9 Takeaway dopo lo scatto con il Tamron 150-500mm Di III VC VXD

Tamron ha recentemente presentato il VC VXD da 150-500 mm per Sony E-mount, uno zoom ultraleggero compatto, economico e dotato di numerose caratteristiche accattivanti.

Certamente suonava come un obiettivo stellare per la fotografia di uccelli e d'azione (dopo aver letto il comunicato stampa, volevo una copia!), Ma come tutti i fotografi esperti sanno, le specifiche sono solo metà la storia. Per capire davvero un obiettivo e per determinare se è un'aggiunta degna alla tua borsa fotografica, devi vedere come regge nelle situazioni pratiche, nella vita reale, di tutti i giorni.

Ecco perché di recente ho incontrato Ken Hubbard, Field Services Manager di Tamron e straordinario esperto di fotografia di uccelli. Ken sta usando il nuovo 150-500 mm da un po 'di tempo ormai, quindi sapevo che poteva spiegarmi le sue capacità nella vita reale. Non ha deluso!

Ciò che segue sono i punti chiave della mia discussione con Ken, che riguardano le prestazioni dell'obiettivo, la sua utilità per i fotografi di uccelli e d'azione, oltre ad alcuni suggerimenti per la fotografia di uccelli per una buona misura.

1. La lunghezza focale di 500 mm ti consente di ottenere scatti pieni di inquadratura in natura

Nella fotografia di uccelli, spesso hai bisogno dell'obiettivo più lungo che ti puoi permettere. E come molti principianti si rendono subito conto, anche uno zoom da 70-300 mm non funziona, soprattutto quando si riprendono soggetti distanti e inavvicinabili come i rapaci o soggetti minuscoli come gli uccelli canori.

È qui che il Tamron 150-500 mm torna utile.

Ingrandito a 500 mm, puoi avvicinarti molto agli uccelli, anche quelli che sono ombrosi o piccoli. Puoi catturare uccelli in volo e produrre bellissime e dettagliate riprese di uccelli canori come rigogoli e cardellini. Ken ha condiviso con me alcune di queste bellezze:

Hai anche una portata più corta di 300-400 mm nel caso in cui ne avessi bisogno. Se stai scattando alle mangiatoie del tuo cortile o in un luogo in cui gli uccelli si sono abituati agli esseri umani, puoi semplicemente ridurre lo zoom per catturare il fotogramma perfetto.

Inoltre, se stai cercando più immagini ambientali, potresti persino provare a lavorare a 150-300 mm.

Suggerimento rapido: quando fotografi un uccello appollaiato, non inquadrarlo pure strettamente. Potrebbe allargare le ali, che verranno tagliate dai bordi della cornice (un grande no-no nella fotografia di uccelli!). Lascia un po 'di spazio intorno all'uccello; in questo modo, quando ottieni una bella apertura alare, puoi catturare la posa.

2. L'incredibile ottica fornisce dettagli di piume ultra nitidi

Ecco un semplice fatto sul Tamron 150-500mm:

È davvero, veramente nitido, anche alle sue aperture più ampie.

In effetti, la fenomenale nitidezza è stata la prima cosa che Ken ha notato guardando le sue immagini.

Per i fotografi di uccelli, questo è un grosso problema, perché gli uccelli offrono molti piccoli dettagli che vale la pena catturare (piume!), Inoltre a volte potresti voler ritagliare per un risultato finale che riempie la cornice. E se la nitidezza non è presente, le tue foto non supereranno l'esame.

Dai un'occhiata al dettaglio delle piume su questo gufo:

Un altro problema che spesso i fotografi di uccelli devono affrontare, specialmente quando fotografano uccelli più scuri contro un cielo luminoso, è l'aberrazione cromatica. Appare come frange colorate lungo bordi ad alto contrasto come le ali degli uccelli, e sembra terribile.

Per fortuna, l'aberrazione cromatica sul 150-500mm è trascurabile, certamente non sufficiente a creare problemi (anche per un serio bird shooter come Ken).

3. Grazie alla struttura leggera dell'obiettivo, puoi impugnarlo senza problemi

Gli ultra teleobiettivi tendono ad essere follemente pesanti. Il che significa che spesso è fuori discussione tenere le mani per lunghi periodi di tempo.

Il problema, ovviamente, è che la presa in mano può essere utile, soprattutto se ti piace la libertà e la flessibilità di puntare l'obiettivo in ogni direzione da ogni prospettiva raggiungibile, o semplicemente non vuoi portare un treppiede su superiore di fotocamere, obiettivi e altri accessori.

