10 cose che puoi imparare sulla fotografia da Elliott Erwitt

Sono sempre stato un grande fan del fotografo Elliott Erwitt. La sua fotografia è nitida, spesso molto divertente e cattura una parte a volte sciocca, a volte ridicola della nostra esperienza umana.

Il suo modo di parlare di fotografia è meraviglioso. È una persona super pragmatica che non si dà da fare per parlare di fotografia come se fosse una sorta di esperienza sacra.

Tuttavia, ha uno straordinario talento fotografico, che è stato affinato in una carriera di 60 anni. Quindi ho pensato di condividere con voi alcune delle tante cose che possiamo imparare da lui. Dopo aver letto questo, ti incoraggio a cercare il suo lavoro e indagare da solo.

Trovare un mentore

Mi preme imparare dalle persone che ammiro. Mi porta fuori dalla mia piccola bolla di lavoro creativo, dal trambusto che faccio come fotografo e imprenditore creativo - e mi offre prospettive interessanti che sono totalmente diverse dal mio modo di fare le cose.

Ci sono sempre idee molto interessanti e interessanti da suscitare, nuovi modi di fare le cose, nuovi pensieri e ispirazioni da raccogliere da alcuni dei fantastici talenti creativi del mondo.

In questo articolo, ho usato alcune delle mie foto che sono un po 'ispirate da Elliott Erwitt e le ho accoppiate con alcune cose che puoi imparare anche da questo leggendario fotografo.

Lezione 1: Imparare a usare la fotocamera è in realtà la parte più facile

"Non c'è molto da imparare sulla fotografia, tutto ciò che devi sapere puoi scoprirlo leggendo le istruzioni nella confezione. Il resto è pratica. " - Elliott Erwitt

Va bene, va bene, so che questo suona impertinente e probabilmente frustrante se sei confuso fino alle ginocchia su come usare la tua fotocamera. Ma anche se può essere impegnativo e difficile, la tua fotocamera è una macchina con istruzioni molto chiare e logiche. Questa è la parte facile.

Imparare a comporre foto interessanti e uniche, sviluppare il tuo occhio per composizioni sorprendenti o portare elementi artistici e accattivanti nelle tue immagini: quelle sono le parti più impegnative!

Quindi, se puoi fidarti che con un po 'di perseveranza imparerai i meccanismi della fotocamera, allora puoi dedicarti all'altra parte della fotografia che fa davvero la differenza tra una fotografia OK e una straordinaria. E questo è…

Lezione 2: La fotografia consiste nell'imparare a vedere il mondo in modi nuovi

“Per me la fotografia è un'arte dell'osservazione. Si tratta di trovare qualcosa di interessante in un posto normale … Ho scoperto che ha poco a che fare con le cose che vedi e tutto a che fare con il modo in cui le vedi. " - Elliott Erwitt

Penso che uno dei motivi per cui Erwitt abbia così tanto successo è che è totalmente un osservatore. Guarda il mondo da uno stato di completa presenza. Non posso sopravvalutare l'importanza di diventare un osservatore.

Potresti pensare di osservare sempre il mondo, ma lo contrasterei. Quello che probabilmente fai è vedere un po ', ma per lo più sei perso nella tua mente, nei tuoi pensieri e nelle tue idee, di solito sul passato. “Perché l'ho fatto ?! Perché l'ha detto ?! " O in futuro. "Devo ricordarmi di inviare un'e-mail su quella riunione!"

Lo facciamo tutti! Quindi, con la poca attenzione che ci resta, guardiamo il mondo, ma siamo così persi in noi stessi che ciò che vediamo è molto limitato, solo piccole misure di ciò che è effettivamente lì.

Il nostro cervello elabora miliardi di informazioni visive ogni secondo (folle vero ?!) ma nel tentativo di assicurarci di non essere sopraffatti, vediamo solo poche centinaia di segmenti.

Quindi, quando siamo persi nelle nostre menti, nei nostri pensieri, vediamo ancora meno.

Ma quando decidi di smettere di prestare attenzione al tuo flusso infinito di pensieri, idee e liste di cose da fare e decidi di diventare pienamente presente nel mondo, pienamente consapevole di ciò che sta accadendo in questo momento, allora osserverai veramente il mondo .

Nota la sensazione di una leggera brezza sulla tua pelle, la dura luce del sole sulle tue palpebre che ti fa socchiudere gli occhi, il blu profondo del cielo, il modo in cui il movimento dell'acqua ondeggiante brilla sotto il sole splendente.

Potresti notare persone che ridono in un bar, un cane che abbaia in lontananza, le persone che ti passano accanto con un tonfo ritmico. Il ronzio delle macchine che passano.

