Come far crescere la tua attività di fotografia con una newsletter via e-mail

Campione dalla mia newsletter

Pronto per qualche polemica? Bene, ecco qua: una delle cose più inutili che vedo fare molti fotografi con il loro tempo è cercare di diventare popolari sui social media. Ecco, l'ho detto! Ora, per favore lasciami spiegare.

Ci sono sicuramente dei vantaggi nell'avere una forte presenza sui social media. Sarei un idiota a non rendermene conto. Cerca persone come Colby Brown, Chris Burkhard, Nicole S. Young, Trey Ratcliff, Hilary Fox, ecc. Queste persone vengono portate in giro per il mondo da compagnie grandi e piccole a causa della loro portata sociale. Il fatto è che la maggior parte di loro ha un'etica del lavoro inaudita o ha avuto delle grandi pause lungo la strada per aiutare a dare il via alla propria presenza sui social media. E indovina un po '… molti di loro hanno elenchi di newsletter (e-mail) di grande successo e di grandi dimensioni.

Quindi, quanto tempo dedichi ogni settimana a pubblicare le tue immagini su Facebook, Twitter, Google+, 500px, ecc.? Per molti di voi sono innumerevoli ore. Ti senti mai come se stessi girando le ruote? Quanto del tuo reddito hai guadagnato in questo modo?

Ho iniziato a offrire seminari attraverso la mia attività di fotografia nel gennaio del 2014. Avevo già fatto un paio di seminari locali, ma mai fuori dallo stato. Ho iniziato la mia newsletter (e-mail) nel gennaio del 2013 e ho avuto la fortuna di costruirla fino a circa 10.000 quando ho annunciato il primo seminario.

Quindi ecco il riepilogo: all'epoca probabilmente avevo circa 40-50.000 follower su Google+, 5-6.000 su Twitter, 1-2.000 su Facebook e, naturalmente, i 10.000 sulla mia newsletter. Quando ho annunciato il primo seminario ero piuttosto nervoso (uscendo così e cercando qualcosa che non avevo fatto prima su questa scala). Con mia assoluta sorpresa, il workshop è andato esaurito in meno di 17 ore!

Ecco la parte folle; ogni singola persona che ha acquistato un posto nel mio seminario proveniva dalla mia newsletter. Ho condotto il seminario con il mio amico Mike e non ha nemmeno avuto la possibilità di annunciare il seminario ai suoi follower prima che fosse esaurito! Non un singolo spot venduto dal mio seguito sui social media, che ha superato di quasi sei volte il numero delle mie newsletter.

Puoi trovare molte statistiche là fuori che dicono che gli abbonati alla newsletter si convertono in vendite a un tasso di circa il 250% in più rispetto ai social media. Nel mio caso è molto molto più alto.

Dove iniziare

Come ha detto Lao Tzu in modo così eloquente, "Un viaggio di mille miglia inizia con un solo passo". Consiglio vivamente di fare il primo passo andando su MailChimp (nota da dPS usa questo link per ottenere un credito di $ 30 quando ti iscrivi, disclaimer: sì, otteniamo anche un credito) e la creazione della tua prima newsletter. Il loro account è gratuito al 100% fino ai tuoi primi 2.000 abbonati, il che è abbastanza folle se me lo chiedi! Sono MOLTI abbonati gratuiti! Dopo aver superato quel punto 2.000 dovrai iniziare a pagare. In effetti, la mia newsletter sta attualmente spingendo ben oltre il limite di $ 160 / mese. Va bene, però, perché mi costringe ad assicurarmi di inviare regolarmente una newsletter per assicurarmi di non buttare via quei soldi. E credimi, quel canone mensile di $ 160 è ben coperto.

MailChimp è, almeno secondo me, il miglior motore di newsletter in assoluto in circolazione. Il design è fantastico, è facile e intuitivo da usare e recentemente hanno aggiornato i loro metodi di determinazione dei prezzi, il che mi fa risparmiare un sacco di soldi. Anche questo non è un link di affiliazione al loro sito web, credo davvero che siano i migliori.

