Fotografia con esposizione lunga 201 - Come modificare un paesaggio marino con esposizione lunga

Nel caso te lo fossi perso, in un precedente articolo ti ho presentato la 101's of Long Exposure Photography, fornito un elenco di controllo dell'attrezzatura essenziale e dettagliato i passaggi esatti da seguire in modo da poter catturare una fotografia a lunga esposizione.

In questo articolo condividerò un flusso di lavoro preciso che puoi utilizzare per elaborare le tue fotografie a lunga esposizione.

Vista sul mare a lunga esposizione dopo la modifica.

Direttamente dalla fotocamera (SOOC)

Le fotografie a lunga esposizione, se importate direttamente dalla fotocamera, sono, per molti versi, molto simili ai diamanti grezzi. Purtroppo, nella maggior parte dei casi, il cartellino del prezzo di solito non è uno di questi.

Appena uscito dalla fotocamera, è inevitabile che la tua fotografia a lunga esposizione abbia una dominante di colore e un grado di disturbo indesiderato. Soprattutto se calcoli male il tempo di esposizione e sottoesponi la tua immagine per sbaglio (nessuno è perfetto, vero?).

Immagine RAW sottoesposta, blu e rumorosa direttamente dalla fotocamera.

Dopo aver guardato un'immagine come questa, sarebbe facile sentirsi un po 'scoraggiati. Probabilmente rifiuteresti l'immagine, cancelleresti il ​​tuo tempo libero e spererai in una migliore fortuna la prossima volta.

Rumore, dominanti di colore e occasionali calcoli errati sull'esposizione si verificano: viene fornito con il territorio. Fortunatamente, con un po 'di magia di post-elaborazione, puoi correggere questi contrattempi.

Ora, per essere chiari, non sto suggerendo di adottare un approccio "risolvilo in post-produzione". Come ogni genere di fotografia, vuoi catturare il tuo soggetto nel miglior modo possibile nella fotocamera. Ma, a differenza dei generi fotografici più sensibili (ritrattistica, pubblicità, bellezza, ecc.), La natura atmosferica e surreale delle fotografie a lunga esposizione offre una maggiore tolleranza per le correzioni di post-elaborazione.

È probabile che ci sia un diamante nascosto tra tutte quelle imperfezioni. Ecco esattamente come scoprirlo.

Fasi di elaborazione per immagini a lunga esposizione

Fase uno: modifiche di base

Fase uno: spolverare.

Dopo aver importato la tua immagine RAW in Lightroom, è probabile che sembrerà un po 'piatta e potrebbe presentare alcune imperfezioni. I più comuni sono il rumore del colore e le dominanti di colore.

Questa immagine ha una quantità significativa di rumore di colore e luminanza.

Prima di poter affrontare le correzioni, ripulire la tua immagine e mostrarla con orgoglio affinché il mondo possa vederla, devi essere in grado di vedere cosa stai facendo.

Indipendentemente dal fatto che la tua immagine sia sottoesposta o sovraesposta, è una buona idea utilizzare le correzioni dell'obiettivo e il pannello Tono di base in Lightroom per rafforzare le basi della tua immagine. In questo modo la correzione di tali imperfezioni sarà molto più semplice nel passaggio successivo.

Ecco un esempio

Carica la tua immagine nel modulo di sviluppo di Lightroom e vai alla scheda Correzioni obiettivo.

Abilitare le caselle di controllo "Rimuovi aberrazione cromatica" e "Correzioni profilo". Queste funzionalità rileveranno l'obiettivo che hai usato per catturare la tua immagine e caricheranno un profilo per correggere qualsiasi distorsione. Ciò è particolarmente efficace per rimuovere la vignettatura causata da eventuali filtri ND.

Prima e dopo il confronto delle correzioni dell'obiettivo.

Con le correzioni dell'obiettivo in posizione, vai al pannello Base. L'obiettivo generale qui è quello di perfezionare la tua immagine nel suo complesso utilizzando regolazioni globali. Una buona regola pratica è correggere l'esposizione, ripristinare i dettagli nelle luci e nelle ombre e mantenere un buon grado di contrasto generale.

