Affinity Photo vs Photoshop: quale editor di foto è il migliore nel 2022-2023?

Qual è il miglior editor di foto, Affinity Photo vs Photoshop CC?

Adobe Photoshop è stato rilasciato nel 1988 ed è diventato lo strumento di editing di immagini digitali più utilizzato al mondo. Il programma è così popolare che il suo nome è diventato un verbo e Photoshop è ora lo standard de facto per professionisti e dilettanti leader del settore.

Photoshop ha anche generato una serie di concorrenti, tra cui Affinity Photo, una valida alternativa per chiunque desideri un editor di immagini completo senza le spese di Photoshop. Ma Affinity Photo è ora la scelta migliore? O faresti meglio a restare fedele al programma classico di Adobe?

In questo articolo, confronterò Photoshop e Affinity Photo. Ti fornirò i vantaggi e gli svantaggi di ogni programma e te ne andrai sapendo quale programma è giusto per te.

Affinity Photo vs Photoshop: panoramica

Quando si considerano Affinity Photo e Photoshop, è importante ricordare che non esiste un unico programma corretto per tutti. Entrambi sono editor di foto altamente capaci e uno soddisferà le esigenze della maggior parte dei fotografi. Ognuno di essi presenta vantaggi e svantaggi, nonché modelli di prezzo molto diversi, ed entrambi funzionano bene per molti fotografi.

Quindi cerca di non pensare a questa come a una scelta binaria o anche a una competizione. Non si tratta di quale programma sia migliore, ma di quale programma si adatta alle tue esigenze.

Prima di entrare nelle erbacce di come questi programmi siano diversi, è una buona idea dare un'occhiata a come sono simili. Questo aiuta a stabilire un senso di terreno comune, o forse un punto di partenza, che farà risaltare le differenze.

Sia Affinity Photo che Photoshop offrono un flusso di lavoro basato su livelli, il che significa che tutte le modifiche non sono distruttive e possono essere combinate con altre modifiche. Entrambi includono convertitori RAW, che consentono di aprire e manipolare i formati di file senza perdita di dati utilizzati dai fotografi dilettanti e professionisti di tutto il mondo.

Affinity Photo apre i file RAW e ti consente di manipolare le stesse proprietà e parametri di Adobe Camera RAW, l'editor RAW utilizzato da Photoshop.

Affinity Photo e Photoshop dispongono entrambi di una serie vertiginosa di strumenti che ti consentono di modificare le immagini come preferisci. È possibile creare selezioni dettagliate, utilizzare maschere di livello complesse, deformare e trasformare parti delle immagini, utilizzare dozzine di filtri e regolazioni, tornare alle modifiche precedenti con un pannello della cronologia, inserire e manipolare il testo … l'elenco potrebbe continuare.

Confrontando i due programmi, quindi, diventa meno guardare un elenco puntato di funzionalità e più sul valore. Affinity è significativamente più economico con un prezzo una tantum di $ 50 USD. Adobe Photoshop è molto più costoso ed è disponibile solo come parte di un abbonamento Creative Cloud, il più economico dei quali è di circa $ 120 all'anno. E anche se ottieni sicuramente molto per quella tariffa annuale, Affinity Photo non è un problema.

Photoshop è disponibile come parte del piano Fotografia Adobe CC o per un abbonamento autonomo. Puoi anche trovarlo in bundle con altri piani più costosi.

Affinity Photo non ha l'enorme quantità di funzionalità offerte da Photoshop, ma molti degli strumenti di Photoshop non vengono utilizzati da molti fotografi amatoriali e semi-professionisti, quindi potrebbe non essere importante per te. Ad esempio, Photoshop dispone di strumenti per la manipolazione di oggetti e video 3D, ma se desideri modificare solo immagini 2D statiche, probabilmente non è importante. Photoshop viene anche aggiornato più frequentemente e dispone di alcuni interessanti strumenti basati sull'intelligenza artificiale per modificare i volti e altri elementi dell'immagine, ma per alcune persone questi non valgono la tariffa annuale.

