13 Suggerimenti per migliorare i ritratti all'aperto

I ritratti all'aperto presentano ai fotografi ritrattisti una varietà di sfide e opportunità. Oggi, James Pickett suggerisce 13 suggerimenti per aiutarti con il tuo lavoro di ritratti all'aperto.

Quando ho acquistato la mia prima reflex digitale, c'è stato un sospiro di sollievo. Sarebbe stato tutto molto più semplice e non avrei più dovuto pensare.

Conosci lo scenario: estrai la fotocamera, carichi le batterie, fai una passeggiata per casa e per la strada, scattando le stesse foto che hai scattato ogni volta che una nuova fotocamera è entrata nella tua vita.

"Questo è fantastico", pensi a te stesso. "Questo renderà la mia vita molto più facile!" Mi sbagliavo. In effetti, mi sbagliavo di grosso.

Ci sono tre cose molto semplici che migliorano tutta la fotografia, compresi i ritratti. Fino ad oggi, non ho trovato alcun trucco che sostituisca la necessità di corretta esposizione, bilanciamento del bianco, e messa a fuoco nitida.

1) Non selezionare mai tutti i punti AF per i ritratti; sceglierne uno

Quando scegli l'opzione di messa a fuoco automatica che consente alla fotocamera di selezionare i punti di messa a fuoco, stai rendendo i tuoi ritratti un terribile disservizio.

Questa caratteristica di una fotocamera è solitamente progettata per scegliere ciò che è più vicino all'obiettivo e mettere a fuoco lì. In alcuni casi, come con il mio 1DS Mark III, la fotocamera sceglierà un gruppo di punti AF e farà una "ipotesi migliore" basata sulla media della distanza tra tutti i punti scelti. L'utilizzo di un punto AF offre a te, fotografo, il massimo controllo.

2) Concentrati sempre sugli occhi

Gli occhi sono lo specchio dell'anima e dovrebbero essere il punto focale di ogni buon ritratto. Non solo gli occhi sono la parte più importante di un buon ritratto, ma sono l'elemento più nitido del viso e dovrebbero essere lasciati così.

Quando scatti con un valore di apertura ampio e sei concentrato sugli occhi, il bokeh dell'obiettivo aiuterà anche ad ammorbidire la pelle.

3) Scatta a tutta apertura per una profondità di campo ridotta

Ci sono parecchi motivi per investire in un obiettivo veloce capace di valori di ampia apertura; il più comune è per la profondità di campo ridotta.

Se puoi scattare a ƒ / 2.8 o ƒ / 4, dovresti usarlo. La maggior parte dei fantastici ritratti di luce naturale provengono da valori di apertura ampia, ed è tutto a causa della meravigliosa sfocatura dello sfondo che chiamiamo "bokeh".

4) Mai e poi mai scattare un ritratto a meno di 50 mm; prova a rimanere a 70 mm o superiore

L'ultima cosa che vuoi sentire da un cliente è "Perché la mia testa sembra gonfia?"

Qualsiasi lunghezza focale inferiore a 70 mm può distorcere il soggetto. Tuttavia, non diventa molto evidente fino a quando non si è al di sotto di 50 mm. L'effetto di compressione di un teleobiettivo aumenterà anche la sfocatura del bokeh. La maggior parte dei miei ritratti viene eseguita tra 120 mm e 200 mm.

5) Scatta sempre in RAW

Queste parole sono risuonate dalla mia bocca mille volte, e sicuramente ne usciranno altre un milione. Raw è una raccolta non modificata dei dati del sensore durante il tempo di esposizione. È il tuo negativo digitale. Quando si scatta in formato JPG.webp, viene rimosso tutto tranne ciò di cui il processore di immagini ha bisogno per creare una rappresentazione shell dell'immagine che si intendeva catturare. Per ogni modifica apportata a un JPG.webp, perdi più dati. Con RAW, puoi apportare una vasta gamma di modifiche prima di creare il JPG.webp.

Come può questo farti ritrarre meglio? Pensa all'ultima volta che il bilanciamento del bianco è stato impostato in modo errato e hai provato per ore a rimuovere la dominante di colore, solo per distruggere l'immagine ad ogni tentativo. RAW ti avrebbe salvato consentendo di correggere il colore prima di aprire l'immagine per il ritocco.