Questo è osservare il mondo: entrare nel mondo di adesso. Per uscire dalla tua mente e nel momento presente.

La fotografia di Elliott Erwitt è una straordinaria dimostrazione di osservazione. Mostra che quando sei in uno stato di osservazione, in particolare degli esseri umani, troverai gemme ovunque.

Lezione 3: non smettere di scattare foto: alla fine ne otterrai una buona

“Il rapporto tra i colpi riusciti è uno in Dio sa quanti. A volte ne avrai diversi in un foglio di contatto, a volte non ne avrai nessuno per giorni. Ma finché continui a scattare foto, è probabile che prima o poi ne otterrai una buona. " - Elliott Erwitt

Mi piace pensare alla fotografia in termini di equilibrio. È sempre positivo continuare ad apprendere e sviluppare le proprie capacità, ma senza pratica, senza uscire e farlo - tutto l'apprendimento non significa nulla.

Inoltre, non vuoi rimanere bloccato nel ciclo di apprendimento in cui non hai mai la sensazione di avere abbastanza informazioni o che devi imparare di più o aggiornare la tua fotocamera prima di poter scattare foto migliori.

No! Niente - letteralmente niente - batte solo uscire e scattare foto.

Lezione 4: L'abilità tecnica ti porterà solo lontano

"Una buona fotografia non riguarda la" stampa a zone "o qualsiasi altra sciocchezza di Ansel Adams. Si tratta solo di vedere. O vedi o non vedi. Il resto è accademico. La fotografia è semplicemente una funzione per notare le cose. Niente di più." - Elliott Erwitt

Quando stavo iniziando con la fotografia, ho comprato tutti i libri di Ansel Adams sulla stampa a zone. Li ho studiati e li ho usati nel mio lavoro. Attraverso di loro divento un'ottima stampatrice, sia da pellicola che poi digitale. Sono piuttosto appassionato di tecnologia e non ho mai incontrato un manuale della fotocamera che non volevo leggere.

Ma, tuttavia, devo essere d'accordo con Elliott Erwitt qui. L'abilità tecnica può aiutarti a catturare la foto che vedi nella tua testa. Può darti gli strumenti per far funzionare una foto, ma non è ciò che rende una foto di successo.

Ci sono esempi di molti famosi fotografi che erano completamente poco tecnici.

Diane Arbus direbbe che se la sua videocamera smettesse di funzionare, avrebbe semplicemente premuto tutti i pulsanti finché non avesse ripreso a funzionare. I suoi ritratti, però, sono mozzafiato. Ha usato la sua capacità di connettersi con le persone per disegnare le espressioni e i ritratti più straordinari.

Quindi, anche se amo attingere a forti capacità tecniche come background per il mio lavoro, so che non è ciò che crea gli elementi magici, il je ne sais quoi, che rende un'immagine interessante o memorabile.

Ho visto più della mia parte di immagini tecnicamente perfette, ma immediatamente dimenticabili, per sapere che questo è vero.

Ancora una volta torna in equilibrio. Il mio obiettivo ideale è avere capacità tecniche sufficienti per essere in grado di eseguire secondo i miei standard, quindi concentrarmi su quell'emozione, ispirazione, parte osservatrice di me stesso che trova le scene e i soggetti da fotografare.

Lezione 5: la passione non invecchia mai

Elliott Erwitt è un fotografo molto prolifico. Oltre a fotografare centinaia di campagne pubblicitarie e commerciali, ha prodotto più di 80 libri e innumerevoli mostre.

Adoro il fatto che abbia fatto otto libri solo sui cani! Non è fantastico? Quello che mi dice è che hai finito con un soggetto solo quando la tua passione per esso svanisce. E il signor Erwitt ha attualmente 89 anni alla data di pubblicazione di questo articolo!

Se sei ancora entusiasta di un soggetto, se vuoi ancora fotografarlo, allora hai ancora qualcosa da dire al riguardo. Man mano che acquisisci familiarità con il tuo argomento, la tua narrazione, i tuoi sentimenti e le tue osservazioni al riguardo cambiano. Le cose cambiano e si sviluppano sempre con te, il mondo e la tua creatività.

Fotografo Londra durante l'ora blu, l'alba, da quasi 20 anni - e non mi sono mai annoiato in città. Spesso vado negli stessi posti più e più volte (East London) e trovo sempre qualcosa di interessante, perché mi ispira.

Quindi segui sempre quell'eccitazione, quell'ispirazione, perché la passione non invecchia mai.

