Come preservare i tuoi ricordi digitali in modo sicuro

La fotografia è ora più accessibile che mai. Puoi documentare la tua vita in movimento con un semplice tocco sullo schermo di uno smartphone o un rapido scatto su una fotocamera digitale.

Che si tratti di foto preziose dei tuoi figli, di foto delle tue ultime vacanze o di foto di un matrimonio, l'avvento della fotografia da smartphone ha reso incredibilmente facile catturare i momenti che ti interessano.

Ma ti sei mai chiesto cosa succederebbe alle tue preziose foto se la tecnologia fallisse o si verificasse una perdita di dati? Non è più la norma stampare le foto. Sempre più nostre foto vengono archiviate solo digitalmente su telefoni e computer. E mentre la nostra tecnologia di solito funziona bene, una catastrofe tecnologica può spazzare via l'intera raccolta di foto se non hai preso le giuste precauzioni.

Mark Lord Photography ha messo insieme la seguente serie di infografiche che mostrano la natura mutevole della fotografia, insieme ad alcuni suggerimenti utili su come assicurarsi che le tue foto siano al sicuro per gli anni a venire. Diamo un'occhiata.

Stiamo scattando più foto che mai

L'ascesa degli smartphone ha contribuito a una crescita esponenziale del numero di foto scattate. Nel 1990 sono state scattate circa 57 miliardi di foto. Anche se questo numero è salito in modo significativo a 86 miliardi nel 2000, la crescita è salita alle stelle nel nuovo millennio quando sono stati introdotti sul mercato smartphone e fotocamere digitali a prezzi accessibili.

Nel 2010 sono state scattate 380 miliardi di foto. E nel 2017 questo numero è salito a 1.2 trilioni, un aumento del 1295% in soli sette anni. Sorprendentemente, ora scattiamo più foto in soli due minuti di quante ne siano state scattate per tutto il 1800, quando la fotografia è emersa per la prima volta.

La tecnologia ha trasformato la fotografia

Le fotocamere una volta erano un lusso costoso, ma la disponibilità diffusa di smartphone avanzati con fotocamere sempre più potenti ha cambiato la situazione. È incredibilmente facile estrarre il telefono e scattare una foto veloce. Non sorprende quindi che l'85% di tutte le foto venga ora scattata con i telefoni, mentre le fotocamere digitali più tradizionali vengono utilizzate solo il 10% delle volte.

Questo potrebbe essere parte del problema. Di solito è necessario sviluppare le foto da una fotocamera o almeno caricarle sul computer e ordinarle. Ma con i telefoni si è tentati di lasciare le foto lì, raccogliendo polvere virtuale.

Ma la fotografia non è cambiata completamente

Tutti oggi sono un po 'più informali con le foto. Puoi scattare foto quando vuoi, così le persone scattano naturalmente più foto che mai.

Ma non significa che abbiamo smesso di scattare foto di cose a cui teniamo. Nel 1960, il 55% di tutte le foto scattate erano di bambini. E oggi il 67% dei genitori fotografa ancora i propri figli settimanalmente.

La tecnologia non ha cambiato completamente ciò che vogliamo fotografare. La maggior parte delle fotografie scattate riguarda ancora famiglie, amici ed eventi speciali. Nonostante il fatto che tutti siano presumibilmente impazziti per i selfie, solo il 32% dei partecipanti a un sondaggio ne aveva fatto uno negli ultimi due mesi, mentre il 77% aveva scattato foto di amici e familiari.

Archiviazione di foto nell'era digitale

Con l'archiviazione digitale sempre più economica e migliore, le persone hanno abbandonato la stampa di foto per archiviarle digitalmente, su computer, telefoni e nel cloud. In un recente sondaggio, il 69% dei partecipanti ha affermato che # molto probabilmente manterrebbe le proprie foto archiviate su telefoni e computer. Questo viene confrontato con un misero 7% che ha riferito che ciò che molto probabilmente farebbe è stamparle e solo il 6% che ha affermato di pubblicare regolarmente foto sui social media.

Sembra che continuerà ad essere così. Le persone anziane tendono ad avere più foto e album incorniciati in casa, mentre il numero diminuisce per le generazioni più giovani. Le persone di età superiore ai 55 anni hanno in media otto album fotografici e 11 foto incorniciate, mentre quelle di età compresa tra 24 e 34 anni hanno solo quattro album e sette foto incorniciate. Questo divario generazionale diventerà probabilmente più pronunciato col passare del tempo.

I tuoi ricordi sono al sicuro?

La stampa di foto è chiaramente in calo. In un mondo ideale, la mancanza di copie fisiche non sarebbe un problema. Ma la tecnologia non è immune da guasti o errori umani. Quasi un terzo delle persone ha già perso video e foto importanti dopo aver perso uno smartphone e 113 telefoni vengono persi o rubati ogni minuto in tutto il mondo. La perdita di dati rappresenta una minaccia costante per le tue raccolte di foto, motivo per cui è fondamentale eseguirne il backup, idealmente in più luoghi.

Suggerimenti per preservare i tuoi ricordi

Ti chiedi cosa puoi fare per assicurarti che le tue foto siano preservate per i posteri? Ecco alcuni suggerimenti per mantenere le foto al sicuro per molto tempo oltre la vita del tuo smartphone.

  • Fai un servizio fotografico professionale: Se sei stanco di scattare le tue foto, prendi in considerazione di far scattare alcune foto professionali. Riceverai delle belle foto di cui potrai fare tesoro per tutta la vita.
  • Vai alla vecchia scuola: La stampa potrebbe non essere così popolare come una volta. Ma stampare le tue foto più importanti è un buon modo per assicurarti di avere un backup fisico se tutto va storto con la tua situazione dei dati.
  • Conserva più backup: Per le foto a cui tieni di più, conserva più backup: uno sul telefono, uno nel cloud e una stampa fisica. Ciò offre diverse protezioni contro la perdita di dati catastrofica.
  • Assicurati che qualcuno della tua famiglia sappia come accedere alle foto importanti: Il 16% delle persone crede che tra 50 anni i propri figli e nipoti non saranno in grado di accedere alle foto su computer, telefoni e social media. Dare alla tua famiglia istruzioni su come trovare foto sentimentali salverà te e loro un sacco di stress.

Ci auguriamo che questa serie di infografiche ti sia piaciuta. Sentiti libero di lasciare un commento qui sotto o di condividere questo post con i tuoi amici.

Articoli interessanti...