6) Porta sempre un cartoncino grigio o un pezzo di cartoncino grigio per il bilanciamento del bianco

Le carte grigie non sono gratuite. Tuttavia, $ 5,95 USA per una carta grigia Kodak di cartone è dannatamente vicino. Per evitare confusione, lo spiegherò al contrario. Quando si apre Adobe Camera Raw o qualsiasi altra applicazione di modifica delle immagini RAW, c'è sempre un modo per selezionare un bilanciamento del bianco personalizzato. Di solito è un contagocce di qualche tipo che puoi usare per fare clic su ciò che pensi sia grigio neutro nella tua immagine.

Immagina un mondo in cui il tuo servizio fotografico ha coinvolto 4 luoghi e un totale di 800 immagini e per tutto il giorno la fotocamera è stata impostata sul bilanciamento del bianco automatico. Ovvero 800 diversi valori di bilanciamento del bianco, un incubo di post-produzione.

Se in ogni posizione il tuo soggetto tiene il cartellino grigio al primo scatto, risparmierai ore di lavoro. Quando apri le immagini dalla prima posizione nella tua applicazione di post-produzione preferita, tutto ciò che devi fare è fare clic sul contagocce sulla scheda grigia, selezionare tutte le foto e sincronizzare il resto. Saranno risparmiate ore preziose.

(Se hai intenzione di prenderti il ​​tuo tempo, potrebbe essere saggio farlo una volta ogni 30 minuti circa per compensare il cambiamento della luce del giorno.)

7) Scatta all'ombra (evita la luce solare diretta)

La luce solare diretta è intensa, fa socchiudere il soggetto e crea ombre direzionali dure e condizioni di bilanciamento del bianco imprevedibili. Quando si scatta all'ombra, non ci sono più ombre dure, solo ombre lisce e lattiginose create dalle caratteristiche naturali del soggetto. Con un'esposizione e un bilanciamento del bianco adeguati, puoi rendere questi scatti sorprendenti.

8) Riprese con attenzione in una giornata nuvolosa.

Il softbox della natura è una gigantesca coltre di nuvole. Una buona coperta pesante di nuvolosità può aiutarti ad arricchire i tuoi colori e creare ombre molto lisce e piacevoli.

9) Se devi usare una luce calda, intensa e intensa …

Cerca sempre di controllare la direzione, usa una sorta di riflettore e cerca di imitare una luce da studio. Mettere il sole direttamente dietro il soggetto non è una buona idea, a meno che tu non stia cercando di creare una silhouette.

Quando il sole è alle mie spalle, ho il soggetto che guarda fuori dall'inquadratura (lontano dal sole) e ottengo risultati molto belli. Un altro grande trucco è aspettare che una nuvola si muova davanti al sole; questo di solito crea un aspetto molto luminoso ma contrastato.

10) Utilizzare un riflettore esistente

Ad esempio, la mia ipotesi è che circa il 75% dei camion per le consegne sul pianeta siano bianchi. Questi grandi camion per le consegne bianchi possono creare incredibili riflettori di luce di riempimento purché non siano stati dipinti con un bianco sporco. (Una tinta gialla può modificare il bilanciamento del bianco nelle ombre.) I negozi di cornici e i negozi di artigianato hanno sempre pezzi di schiuma di dimensioni medio-grandi in giro che sono stati lasciati per scarto. Di solito sono più che felici di separarsi da questi scarti e, in caso contrario, è probabile che ci siano pezzi vicino al cassonetto.

11) Impara la regola solare ƒ / 16

Perché?

Quindi hai una linea di base per una corretta esposizione nella tua mente con cui lavorare se non sono presenti altri strumenti.

La regola del sole ƒ / 16 afferma che in una giornata di sole, con il valore di apertura impostato su ƒ / 16, la velocità dell'otturatore sarà l'inverso della velocità ISO corrente. Ad esempio, se la fotocamera è impostata su ISO 100 e il valore di apertura è ƒ / 16, la velocità dell'otturatore sarà 1/100 di secondo. In una giornata nuvolosa (o quando sei all'ombra), usa semplicemente ƒ / 8. Se possiedi un esposimetro per luce incidente o una scheda grigia, utilizza uno dei due per un'esposizione più accurata.