Interfaccia utente

Entrambi i programmi seguono un linguaggio di progettazione simile: strumenti a sinistra, opzioni per personalizzare lo strumento selezionato in alto, pannelli di modifica a destra e uno spazio enorme al centro dello schermo per lavorare su un'immagine. I loro strumenti condividono anche molte funzioni principali. Entrambi hanno strumenti per ritagliare, pennellare, effettuare selezioni, correggere macchie, lavorare con testo e oggetti e altro ancora.

L'interfaccia di modifica in Photoshop (mostrata qui) è simile all'interfaccia in Affinity Photo. Non sono identici, ma sono abbastanza simili che se hai familiarità con un programma, probabilmente puoi usare l'altro.

L'interfaccia non è del tutto dissimile da Lightroom, Luminar e altri software fotografici. Se non hai familiarità con Affinity Photo o Adobe Photoshop, non ti ci vorrà molto per capire come modificare e dove trovare gli strumenti e le regolazioni di cui hai bisogno.

Adobe ha un vantaggio chiave in termini di progettazione dell'interfaccia utente perché ha sviluppato così tanti strumenti e opzioni nel corso degli anni. Ma questo è anche il suo tallone d'Achille e può essere visto anche come uno svantaggio. Il repertorio in continua espansione di Photoshop ha portato a un programma con una curva di apprendimento sbalorditiva e anche semplici opzioni come la modifica del bilanciamento del bianco su un'immagine o il perfezionamento di una selezione possono portare a quantità eccessive di grattacapi e ricerche online.

Photoshop contiene suggerimenti visivi per aiutare i nuovi utenti ad abituarsi ai pulsanti e alle opzioni.

Questo ha messo Adobe in una situazione un po 'difficile, che fa sembrare Affinity Photo piuttosto attraente al confronto. Adobe deve camminare su una linea sottile tra il catering per i suoi clienti professionali, molti dei quali usano Photoshop da anni, e il catering per nuovi clienti che trovano complicato e frustrante il crescente set di funzionalità. Schermate di benvenuto, popup, descrizioni comandi e altri suggerimenti utili arginano la marea di confusione, ma sebbene siano d'aiuto, può comunque essere difficile individuare le opzioni necessarie per portare a termine il lavoro.

Al contrario, la natura semplificata di Affinity Photo sembra decisamente pedonale ma rimane piuttosto potente. Gli strumenti a sinistra sono luminosi e colorati e i pannelli di regolazione a destra sono un po 'più snelli per scenari di casi d'uso comuni.

Ad esempio, regolare il bilanciamento del bianco è semplice come fare clic sull'opzione Bilanciamento del bianco e regolare alcuni cursori. In Photoshop non è disponibile un'opzione di bilanciamento del bianco; devi applicare un livello di regolazione Curve o utilizzare un filtro per ottenere lo stesso effetto.

Affinity Photo include regolazioni familiari come il bilanciamento del bianco che sono più complicate da implementare in Photoshop.

Questo tema è prevalente in ogni confronto tra Affinity Photo e Adobe Photoshop. Affinity Photo ha una visione fresca e moderna degli elementi dell'interfaccia inventati da Photoshop. Se preferisci un layout più pulito e semplice, Affinity Photo potrebbe essere l'opzione migliore per te, ma se desideri la potenza pura e una serie di opzioni, potresti stare meglio con Photoshop.

Vale la pena notare che Affinity Photo ha anche alcuni assi nella manica che Photoshop non può ancora eguagliare. Vale a dire, velocità: Adobe Photoshop si basa su un codice legacy vecchio di decenni che rende alcune semplici operazioni estremamente lente. Strumenti come Fluidifica e anche semplici trasformazioni sono molto più scattanti in Affinity Photo e, sebbene Photoshop abbia fatto passi da gigante negli ultimi anni, non si può negare che alcuni aspetti del programma sembrano ancora lenti e obsoleti.

Strumenti del flusso di lavoro

Sebbene sia Affinity Photo che Adobe Photoshop abbiano un numero enorme di strumenti di modifica, ogni programma dà il meglio di sé quando impari a utilizzare questi strumenti per svolgere il tuo lavoro con il minimo sforzo. Photoshop ha un po 'di vantaggio qui se vuoi apportare modifiche complesse e approfondite, ma anche Affinity Photo non è trascurato.

