più possibile e di sperimentare con le opzioni disponibili in modo da poter prendere una decisione informata. Ma alla fine della giornata, se ti piacciono i risultati che ottieni dal tuo approccio, allora, con tutti i mezzi, vai avanti e fallo. Ora smetti di leggere, esci da Internet, prendi la fotocamera ed esci a scattare qualche foto!

Articoli interessanti...