Ma a quanto pare, il Tamron 150-500 mm è sorprendentemente leggero (arriva a 60,8 once o 1725 g). Sì, sembra una lente e non è esattamente una piuma, ma dovresti essere in grado di trattenerla senza problemi.

I fotografi apprezzeranno anche le tre modalità di compensazione delle vibrazioni dell'obiettivo, che mantengono i tuoi scatti nitidi quando si tiene la mano a velocità dell'otturatore inferiori. In effetti, due delle modalità - Modalità 2 e Modalità 3 - sembrano fatte su misura per uccelli e altri soggetti in azione, il che significa che puoi scattare immagini d'azione nitide anche in condizioni di scarsa illuminazione.

4. Una piccola distanza minima di messa a fuoco garantisce primi piani di piccoli oggetti (come gli uccelli canori)

Immagina questo:

Ti trovi in ​​una radura, circondato da bellissimi warblers gialli. Mentre saltano da un ramo all'altro, avvicinandosi sempre di più, aspetti con la tua fotocamera, ma poi, proprio mentre un soggetto minuscolo riempie l'inquadratura, il tuo obiettivo non riesce a concentrarsi.

Quindi perdi il colpo. E lo scatto successivo, e quello successivo, perché il tuo obiettivo non riesce a mettere a fuoco abbastanza vicino.

Vedi, ogni lente ha un particolare distanza minima di messa a fuoco (o MFD). Una volta che il soggetto attraversa l'MFD, un obiettivo non sarà in grado di mettere a fuoco più da vicino e i tuoi scatti risulteranno sfocati.

Ciò diventa particolarmente importante quando si fotografano soggetti piccoli come uccelli canori e uccelli costieri. Se vuoi riempire l'inquadratura, hai bisogno di una lente con una piccola distanza minima di messa a fuoco (in altre parole, hai bisogno di una lente che possa mettere a fuoco vicino). Hai la possibilità di acquistare tubi di prolunga, ma questi possono essere fastidiosi da portare in giro e da usare.

Il Tamron 150-500 mm, tuttavia, è un obiettivo insolitamente a fuoco ravvicinato. La sua distanza minima di messa a fuoco è di 70,9 pollici (1,8 m) a 500 mm, il che significa che puoi creare ritratti intimi di piccoli cardellini o puoi catturare foto ravvicinate di uccelli più grandi come i gufi.

È così che Ken riesce a catturare immagini come questa:

E questo:

(Per inciso, puoi anche creare fantastiche foto di insetti e fiori. Anche se il Tamron 150-500 mm non è un vero obiettivo macro, può comunque avvicinarti dannatamente!)

5. Un supporto compatibile Arca-Swiss facilita l'uso del treppiede

In precedenza, ho spiegato come il 150-500 mm ti consente di tenere le mani in condizioni di scarsa illuminazione.

Ma a volte potresti prendere in considerazione l'idea di lavorare con un treppiede. I treppiedi sono ottimi per una panoramica fluida e sono anche utili per le situazioni in cui stai fotografando nella stessa posizione per ore e ore.

Sfortunatamente, lavorare con i teleobiettivi su un treppiede può essere una seccatura. Non vuoi montare l'obiettivo sulla fotocamera e la fotocamera sul treppiede; che può mettere sotto stress l'obiettivo e l'attacco della fotocamera, che è decisamente una brutta cosa. Quindi, invece, è necessario mettere un collare per treppiede sull'obiettivo, che poi si attacca a una piastra Arca-Swiss, che si monta sulla testa del treppiede e bilancia l'intera configurazione.

Alcuni dei precedenti si applicano al Tamron 150-500 mm. Viene fornito con un collare per treppiede, che scivola intorno all'obiettivo. Ma molto convenientemente, il colletto include un piede compatibile Arca-Swiss. Quindi puoi rinunciare alla piastra Arca-Swiss e invece attaccare il tuo Tamron 150-500mm direttamente alla testa del treppiede.

(Suggerimento rapido: il collare del treppiede contiene fori per la cinghia, quindi se prevedi di appendere l'attrezzatura al collo, assicurati di far passare la cinghia della fotocamera. In questo modo, la cinghia può connettersi all'obiettivo e otterrai -impostazione bilanciata.)