(Nota: la procedura per misurare l'esposizione con una scheda grigia non è la stessa di un bilanciamento del bianco personalizzato.)

12) Porta da casa un lenzuolo e alcuni morsetti a molla

Lascia le costose lenzuola a 200 fili sul letto. Li hai già presi? Bene, rimettili a posto. Hai presente quel vecchio lenzuolo da quattro soldi che hai infilato in un angolo dell'armadio per usarlo come tovagliolo la prossima volta che dipingi? Vai a prenderlo.

(Un'altra opzione è quella di acquistare il lenzuolo bianco più economico che riesci a trovare.)

Un lenzuolo queen size è un fantastico diffusore economico. Una specie di softbox da sette piedi per il sole. Avvolgi un bordo del lenzuolo attorno a un ramo o una corda da bucato e fissalo per una luce di posizione.

(Ancorare gli angoli inferiori con delle pietre per evitare che il foglio penetri nella tua immagine.) Blocca tutti e quattro gli angoli a tutto ciò che puoi sopra il soggetto per una luce dall'alto.

13) Mantieni le linee elettriche e le iscrizioni!

Abbiamo già discusso di come mantenere la fotocamera focalizzata sugli occhi, ma devi anche mantenere la mente dello spettatore concentrata sull'immagine nel suo insieme. Linee elettriche, segnali, lunghi fili d'erba, singoli pezzi di immondizia e talvolta persino alberi possono essere gravi distrazioni dal fulcro generale dell'immagine: la persona che stai fotografando.

Ultimo, e più importante, divertiti a scattare! Goditi quello che stai facendo e si vedrà nel tuo lavoro (così come nell'espressione del tuo soggetto).

Alcuni suggerimenti bonus per le riprese nelle giornate nuvolose

Le nuvole sono meravigliose. Creano una gigantesca coltre di diffusione naturale della luce solare che rende le tue immagini ricche e potenti. Le nuvole possono ingannare la tua mente in modi che non puoi immaginare, proprio come la tua mente corregge il bilanciamento del bianco naturale durante il giorno.

Quando scatti in una giornata nuvolosa, è particolarmente importante utilizzare il bilanciamento del bianco personalizzato della fotocamera. Ogni giorno è completamente diverso per il colore e quel colore dipende da due cose. Primo, l'ora del giorno; la maggior parte delle persone comprende il bilanciamento del bianco e come cambia durante il giorno. Secondo, devi tenere conto di tutte le cose meravigliose che la luce deve attraversare prima che colpisca il tuo soggetto.

L'inquinamento cambia il colore della luce di minuto in minuto. Anche se i tuoi occhi non lo vedono, la tua fotocamera sì. In una giornata nuvolosa, le particelle di inquinamento vengono trasportate nel cielo da minuscole goccioline d'acqua. Ora la tua luce solare sta attraversando il prisma della natura e si riflette sulle particelle di inquinamento in infinite direzioni.

Non dimenticare di bilanciare il bianco con quel pezzo di cartone da sei dollari, la tua carta grigia Kodak.

Il segreto finale per scattare in una giornata nuvolosa è una bussola. (O hai inclinato la testa come un Chihuahua confuso o hai appena avuto un'illuminazione.) Sono un fotografo esperto, pubblicato a livello internazionale, e raramente riesco a vedere da dove proviene il sole in una giornata nuvolosa. La luce non è onnipresente; è solo diffuso, ammorbidito e sparso. La luce solare in una giornata nuvolosa è ancora direzionale e il soggetto ha ancora un lato oscuro. Usa una bussola per scoprire dove si trova il sole, mettilo alle spalle e spara come un matto. Non guarderai mai più un'immagine e ti chiederai perché il cielo è stato spento quando era così nuvoloso, o perché le nuvole sembrano grandi ma il tuo soggetto è scuro.

Articoli interessanti...