Lezione 6: Le persone rivelano molto di se stesse quando pensano che nessuno stia guardando

Elliott ha scattato alcune foto incredibilmente assurde di persone che fanno cose bizzarre. Penseresti che essere in pubblico renderebbe le persone più consapevoli del proprio comportamento. In una certa misura lo fa. Ma la maggior parte di noi non è così aperta come quando siamo soli.

Eppure le persone si rivelano sempre. Sembra impossibile trattenere la nostra maschera, il nostro rivestimento, come esseri umani per molto tempo. Soprattutto quando pensiamo che nessuno stia prestando attenzione.

Questo è uno dei principi fondamentali della fotografia di strada. Guarda abbastanza da vicino e abbastanza a lungo e qualcuno farà qualcosa di pazzo, divertente o strano. È solo la natura umana.

Lezione 7: una buona fotografia riguarda le emozioni che evoca nello spettatore

“Osservo, cerco di divertire, ma soprattutto voglio immagini che siano emozionali. Poco altro mi interessa nella fotografia. Oggi, così tanto viene fatto da persone prive di emozioni, o almeno sembra così … Voglio dire, un lavoro che è affascinante, divertente, intelligente e tecnicamente brillante. Ma se non è personale, allora manca di cosa sia interessante la fotografia. " - Elliot Erwitt

Questo mi ricorda una bellissima citazione di Maya Angelou, "Ho imparato che le persone dimenticheranno quello che hai detto, le persone dimenticheranno quello che hai fatto, ma le persone non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire."

È lo stesso con la fotografia e tutta l'arte. Se qualcuno sente qualcosa quando guarda le tue foto, questo crea molto più impatto e connessione rispetto a una foto che sembra semplicemente bella o interessante, ma non suscita alcuna emozione.

È più facile a dirsi che a farsi, vero ?! Come fai a farlo? Come crei un sentimento nelle tue immagini?

La cosa principale è che tu, come fotografo, devi prima essere in uno stato emotivo. Se ti senti annoiato dal tuo soggetto, non tradurrai nelle tue foto un sentimento di forte impatto emotivo.

Se stai guardando il tuo soggetto e ti senti, ad esempio, profondamente calmo, allora è più probabile che tu trasmetta quella sensazione nelle tue immagini.

Come ha detto Henri Cartier-Bresson, “Fotografare: è mettere sulla stessa linea di vista la testa, l'occhio e il cuore."

Ora, non voglio dire che ciò avvenga automaticamente. Solo perché senti qualcosa quando scatti la foto non significa che verrà immediatamente tradotta nell'immagine. Non lo è. Richiede alcune abilità tecniche per essere in grado di catturare l'immagine che vuoi - ottenere buone esposizioni sulla tua luce, ecc. Ma questo è solo apprendimento ed esercizio.

Lo stato del sentimento - di mettersi sempre di fronte a cose che ti fanno sentire qualcosa - è ciò che eleva le tue immagini nel complesso.

Ad esempio, ho trascorso sette settimane in un castello in Toscana durante l'inverno e ho passato gran parte del mio tempo a girovagare per le colline e le foreste a scattare foto. In un bellissimo pomeriggio gelido, mi imbattei in un edificio deserto. Era enorme e incombente, con una facciata fredda e spaventosa. I giardini erano ricoperti di vegetazione e la natura aveva iniziato a bonificare le statue e i muri di pietra.

È stato davvero inquietante. Sebbene terrorizzato all'idea di esplorarlo, ho superato la mia paura e sono entrato. Per tutto il tempo che sono stato lì ero ansioso - forse troppi film di paura mi passavano per la mente - e le mie foto riflettono quella sensazione di paura.

Ma è fantastico perché funziona per l'argomento. L'argomento era spaventoso e inquietante. Quindi le mie foto sembrano spaventose e inquietanti. Un lavoro ben fatto, direi!

Come ho già detto, passo molto tempo a fotografare le città all'alba, in particolare in estate, quando l'alba è così presto in molti luoghi che non c'è nessuno in giro. Puoi davvero osservare la città così com'è, senza folle di persone.

Quindi ecco il secondo esempio, sopra. Ho centinaia di foto di albe, in posti bellissimi come Venezia o Istanbul, che mi hanno riempito di soggezione. La combinazione del cielo che si apre dal blu profondo alle esplosioni di rosa, viola, giallo e arancione e gli incredibili edifici e l'architettura delle città è così eccitante da vivere per me.

La sensazione che si prova guardando queste foto corrisponde alla sensazione epica che ho provato scattandole. Ho avuto una sensazione di totale stupore mentre scattavo le foto. Catturo le immagini tecnicamente bene, ma l'impatto viene da quella sensazione.