Come rendere la tua newsletter di successo

Questa sezione è un po 'difficile da affrontare considerando che è un po' personale, ma farò del mio meglio. La mia esperienza è stata che semplicemente essere aperti, onesti e trasparenti è ciò che le persone vogliono. Non ho niente da nascondere, indosso il mio cuore sulla manica e penso che le persone lo apprezzino (almeno quelle sulla mia lista di newsletter lo fanno). Se ogni newsletter che invii sta vendendo qualcosa, inizierai a perdere la fiducia dei tuoi abbonati. Non vendo qualcosa tramite la mia newsletter a meno che non sappia che andrà a beneficio dei miei abbonati in qualche modo. Invece di vendere roba ogni volta che ne ho la possibilità, riempio le mie newsletter con consigli fotografici gratuiti, preimpostazioni gratuite, aggiornamenti sulla mia vita, i miei viaggi, la mia famiglia, ecc. Voglio assicurarmi che quando vedono la mia newsletter nella loro casella di posta, porterà un sorriso sui loro volti.

Non essere irresponsabile con esso

Un altro modo per rendere la tua newsletter di successo è non fare nulla di irresponsabile con essa. Ogni tipo di tattica da cappello nero per ottenere una lista più grande in un modo più veloce, è spararti ai piedi. Gli abbonati ti costano ogni mese, quindi sarebbe davvero stupido iniziare a provare ad acquistare elenchi di indirizzi email da persone che non si sono effettivamente iscritte alla tua lista. Questi non saranno iscritti mirati e lo stato di salute del tuo elenco lo rifletterà. Anche se gli indirizzi email sono specifici del settore, non saranno persone che effettivamente volevano essere nella tua lista.

I tuoi abbonati non sono in vendita

Un'altra cosa che non dovresti mai fare è vendere la tua lista di iscritti. Verrai catturato. Ci sono molte persone là fuori abbastanza intelligenti da utilizzare un indirizzo email univoco per la tua newsletter in modo che possano monitorare se vendi o meno le loro informazioni (controlla questo articolo per maggiori informazioni).

Sii cauto con le vendite di affiliazione

Qualche anno fa circolavano voci che dicevano che includere link di affiliazione nelle tue newsletter (in particolare con MailChimp) ti avrebbe bandito. Questo alla fine non era vero (ecco la risposta di MailChimp) ma suggeriscono di usare cautela con i link di affiliazione. Alcune aziende sono molto chiare nel farlo quando le persone si iscrivono alla loro newsletter (pensa Snapndeals, PhotoWhoa, PictureCorrect) ma la premessa di base è che quando qualcuno si iscrive alla tua newsletter, si iscrive per sapere di te e potenzialmente acquista cose da tu, non qualcun altro. Se questo genere di cose viene abusato e le statistiche del tuo elenco riflettono lo spam, potresti facilmente ottenere la tua newsletter strappata. Tutto quel lavoro, andato.

Dai ai tuoi follower un motivo per iscriversi

Sono molto, molto esigente riguardo alle newsletter a cui mi iscrivo. Ricevo abbastanza messaggi di posta elettronica perché lo sono già. Ho anche letto articoli su molti siti Web e ho un sacco di cose da fare per la mia attività di fotografia ogni giorno. Quindi, se ho intenzione di consentire a una persona o un'azienda di entrare nella mia casella di posta, è meglio che ne valga la pena. Lo tengo a mente ogni volta che invio una newsletter. Mi chiedo, vale la pena inviarlo per le persone che lo ricevono? Ho cancellato tre o quattro newsletter intere quando la risposta è stata no.

Detto questo, in che modo valga la pena iscriversi alla tua newsletter? Bene, il modo migliore per attirare gli abbonati è regalare qualcosa di gratuito. Ho messo insieme un intero ebook solo per i miei iscritti alla newsletter chiamato: 10 consigli per migliorare la tua fotografia oggi, e ha ricevuto costantemente ottimi feedback. È breve, al punto, e ogni suggerimento è davvero qualcosa di utile che possono mettere in pratica immediatamente se lo desiderano.