I valori specifici varieranno per ciascuna immagine. Qui puoi vedere che aumentare il cursore dell'esposizione aiuta a correggere l'immagine sottoesposta. Ulteriori modifiche alle ombre e alle alte luci sono state applicate per ripristinare i dettagli. Infine, i cursori Contrasto, Bianco e Nero sono stati ottimizzati per aumentare il contrasto complessivo.

Prima e dopo gli aggiustamenti globali di base.

Fase due: correzione delle dominanti di colore

Le immagini a lunga esposizione sono soggette a dominanti di colore blu o magenta, spesso causate dall'uso di filtri ND. A condizione che tu abbia catturato la tua immagine in RAW, correggere la dominante di colore non potrebbe essere più semplice. Regola semplicemente i cursori del bilanciamento del bianco per contrastare la dominante di colore.

In questo caso, la dominante di colore blu può essere facilmente rimossa regolando il bilanciamento del bianco a quasi 10.000 K.

Lo strumento Bilanciamento del bianco può essere utilizzato per rimuovere la dominante di colore causata dai filtri ND.

Fase tre: correggere il rumore

Il rumore può essere problematico nella fotografia a lunga esposizione. È causato da una varietà di fattori: l'impostazione ISO, la durata dell'esposizione e il calore del sensore della fotocamera, nessuno dei quali è terribilmente eccitante di cui parlare.

In breve, ci sono due varianti di rumore. Rumore di luminosità e rumore di colore.

Il rumore della luminosità si insinua nelle tue fotografie a lunga esposizione attraverso una combinazione del tuo ISO e del calore del sensore della tua fotocamera. In sostanza, più lunga è la tua esposizione, o più alto è il tuo ISO, maggiore sarà il rumore di luminosità che genererà. Il rumore di luminosità è incolore e in genere si presenta come piccoli pixel luminosi.

I piccoli pixel luminosi sono noti come rumore di luminosità.

Color Noise è il brutto fratello irritante del rumore di luminosità. In genere ha l'aspetto di antiestetici pixel verdi e rossi chiazzati. Si trova spesso nelle aree più scure e più chiare dell'immagine.

Antiestetici rumori di colore.

Nella fotografia a lunga esposizione (LEP), è inevitabile che incontrerai rumore nelle tue immagini. Certo, ci sono tecniche per minimizzarlo a porte chiuse. Come fare un mucchio di esposizioni più brevi, quindi allinearle e fonderle tutte insieme.

Ma se leggi la prima parte di questo tutorial, saprai che sedersi e lasciare che la tua fotocamera faccia tutto il lavoro mentre ti godi una tazza di tè fa tutto parte del divertimento della fotografia a lunga esposizione. Se il prezzo che paghi è un po 'di rumore, allora dico: "Fai bollire quel bollitore!". Inoltre, è davvero facile ridurre o rimuovere completamente il rumore dalle immagini. Guarda.

Passa alla scheda Dettagli nel modulo Sviluppo e ingrandisci l'immagine al 100%.

La scheda Dettagli consente di ridurre la luminosità e il rumore del colore.

Inizia regolando il cursore di riduzione del rumore del colore verso l'alto fino a quando la maggior parte del rumore del colore scompare.

Il rumore del colore è stato notevolmente ridotto.

È probabile che avrai ancora del rumore di colore residuo. In tal caso, modifica i cursori Dettaglio e Uniformità fino a trovare un bilanciamento che rimuove il disturbo del colore e mantiene ancora i dettagli nell'immagine.

La modifica dei cursori Dettaglio e Uniformità ha completamente rimosso il disturbo del colore.

Ora puoi concentrarti sul rumore della luminosità. Regola il cursore Luminosità verso l'alto fino a quando la maggior parte del tuo rumore di luminosità è svanito. Per mettere a punto la regolazione, puoi modificare i cursori Dettaglio e Contrasto.