Ad esempio, la maggior parte degli elementi nella barra degli strumenti di Photoshop hanno opzioni secondarie con diverse varianti sullo stesso strumento. Sono disponibili tre strumenti di selezione: Selezione, Lazo e Bacchetta magica. E ognuno di questi ha il proprio sottoinsieme di strumenti.

Gli strumenti di Photoshop sono più completi e contengono un numero maggiore di opzioni e personalizzazioni rispetto ad Affinity Photo.

Dal punto di vista del flusso di lavoro, questo insieme di opzioni può essere inestimabile. Puoi entrare, fare le tue selezioni e andare avanti con la modifica. E a questo proposito, Photoshop ottiene il cenno del capo su Affinity Photo. Una volta apprese tutte le opzioni a tua disposizione e acquisito familiarità con la miriade di scorciatoie da tastiera, Photoshop può ridurre drasticamente i tempi di modifica. Ma arrivare a quel punto può richiedere molto apprendimento e molta pazienza, quindi alcuni potrebbero preferire la relativa semplicità - e meno opzioni - di Affinity Photo.

Entrambi i programmi hanno tutte le regolazioni standard che ti aspetteresti: Luminosità / Contrasto, Esposizione, Inverti e molti altri. Questi vengono applicati utilizzando i livelli e gli strati possono essere miscelati utilizzando praticamente gli stessi set di metodi di fusione, inclusi Scurisci, Moltiplica, Brucia colore, Differenza, Esclusione, Sottrai e così via. I livelli possono essere spostati su e giù e combinati in entrambi i programmi, ed entrambi ti danno accesso a dozzine di effetti che possono essere applicati.

Il pannello Effetti di livello in Photoshop contiene molte opzioni per migliorare e modificare le tue immagini e ti consente anche di personalizzare i metodi di fusione.
Il pannello Effetti di livello in Affinity Photo è simile ma manca della profondità offerta da Photoshop. Tuttavia, dovrebbe essere sufficiente per la maggior parte delle persone.

Se stai pensando di abbandonare Photoshop, c'è una cosa importante da notare:

Sebbene Affinity Photo replichi molte delle comuni sequenze di tasti e scorciatoie utilizzate in Photoshop, non sono 1: 1. Potresti trovarti a premere tasti familiari e utilizzare comandi di scelta rapida per abitudine solo per rendersi conto che non succede nulla, o peggio, succede qualcosa che non avevi intenzione di fare. Può rendere la transizione un po 'difficile, ma potrebbe valerne la pena se ti fa risparmiare tempo o denaro a lungo termine.

Compatibilità

Quando lavori con editor di immagini, la compatibilità può essere un problema. Il formato di file PSD di Photoshop è il gold standard, ma non necessariamente perché è il migliore e certamente non perché è il più efficiente in termini di dimensioni del file. Piuttosto, dopo più di 30 anni in questo settore, i PSD di Photoshop sono semplicemente diventati i più utilizzati. I file PSD non sono distruttivi, nel senso che contengono tutti i livelli, i passaggi della cronologia, le regolazioni, gli effetti e altri elementi di un'immagine mentre viene modificata.

Affinity Photo ha un formato di file non distruttivo simile, AFPHOTO. Ma come ci si potrebbe aspettare, non è ben noto; è semplicemente troppo nuovo rispetto al formato PSD. Sebbene Affinity Photo possa aprire file PSD ed esportare i propri file in formato PSD, Adobe Photoshop non può fare nulla con i file AFPHOTO. Questo può finire per diventare una seccatura che richiede tempo se usi Affinity Photo ma ti ritrovi a collaborare o condividere file con utenti di Adobe Photoshop (o viceversa).

Affinity Photo può esportare immagini in AFPHOTO (oltre a quasi una dozzina di altri formati). Ma Photoshop non aprirà documenti Affinity Photo e probabilmente non lo farà mai. Adobe non ha quasi alcun incentivo a farlo.