Un altro metodo è utilizzare i risponditori automatici (ora chiamati Automazione all'interno di MailChimp) per inviare una campagna multi-email quando qualcuno si iscrive. Questa potrebbe essere una serie in tre parti, o tre diversi ebook, che vengono inviati in momenti specifici dopo un abbonamento riuscito. Ad esempio, il tuo primo regalo gratuito potrebbe uscire subito dopo l'iscrizione. Il secondo potrebbe uscire qualche giorno dopo e il terzo pochi giorni dopo. Questo fa pompare gli abbonati e sono felici di far parte della tua lista. Basta non impostarli per una newsletter che è inesistente o che non vale la pena leggere in seguito.

Riconosci che i tuoi iscritti sono i tuoi fan numero 1 e agisci di conseguenza

Quando clicco Piace su una pagina Facebook di fotografi, in realtà non sono più impegnato con loro rispetto a prima. Voglio solo stare al passo con loro di più. Quando comincio a leggere regolarmente il loro blog hanno davvero colpito una corda da qualche parte, e sono molto interessato a quello che hanno da dire. Per me, iscrivermi alla loro newsletter significa che sono un grande fan di qualunque cosa stiano facendo. Assicurati di ricordarlo quando conduci i tuoi affari!

I miei iscritti alla newsletter sono i primi in fila su tutto. Hanno accesso ai seminari prima che io li annunci pubblicamente. Ottengono sconti esclusivi che nessun altro ottiene. Ottengono cose gratuite casuali come preset e tutorial video. Danno uno sguardo più approfondito alla mia vita personale ea ciò che mi spinge. In sostanza, mi assicuro che si prendano cura di loro perché apprezzo veramente, onestamente, e apprezzo il loro tempo e la loro disponibilità a seguire ciò che faccio.

Allora per cosa useresti una newsletter?

Vendo prodotti (ebook, preset, texture, video corsi, ecc.) E workshop tramite la mia newsletter. Mi rendo conto che non tutti lo fanno. Ma se sei in affari (guadagni dall'1 al 100% del tuo reddito attraverso la fotografia) allora hai qualcosa da vendere. Usa la tua newsletter principalmente per restare in contatto con i tuoi clienti e tenerli aggiornati sugli avvenimenti della tua attività fotografica. Questo ti tiene nel mirino e fa in modo che non si dimentichino di te. I clienti amano entrare in contatto con le persone con cui fanno affari e una newsletter è perfetta per questo. Di tanto in tanto puoi inviare sconti per sessioni fotografiche o ordini di stampa, fare omaggi in cui invii una stampa gratuita a un vincitore e così via.

Conclusione

Desidero scrivere questo articolo da molto tempo ormai. Avere una newsletter buona e sana è quasi come avere questo enorme segreto che nessun altro sembra perseguire. Vedo così tanti fotografi là fuori che lo macinano sui social media mentre i loro sforzi potrebbero essere spesi molto meglio per avviare una newsletter.

Sarei negligente se non ti invitassi a iscriverti alla mia newsletter dopo aver scritto un articolo sull'importanza di uno. Se ti unisci tramite questo link, mi assicurerò che ti prenda cura di te! Non solo riceverai il mio ebook standard gratuito e un codice sconto nel mio negozio online, ma inserirò anche il mio ebook più venduto Tack Sharp oltre a un set di 20 preset Lightroom, tutti totalmente GRATUITI. Inoltre, potrai leggere la mia newsletter su cui lavoro così duramente ed estrarre alcuni suggerimenti da come la uso.

Se vuoi davvero rallegrare la tua casella di posta, assicurati di iscriverti anche alla Newsletter dPS (casella di iscrizione all'inizio di ogni articolo). Sono iscritto da anni e lo adoro!

Articoli interessanti...