Il rumore di luminanza è stato quasi completamente rimosso.

Fare attenzione a non esagerare con il cursore Luminosità. La conservazione dei dettagli è più importante della completa riduzione del rumore. Non va bene avere un'immagine perfetta priva di rumore se il tuo soggetto ora sembra scolpito nella cera.

Prima e dopo la riduzione del rumore.

Fase quattro: ripristinare la presenza

A questo punto, l'immagine dovrebbe essere priva di rumore o avere un grado di rumore accettabile. Se hai dovuto essere un po 'pesante con la riduzione del rumore, è probabile che il tuo soggetto abbia perso un po' di consistenza e presenza complessiva.

Per ripristinarlo, vai al pannello Base e regola il cursore Chiarezza verso l'alto. Questo riporterà un po 'di consistenza e presenza nel tuo soggetto.

Prima e dopo aver aumentato il cursore Clarity per migliorare la formazione rocciosa.

Anche la forza cromatica complessiva dell'immagine gioca un ruolo importante nel modo in cui appare il soggetto. Nell'esempio, puoi vedere che ridurre la saturazione complessiva aiuta a disattivare i colori vibranti e lascia che sia la formazione rocciosa a parlare.

Diminuire la saturazione aiuta a silenziare l'oceano ea far risaltare la formazione rocciosa.

Fase cinque: visione creativa

Ormai la tua immagine sarà progredita in modo significativo. Dedichiamo un secondo per confrontare i risultati in soli quattro passaggi.

RAW originale rispetto all'immagine corrente con regolazioni globali.

Probabilmente hai investito molto tempo nella preparazione dello scatto, nell'acquisizione dell'immagine e nell'elaborazione in Lightroom. Pertanto, potresti essere tentato di chiamarlo un giorno, accontentarti dei progressi attuali e condividere il tuo diamante non così grezzo con noi nella sezione commenti qui sotto.

In alternativa, se vuoi dare alla tua immagine un po 'di brillantezza in più prima di svelarla con orgoglio affinché il mondo possa ammirarla, allora ti do il benvenuto a unirti a me. Lascia che ti tenga la mano mentre entriamo con leggerezza nel mondo di Photoshop.

Per arrivarci, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'immagine, scorri verso il basso fino a "Modifica" e seleziona "Modifica in Adobe Photoshop …"

Apri la tua immagine in Adobe Photoshop.

Photoshop può essere un po 'opprimente. Pertanto, può aiutare a creare un piano e annotare le tue idee prima di metterti al lavoro. Questo ti aiuterà a rimanere concentrato e servirà da promemoria di ciò che stai cercando di ottenere.

Crea un nuovo livello e rinomina "Note". Quindi usa il pennello e gli strumenti di scrittura per annotare la tua visione e le tue idee. Se sei a corto di idee, queste domande (e questo articolo) ti daranno un buon punto di partenza.

  • Dove vengono attratti prima i tuoi occhi?
  • Dove vanno i tuoi occhi dopo?
  • Quali elementi migliorano la storia?
  • Quali elementi indeboliscono la storia?

Qui puoi vedere le note che sono state create per l'immagine di esempio. Questi stabiliscono l'obiettivo per il risultato finale.

La creazione di note servirà come promemoria del tuo obiettivo quando modifichi la tua immagine.

Passaggio sei: portalo in vita

Fino ad ora, tutte le modifiche sono state applicate globalmente (ovvero all'intera immagine). Se, come nell'esempio, l'immagine a lunga esposizione sembra un po 'piatta e ha un disperato bisogno di un po' di brillantezza e lucentezza, applicare regolazioni locali per mirare a specifiche aree di interesse è un metodo molto efficace.

Come fai a sapere quali aree scegliere come target? Quando guardi un'immagine, i tuoi occhi tenderanno a gravitare verso le aree più nitide che contengono la massima luminosità e contrasto. Dai un'occhiata all'esempio.

Nota come i tuoi occhi vogliono gravitare nel cielo luminoso. E, se non hanno già lasciato il fotogramma, possono scendere per stabilirsi nelle aree ad alto contrasto sulle aree esterne della roccia.