6. L'apertura massima f / 5-6.7 fornisce nitidezza da ala ad ala

Quando fotografi uccelli in volo, ecco un buon obiettivo a cui tendere:

Rendere affilato l'intero uccello, comprese le ali.

Lo stesso vale per gli uccelli appollaiati, tranne per il fatto che devi semplicemente mettere a fuoco il corpo (dopo tutto non ci sono ali spiegate!).

Ma come si fa?

Spesso vorrai mantenere l'apertura relativamente stretta, perché un'apertura stretta offre una profondità di campo più profonda e quindi mantiene a fuoco tutto l'uccello. Ken spesso scatta nell'intervallo f / 6.7-f / 8 per questo motivo; è il modo in cui ottiene i dettagli ottimali nella sua fotografia di uccelli.

Il Tamron 150-500 mm offre un'apertura massima di f / 5 sull'estremità ampia, che aumenta fino a f / 6,7 di 500 mm. E come puoi vedere dalle foto sopra, funziona benissimo!

Sarebbe bello avere un'apertura f / 4 per le riprese in condizioni di scarsa illuminazione? Certo, ma come spiega Ken, un'apertura massima ampia ha dei compromessi, come le dimensioni (gli ultra teleobiettivi f / 4 tendono ad essere enorme), peso e prezzo. Quindi, se stai cercando un obiettivo più compatto che raggiunga comunque quelle distanze ultra-tele, il Tamron 150-500 mm è un'opzione stellare.

7. È possibile utilizzare il blocco dello zoom flessibile per mantenere una lunghezza focale costante

Ammetto:

Il blocco dello zoom non era una funzione a cui avevo pensato fino a quando Ken non ne ha parlato. Sapevo cosa faceva - ti consente di bloccare la lunghezza focale dell'obiettivo in posizione - ma non perché fosse utile.

Tuttavia, una volta che Ken me lo ha spiegato, mi sono reso conto che era una piccola aggiunta, soprattutto per sparare agli uccelli in alto sugli alberi.

Vedi, gli zoom pesanti tendono a soffrire di qualcosa chiamato scorrimento dell'obiettivo, dove il barilotto dell'obiettivo inizia a contrarsi quando si punta l'obiettivo verso l'alto (e si estende quando si punta l'obiettivo verso il basso). In altre parole: quando spari alle aquile contro il cielo a 500 mm, potresti notare che la tua lunghezza focale diminuisce nel tempo. Può essere frustrante, soprattutto se fotografi soggetti da una distanza costante.

Il blocco dello zoom, tuttavia, impedisce lo scorrimento dell'obiettivo. Una volta stabilita una lunghezza focale, è sufficiente spingere in avanti l'anello dello zoom e questo blocca il meccanismo dello zoom in posizione. Quindi, una volta che sei pronto a regolare di nuovo la lunghezza focale, tira indietro l'anello dello zoom per disabilitare il blocco dello zoom.

Anche se non utilizzerai sempre questa funzione, è bello averla e in determinate situazioni sarà di grande aiuto.

8. Puoi concentrarti sugli uccelli in rapido movimento con il meccanismo VXD

Come probabilmente saprai, gli uccelli lo sono veloce. Ciò significa che fotografare uccelli in movimento può essere una sfida, soprattutto se la tua attrezzatura non è all'altezza.

Quindi, entrando nella discussione con Ken, volevo sapere, a bruciapelo: il Tamron 150-500 mm mette a fuoco velocemente?

Ken ha confermato che sì, si concentra velocemente. Infatti, grazie alla tecnologia VXD di Tamron, la messa a fuoco è ultra veloce e super precisa. L'obiettivo si ferma su una monetina e può bloccare facilmente i soggetti in movimento. (È anche molto silenzioso, nel caso in cui stai scattando in situazioni in cui non vuoi essere notato.)

È ottimo per gli uccelli in volo:

Così come gli uccelli che decollano:

Ora, vale la pena notare che la messa a fuoco dipende da tre cose:

  1. La tua tecnica
  2. Il tuo obiettivo
  3. La tua macchina fotografica

Il 150-500 mm non ti garantirà una messa a fuoco perfetta, allo stesso modo in cui una chitarra di livello mondiale non ti garantirà una musica meravigliosa. Ma se affini la tua tecnica e utilizzi una fotocamera con messa a fuoco ragionevolmente rapida (la maggior parte delle recenti fotocamere full-frame o APS-C di Sony funzioneranno grande), quindi il 150-500 mm ti darà quella variabile finale nell'equazione di messa a fuoco.