Attualmente è il parco giochi di Adobe e per il momento dobbiamo rispettare le loro regole. Adobe non ha bisogno di spendere tempo e denaro per rendere Photoshop compatibile con i file Affinity Photo, ma Affinity deve lavorare con i file PSD se deve essere rilevante nello spazio di modifica delle immagini. Mi viene in mente il vecchio detto: "Se non puoi batterli, unisciti a loro".

Quindi, se scegli Affinity Photo perché ti piace il prezzo o ne apprezzi gli strumenti e le funzionalità, sappi solo che i tuoi documenti non funzioneranno sempre bene con Photoshop.

Supporto

Imparare qualsiasi nuovo strumento richiede tempo e impegno, e questo è doppiamente vero per gli editor di immagini. Ci sono così tante opzioni e funzionalità sia in Affinity Photo che in Photoshop; è sufficiente per farti venire voglia di mollare e andare con la semplicità con un clic di un programma come Luminar. Soprattutto se sei nuovo alla fotografia digitale.

Immagina di provare a spiegare queste opzioni del pennello di Photoshop a qualcuno che non ha mai usato il programma prima.

Quando si considera Affinity Photo rispetto a Photoshop, è importante tenerne conto e assicurarsi di avere accesso alle conoscenze e alla formazione necessarie per completare le modifiche. Sebbene Photoshop abbia troppe funzionalità da contare, ha anche oltre tre decenni di supporto alle spalle. Internet è pieno zeppo di ogni tipo di tutorial di Photoshop che puoi immaginare: siti web, forum, gruppi di social media, tutorial di YouTube, podcast, corsi, conferenze e file della guida di Adobe e una ricca knowledge base.

Inoltre, poiché così tante persone usano Photoshop, non è difficile trovare qualcuno che possa aiutarti. La maggior parte degli amici, colleghi e persino conoscenti occasionali che usano Photoshop saranno felici di mostrarti alcuni trucchi o aiutarti a imparare a utilizzare il programma.

Sapevo che Photoshop poteva creare un semplice bordo con angoli arrotondati, ma non conoscevo i passaggi esatti. Una rapida videochiamata con mio cugino, che usa Photoshop professionalmente, mi ha fornito tutte le informazioni di cui avevo bisogno.

Questo non è certo il caso di Affinity Photo. Affinity ha il proprio set di tutorial video, oltre a immagini di esempio che puoi importare e sperimentare per apprendere le basi. Ma sebbene questi siano un buon punto di partenza, semplicemente non sono allo stesso livello di quello che troverai in Photoshop.

I tutorial miglioreranno man mano che più persone useranno Affinity. Ma fino ad allora potresti sentirti frustrato quando non riesci a trovare funzioni più avanzate e non riesci a trovare l'aiuto di cui hai bisogno.

Modifica e cloud

Man mano che il fotoritocco si allontana dal desktop e passa al cloud, è importante che i tuoi strumenti tengano il passo con il tuo flusso di lavoro (e che tu possa adattarli secondo necessità). Molti fotografi oggi desiderano modificare le immagini su tablet o persino telefoni e avere le loro immagini disponibili quando e dove vogliono.

Per fortuna, sia Affinity Photo che Adobe Photoshop sono all'altezza del compito, ma lo affrontano in modi diversi.

Affinity Photo ha un'app per iPad, disponibile a un prezzo molto ragionevole, che imita la maggior parte delle funzionalità della versione desktop. Non può eseguire operazioni come l'esportazione in batch, ma legge i file AFPHOTO e le modifiche sull'iPad sono disponibili anche nella versione desktop.

Tuttavia, Affinity non dispone di un'infrastruttura basata su cloud per supportare la sincronizzazione e l'archiviazione dei file. Ciò significa che devi trasferire le tue immagini manualmente o sincronizzarle con un servizio come iCloud, quindi devi assicurarti che tutti i tuoi file siano di nuovo sincronizzati correttamente dopo si modifica, per non perdere alcune delle modifiche.