Controllare l'occhio del tuo spettatore è importante e abbastanza semplice. Un metodo semplice che puoi adottare è creare una serie di semplici piccoli aggiustamenti che:

  • un. Riduci gradualmente il contrasto e le alte luci nelle aree su cui non vuoi che lo spettatore si concentri.
  • b. Aumenta gradualmente il contrasto e le alte luci nelle aree su cui vuoi che gli occhi del tuo spettatore si stabilizzino.

Facendo riferimento alle nostre note, si può vedere che l'obiettivo è quello di attirare lo spettatore verso la formazione rocciosa.

Come si creano questi piccoli aggiustamenti?

Ecco un semplice sistema di mascheramento delle curve che ti consente di schiarire o scurire aree selettive dell'immagine per controllare contrasto, ombre e luci in modo naturale e sottile.

1. Creare un livello di regolazione delle curve.

2. Decidi quali aree dell'immagine desideri puntare e schiarisci o scurisci la curva di conseguenza.

3. Fare clic sulla miniatura della maschera di livello e utilizzare la scorciatoia da tastiera Comando + I (Mac) o Control + I (PC) per riempire la maschera di livello con il nero per nascondere l'effetto.

4. Selezionare lo strumento sfumatura o un pennello morbido con le impostazioni a Durezza 0%, Flusso 10%.

5. Premere D per impostare il colore di primo piano sul bianco.

6. Applicare il gradiente o dipingere con il bianco sulla maschera di livello per rivelare l'effetto del livello di regolazione delle curve.

Ecco come apparirà la tua maschera di livello dopo aver applicato lo strumento Sfumatura. Le aree bianche della maschera di livello riveleranno l'effetto del livello di regolazione delle curve.

7. Creare un livello di regolazione della tonalità / saturazione, agganciarlo al livello di regolazione delle curve e ridurre il cursore della saturazione per desaturare la regolazione. Nota: eseguire questo passaggio solo se si scurisce la curva nel passaggio 2.

Usando le tue note per guidarti, lavora intorno alla tua immagine. Applica diverse versioni del Curves Masking System per schiarire o scurire aree particolari e controllare l'occhio dello spettatore, variando ogni volta l'intensità della curva per creare un risultato sottile e naturale.

Qui puoi vedere come il Curves Masking System ti permette di:

  • Scurisci selettivamente il cielo per spingere l'attenzione dello spettatore verso la formazione rocciosa.
  • Schiarisci il primo piano per attirare l'attenzione sulla metà inferiore dell'immagine.
  • Crea contrasto, presenza e profondità nella formazione rocciosa per catturare e mantenere l'attenzione dello spettatore.

Utilizzo del sistema di mascheramento delle curve per scurire il cielo

Qui sono state utilizzate due applicazioni del Curves Masking System per oscurare gradualmente il cielo.

Il cielo più scuro aiuta a riportare la messa a fuoco al centro dell'inquadratura.

Mentre oscurare il cielo aiuta a mantenere gli occhi all'interno della cornice, noterai che l'immagine sembra ancora un po 'piatta e non molto interessante. Per iniettare un po 'più di vita nell'immagine, puoi utilizzare il Curves Masking System per creare contrasto, presenza e profondità anche nel tuo soggetto. Ecco un esempio.

Creazione di contrasto, profondità e presenza nella formazione rocciosa

Qui sono state utilizzate diverse applicazioni del Curves Masking System, alternando l'illuminazione e l'oscuramento della curva per aumentare gradualmente la presenza nella formazione rocciosa.

Migliorare selettivamente il contrasto e le alte luci nella formazione rocciosa aiuta a concentrare l'attenzione e crea un punto di interesse per i tuoi occhi in cui sistemarsi e sentirsi a proprio agio.

Con il tuo soggetto ora scintillante e pronto a ostentare la sua presenza ritrovata, vuoi assicurarti che venga visto.

