Come fotografare luoghi abbandonati

Gli edifici abbandonati sono diventati uno dei miei soggetti preferiti da fotografare. Nel tempo ho raccolto una manciata di consigli utili per ottenere il massimo dalle riprese in questi ambienti.

Porta una torcia

L'unico suggerimento più importante che posso fornire a chiunque abbia intenzione di visitare un edificio abbandonato è di portare una torcia. La maggior parte di questi luoghi sono privi di elettricità e avranno una luce naturale limitata. In quanto tale, avrai bisogno di una torcia per aiutarti a navigare nelle stanze buie e nei corridoi che incontrerai.

Oltre alla sua applicazione più ovvia, una torcia può anche fornire un'interessante fonte di illuminazione esterna alla fotocamera. Ho una piccola torcia a LED che porto nella borsa della macchina fotografica e viene spesso utilizzata per illuminare un'area di una stanza durante uno scatto a lunga esposizione. Mentre uno strobo può certamente essere efficace per molte di queste situazioni, una torcia consente un alto grado di precisione con la luce. Puoi controllare direttamente cosa è acceso e per quanto tempo. Una torcia può anche aggiungere un elemento di movimento all'illuminazione che risulterà in una combinazione insolita di ombre che un flash altrimenti non potrebbe.

Ci vuole un po 'di pratica per avere un'idea di quanta luce è sufficiente, ma con un po' di lavoro i risultati possono essere molto soddisfacenti.

Tromba delle scale di Chris Folsom

Treppiede non opzionale

A causa delle suddette condizioni di illuminazione, è ovvio che avrai bisogno di un treppiede. Più della metà delle foto che scatto in questi luoghi sono state scattate su un treppiede con una lunga esposizione che va da un paio di secondi a 20 o 30 secondi.

Per quei casi in cui non ho la mia fotocamera su un treppiede, anche la stabilizzazione dell'immagine e gli obiettivi veloci aiutano. Il mio obiettivo preferito è un 17-50 mm f / 2.8 abbinato al sensore stabilizzato nel corpo della mia fotocamera. A tutta apertura, di solito riesco a ottenere un'immagine relativamente nitida a 1/10 di secondo. Il più delle volte, però, i risultati migliori si ottengono scattando su un treppiede.

Controlla l'esposizione

Non sono uno che crede che tutti i fotografi seri dovrebbero scattare in manuale il 100% delle volte. Ci sono molti casi in cui sono sicuro che la fotocamera misurerà correttamente l'illuminazione e la modalità autopilota va bene. Sfortunatamente, quella tattica non funzionerà nella maggior parte degli edifici abbandonati.

A causa delle condizioni di illuminazione estreme di questi spazi, dovrai controllare tutti gli aspetti dello scatto. Nella foto mostrata qui, ad esempio, avevo bisogno di controllare l'apertura (volevo che fosse abbastanza nitida dalla parte anteriore a quella posteriore) e avevo bisogno di controllare la velocità dell'otturatore per garantire un'illuminazione adeguata. Quindi, in questo caso ho scattato per 30 secondi af / 8. Questa particolare immagine è anche un altro esempio della tecnica della torcia sopra descritta… L'ho usata per evidenziare e portare l'attenzione sulle sedie lasciando le pareti illuminate dalla poca luce proveniente dalla finestra.

Auditorium di Chris Folsom

Vai largo

Un obiettivo grandangolare può davvero aggiungere al senso di vuoto e presentimento in questi edifici. La foto mostrata di seguito è stata scattata con un obiettivo grandangolare a 24 mm. Avere qualcosa che può andare in largo nelle piccole aree che fotograferai può essere un enorme vantaggio.

Enfatizza l'umore

Usa angoli e prospettive creative per riprodurre il carattere naturale degli edifici. Porta la tua fotocamera a terra e scatta verso l'alto per enfatizzare la vastità di una stanza o riprendi un angolo per aumentare il senso di disorientamento. Come fotografo stai raccontando la storia del luogo in cui ti trovi e anche un sottile spostamento della prospettiva della fotocamera può avere un enorme impatto sull'umore della foto.

Bocca della follia di Chris Folsom

Concentrati sui dettagli

Sebbene sia facile rimanere invischiati nell'architettura, cerca di prestare attenzione anche agli oggetti e ai dettagli scartati nell'area. Sedie, libri, telefoni e altri resti dei tempi passati possono fornire un potente fulcro dell'immagine. Concentrarsi su un singolo oggetto può anche fungere da ancoraggio in un ambiente altrimenti caotico.

Arte perduta di Chris Folsom

Il mio ultimo consiglio è che tu stia attento mentre esplori questi edifici. Nessuna fotografia vale la pena mettere in pericolo te stesso, quindi prendi estrema precauzione ogni volta che entri in un luogo sconosciuto. Sii sicuro e felice di scattare!

Chris Folsom è un fotografo hobbista che trascorre gran parte del suo tempo a fotografare edifici che non sono più in uso. Puoi vedere il suo sito su studiotempura.com o vedere altre sue foto su Flickr. Le sue foto sono state pubblicate su numerosi siti web e giornali.

Articoli interessanti...