Parlando di tecnica di messa a fuoco, ho chiesto a Ken di condividere come ottiene foto come quelle descritte sopra.

Spiega che la messa a fuoco inizia con le impostazioni della fotocamera. Metti la tua fotocamera in modalità AF-C in modo che continui a mettere a fuoco finché tieni premuto il pulsante di scatto. Se ce l'hai, attiva Animal Eye AF. Dovrai anche scegliere una modalità area AF che funzioni per soggetti in movimento, come Zone AF di Sony, e dovresti selezionare la modalità burst più veloce disponibile.

Quindi, se il soggetto è appollaiato su un ramo, pre-focus. Posiziona la tua zona AF sull'uccello e sii bloccato e pronto a partire. Come discusso sopra, assicurati che l'inquadratura non sia troppo stretta: ricorda, non vuoi tagliare le ali! - quindi non appena le ali si estendono, spara una lunga raffica di colpi. Segui l'uccello con la fotocamera, continuando a sparare mentre vola.

Catturare un uccello già in volo è più difficile, ma comunque fattibile. Usa tutte le stesse impostazioni di cui sopra: AF-C, modalità burst e una modalità area AF ottimizzata. Metti gli occhi sul mirino, ma ecco il trucco! - mantenere entrambi gli occhi si aprono. Un occhio dovrebbe guardare attraverso il mirino, mentre l'altro guarda il cielo più ampio.

Quindi sposta l'obiettivo per seguire l'uccello e premi a metà il pulsante di scatto per bloccarlo. Mantieni l'inquadratura libera e cerca di centrare l'uccello (puoi sempre ritagliare più tardi!) - Quindi spara raffica dopo raffica.

(Nota: se tu veramente vuoi massimizzare la tua precisione, prova a utilizzare la messa a fuoco del pulsante Indietro. Disaccoppia la messa a fuoco dal pulsante di scatto, in modo da poter mantenere la messa a fuoco anche quando il dito si stacca dall'otturatore.)

Ken condivide che ti ritroverai con un enorme numero di scatti, e solo pochi di essi avranno effettivamente un bell'aspetto, con una testa ben illuminata, una bella posizione delle ali e uno sfondo piacevole.

Ma va bene così, dice. Perché puoi facilmente passare in rassegna le tue foto in seguito sul computer; i buoni risalteranno, puoi contrassegnarli e sbarazzarti del resto.

(Un altro suggerimento: acquista le schede di memoria più veloci disponibili. Senza schede veloci, la tua fotocamera non sarà in grado di scattare lunghe raffiche, il che può portare a foto perse in situazioni critiche.)

9. La forte qualità costruttiva è perfetta per la fotografia all'aperto

La fotografia di uccelli (e la fotografia all'aperto in generale) può diventare piuttosto difficile.

Stai spesso viaggiando in condizioni polverose, sdraiato nel fango e / o hai a che fare con alta umidità. E gli scatti migliori tendono a provenire da peggio tempo: quando sei al freddo, inzuppato dalla pioggia o dalla neve.

Quindi hai bisogno di una configurazione della fotocamera in grado di gestire gli elementi.

Ovviamente io (e Ken) non possiamo parlare con la tua videocamera. Ma il Tamron 150-500mm offre molto solida qualità costruttiva: è probabilmente la prima cosa che noterai quando lo tirerai fuori dalla scatola.

Inoltre, grazie alla sua costruzione resistente all'umidità, puoi scattare senza preoccupazioni in condizioni meteorologiche disordinate (anche se ti consiglio comunque di utilizzare una copertura impermeabile!).

Tamron 150-500 mm da asporto: parole finali

Beh, il gioco è fatto:

I nove punti chiave dopo aver scattato con il Tamron 150-500mm Di III VC VXD. Ken è un grande fan dell'obiettivo e posso capire perché: è uno zoom economico e con messa a fuoco rapida che adoreranno i fotografi di uccelli, animali selvatici e d'azione. Le esperienze di Ken, così come le foto in questo articolo, tutte scattate con il 150-500 mm, lo rendono chiaro.

Tieni presente che l'obiettivo inizierà a essere spedito il 10 giugno, sebbene sia attualmente disponibile per il preordine presso i punti vendita autorizzati Tamron e i rivenditori online.

Quindi, se sei uno sparatutto Sony alla ricerca di un ultra teleobiettivo stellare, ti consiglio vivamente di dare un'occhiata!

Tamron è un partner pagato di dPS.

Articoli interessanti...