In un altro esempio, mi piace trovare cose particolari attaccate a terra o sui muri. Adoro fare composizioni divertenti di forme strane che puoi trovare sul marciapiede o le forme create da manifesti strappati.

Ci sono tanti modi per giocare con la forma, la forma e la consistenza di questi soggetti.

Per me la sensazione che provo quando trovo qualcosa del genere è intrigante. Penso che questo si traduca anche nelle immagini che catturo.

Quindi ci sono molti modi per avvicinarsi a questo senso di sentimento. Il fattore più importante è trovare le cose che ti esaltano, incuriosiscono o ispirano soggezione.

Lezione 8: Cose interessanti accadono continuamente … devi solo aspettare

“Raramente metto in scena le foto. Li aspetto … lascia che si prendano il loro tempo. A volte pensi che succederà qualcosa, quindi aspetti. Potrebbe andare fuori; potrebbe non essere così. Questa è una cosa meravigliosa delle immagini: le cose possono succedere ". - Elliot Erwitt

Il mondo è magico, le cose accadranno indipendentemente da quello che fai. In effetti, meno fai meglio è. Trovo che meno cerchi di controllare il mondo intorno a te, maggiore è lo sforzo che fai per osservare ed essere in quello stato di consapevolezza.

Il mondo, e noi umani, facciamo sempre cose divertenti.

Lezione 9: È facile creare qualcosa di originale se non segui la folla

"Dopo aver seguito la folla per un po ', andavo di 180 gradi nella direzione esattamente opposta. Ha sempre funzionato per me, ma poi di nuovo, sono molto fortunato. " - Elliott Erwitt

Trascorro molto tempo a fotografare alcuni dei luoghi più fotografati della terra, città come Parigi e Londra. Potresti pensare che sia difficile catturare qualcosa di originale in luoghi così sovra fotografati, ma non è così.

La maggior parte delle persone fotografa esattamente le stesse cose. Un po 'come i turisti si trovano sempre affollati negli stessi punti. Il trucco è andare (o sparare) nella direzione opposta a tutti gli altri.

Una sera ero sul Westminster Bridge a Londra. C'era uno splendido tramonto dietro le Houses of Parliament. È stato davvero incredibile: un sacco di viola e rosa.

Sul ponte, centinaia di fotografi avevano le loro macchine fotografiche puntate sulla scena. Questo è comprensibile, ovviamente.

Ho scattato quella foto (sopra), che era carina ma non molto originale. Poi ho iniziato a guardarmi intorno. La luce non era solo il tramonto, stava influenzando tutto ciò che ci circondava. Ho girato di 180 gradi e c'era una scena davvero fantastica di colori quasi metallici. Ho ottenuto un'ottima ripresa di quella scena, vedi sotto (e nessun altro sembrava averlo notato).

Quasi tutti riprenderanno lo scatto ovvio e non si guarderanno intorno per vedere cos'altro c'è da fotografare.

Lezione 10: resta curioso!

"Non credo che tu possa creare fortuna. O sei fortunato o no. Non so se sia davvero fortuna o se sia solo curiosità. Penso che l'ingrediente principale, o un ingrediente principale per la fotografia, sia la curiosità. Se sei abbastanza curioso e se ti alzi la mattina e esci e fai foto, è probabile che tu sia più fortunato che se rimani a casa ". - Elliott Erwitt

Mantienilo semplice.

Questo è un altro semplice consiglio di Elliott che amo. Non pensare troppo alla fotografia. Usa la tua passione e il tuo istinto. Esci, scatta foto. Guarda il mondo intorno a te. Quindi spara ancora.

Ultimo suggerimento bonus: sii te stesso!

“Il fotografo dedicato lavora con la propria sensibilità, istinto ed esperienza. Rimane curioso di tutto ciò che è visibile. Guarda, guarda ancora e poi guarda di nuovo, perché questa è la base fondamentale della fotografia. E questo è tutto … solo cercare e creare le tue connessioni uniche. " - Elliott Erwitt

Ognuno di noi ha modi completamente diversi di vedere e catturare il mondo che ci circonda. Non potrei sottolineare abbastanza l'importanza di non preoccuparmi di quello che fanno gli altri e di concentrarmi solo su di te!

Le tue foto, le tue passioni, la tua curiosità personale. È così che creerai qualcosa di unico e interessante.

Spero che questo ti abbia ispirato a dare un'occhiata al lavoro di uno dei miei fotografi preferiti e ti abbia dato alcune idee per la tua fotografia.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate di queste gemme di saggezza del signor Erwitt e delle lezioni che ho interpretato da loro. Per favore condividi i tuoi pensieri qui sotto.

Articoli interessanti...