Photoshop lo gestisce in modo diverso ed è tutto dovuto alla quota di abbonamento che paghi per utilizzare il programma. Poiché ogni piano Photoshop include un certo grado di archiviazione cloud di Adobe, è possibile avere un flusso di lavoro basato su cloud dove qualunque cosa viene memorizzato in remoto. Ciò significa che puoi caricare tutti i tuoi file PSD e altre risorse nello spazio di archiviazione di Adobe Creative Cloud, modificare le tue immagini su desktop o dispositivo mobile e tutto viene sincronizzato automaticamente in tempo reale.

Adobe ti offre la possibilità di archiviare i file nel cloud; questo fa parte del tuo abbonamento a Photoshop.

Nessuno di questi approcci è necessariamente migliore, ma è importante determinare quale preferisci. La struttura dei prezzi una tantum di Affinity Photo significa che non può supportare i costi correnti dei server cloud per i suoi clienti. Ma se paghi già per l'archiviazione nel cloud tramite un'altra piattaforma, potresti preferire l'approccio di Affinity.

D'altra parte, il metodo di Photoshop è ottimo per molte persone, specialmente per coloro che desiderano un flusso di lavoro basato su cloud.

Affinity vs Photoshop: quale programma di editing è giusto per te?

Ad un certo punto, devi smettere di leggere e prendere una decisione. Ci sono sicuramente alcuni buoni motivi per scegliere Affinity Photo e Photoshop presenta alcuni vantaggi. Ecco il mio consiglio se sei sul recinto e non sei sicuro di quale sia giusto per te:

Ottieni Affinity Photo se desideri un programma di fotoritocco completo e poco costoso. Sebbene non abbia decenni di storia nella comunità della fotografia, ha un ampio elenco di funzionalità e strumenti per il flusso di lavoro per soddisfare le esigenze di quasi tutti. Certamente, gestirà tutto ciò che richiede un fotografo occasionale o hobbista e, se non stai guadagnando attivamente denaro con le tue immagini, una commissione una tantum di $ 50 rende Affinity la scelta migliore.

Puoi creare fantastiche opere d'arte in Affinity Photo. E se hai bisogno di ispirazione, puoi scaricare immagini di esempio come questa (che sono progettate per aiutarti a imparare il programma).

Iscriviti a Photoshop se desideri un set di funzionalità ampio un miglio sviluppato in diversi decenni, oltre a una scorta infinita di siti Web, articoli, video, libri e interi corsi per aiutarti a imparare a usarli. Ci sono anche molti plugin che puoi ottenere per estendere le funzionalità dell'applicazione principale; in questo modo, puoi adattare le funzionalità di Photoshop alle tue esigenze. In termini di puro ecosistema di prodotti, Photoshop è il chiaro vincitore.

Mentre alcuni hanno accusato Adobe di riposare sugli allori ora che hanno un flusso costante di entrate da abbonamento, questa non è davvero una critica giusta quando si tratta del loro prodotto di punta, Photoshop. Photoshop continua ad aggiungere nuove opzioni per professionisti esigenti, semplificando al contempo il processo di onboarding per i principianti. Adobe ha anche incorporato trucchi di intelligenza artificiale come consentire di invecchiare (o invecchiare) i volti umani, alterare i sorrisi e persino cambiare la direzione in cui le persone guardano.

I filtri neurali basati sull'intelligenza artificiale di Adobe ti consentono di applicare tutti i tipi di regolazioni strane e interessanti come il cambiamento di espressioni, la levigatura della pelle e l'invecchiamento (o il de-aging) delle persone.

Il cuore del dibattito tra Affinity e Photoshop si riduce a una semplice domanda: cosa vuoi fare con le tue foto? Identificando prima le tue esigenze e poi cercando una soluzione, puoi essere certo che il programma che sceglierai sarà più in linea con le tue esigenze. Potrebbe essere Affinity, potrebbe essere Photoshop o potrebbe anche essere qualcos'altro.

Sia Affinity Photo che Adobe Photoshop hanno prove gratuite e consiglio di seguire quella strada prima di spendere soldi o di essere troppo investito in una particolare applicazione. Scarica entrambi i prodotti, provali e guarda cosa ne pensi. Quindi puoi decidere tu stesso la domanda Affinity Photo vs Photoshop.

Adesso tocca a te:

Hai usato Affinity Photo e Photoshop? Quale programma hai preferito? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto!

Articoli interessanti...