Sappiamo che gli occhi amano accontentarsi di cose luminose e scintillanti. Pertanto, puoi utilizzare il sistema di mascheramento delle curve per schiarire strategicamente aree della tua immagine per scortare praticamente gli occhi dello spettatore direttamente sul soggetto. Ecco un esempio.

Schiarisci selettivamente il primo piano

Diverse applicazioni del Curves Masking System sono state utilizzate per schiarire il primo piano per attirare l'attenzione sulla metà inferiore dell'immagine.

Aumentare la luminosità dell'acqua cattura immediatamente la tua attenzione. È stata prestata attenzione per garantire che la formazione rocciosa contenesse ancora i pixel più luminosi dell'immagine.

Diamo una rapida occhiata all'immagine di esempio prima e dopo, applicando il Curves Masking System:

Prima

Dopo

Dopo diverse applicazioni del Curves Masking System, noterai che i tuoi occhi non gravitano più verso il cielo ed escono dall'inquadratura. Invece, i tuoi occhi ora scendono verso la formazione rocciosa e fai una nuotata nell'acqua setosa. Molto più rinfrescante!

Tutto ciò che ti resta da fare ora è dare alla tua immagine una buona pulizia e lucidatura, quindi condividerla con noi nei commenti. Ecco come farlo.

Passaggio sette: pulito e lucido

La fotografia a lunga esposizione non è solo ottima per catturare immagini surreali, è anche eccellente per farti sapere se la tua attrezzatura fotografica ha bisogno di essere pulita. Dopo un'attenta ispezione della tua immagine, potresti notare punti opachi casuali. In tal caso, è probabile che ci sia un po 'di polvere sull'obiettivo, sui filtri ND o sul sensore della fotocamera.

Punto opaco casuale, spesso causato dalla polvere sull'obiettivo, sui filtri o sul sensore della fotocamera.

Rimuovere questi punti è incredibilmente semplice.

Su un nuovo livello, seleziona il Pennello correttivo al volo e dipingi semplicemente sulle macchie. Photoshop funzionerà con la sua magia e voilà! Il tuo diamante un tempo (molto) grezzo è ora pronto per essere svelato al mondo per il divertimento di tutti.

È possibile utilizzare il Pennello correttivo al volo per rimuovere macchie di polvere e pixel caldi dall'immagine.

Ricapitolare

Dedichiamo un secondo per ricapitolare il flusso di lavoro di elaborazione della lunga esposizione prima di dare un'occhiata al prima e al dopo.

  1. Spolvera - inizia in Lightroom per applicare le correzioni dell'obiettivo e le regolazioni del tono di base.
  2. Correggere le dominanti di colore - regola il bilanciamento del bianco per correggere la dominante di colore dai filtri ND.
  3. Correggere il rumore - utilizzare la scheda Dettagli per rimuovere Colore e Rumore di luminosità.
  4. Ripristina la presenza - Naviga i cursori Chiarezza, Vividezza e Saturazione per dare più presenza al tuo soggetto.
  5. Visione creativa - apri la tua immagine in Photoshop e annota la tua visione per l'immagine finale.
  6. Portalo in vita - usa una serie di livelli di regolazione delle curve e maschere di livello per manipolare la luce e dirigere l'attenzione verso il tuo soggetto.
  7. Pulisci e lucida - Seleziona Pennello rimozione macchie di Photoshop e rimuovi le macchie di polvere dall'immagine.

Prima e dopo

Immagine originale prima dell'elaborazione.

Immagine finale.

Bene, questo conclude questa guida in due parti per catturare e modificare le fotografie a lunga esposizione. Si spera che il flusso di lavoro, i suggerimenti e le barzellette condivise ti incoraggino a prendere la tua fotocamera, avventurarti fuori e portare alla luce qualcosa di speciale.

Condividilo di seguito, mi piacerebbe vederlo.

Nel caso te lo fossi perso, puoi leggere la prima parte qui: Fotografia a lunga esposizione 101 - Come creare lo scatto.

Articoli interessanti...