Suggerimenti per ottenere risultati migliori quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione

Scattare in condizioni di scarsa illuminazione può produrre splendide fotografie. Ma presenta anche molte sfide tecniche da superare per te come fotografo.

I problemi principali con la fotografia in condizioni di scarsa illuminazione sono:

  • Potrebbe non essere possibile utilizzare una velocità dell'otturatore abbastanza veloce da tenere in mano la fotocamera senza creare vibrazioni della fotocamera.
  • Se usi un ISO alto, le tue foto possono essere molto rumorose.
  • Scattare con un'apertura più ampia potrebbe non darti la profondità di campo necessaria per mettere a fuoco il soggetto a sufficienza.
  • Le tue foto possono essere sottoesposte e prive di dettagli in ombra.
  • Potrebbe essere difficile per l'obiettivo mettere a fuoco in condizioni di scarsa illuminazione.

Lavorare con un treppiede può ridurre notevolmente alcune di queste difficoltà tecniche, ma per quanto riguarda le situazioni in cui scattare a mano libera è solitamente una necessità, come la fotografia di strada? O in luoghi in cui potrebbe essere vietato l'uso di un treppiede, come un ristorante o un museo?

Ci sono modi per prendere il controllo della tua fotocamera per assicurarti di ottenere il massimo da queste situazioni difficili.

Suggerimento n. 1: usa una lente principale

Non si può negare che gli obiettivi zoom siano convenienti, ma la scelta di un obiettivo principale rispetto a uno zoom può garantire che le tue immagini siano molto più nitide.

Gli obiettivi zoom sono costruiti con elementi in vetro extra che si muovono per ingrandire. Più elementi all'interno dell'obiettivo contribuiscono alla diffrazione dell'obiettivo, un fenomeno della fisica ottica che degrada la qualità di un'immagine. La diffrazione dell'obiettivo è il motivo per cui una lente primaria generica può spesso essere più nitida di una controparte zoom molto più costosa.

Scattata con un obiettivo a focale fissa da 85 mm.

Suggerimento n. 2: usa la priorità dei tempi

Ci viene insegnato che il modo migliore per ottenere foto fantastiche è farlo sempre scatta in modalità manuale, ma a volte non è così. Nella fotografia in condizioni di scarsa illuminazione, scattare in modalità priorità otturatore ti aiuterà a controllare meglio la tua fotocamera.

La modalità Priorità otturatore ti consente di impostare l'ISO e la velocità dell'otturatore, mentre la fotocamera calcolerà l'apertura migliore per le condizioni di illuminazione in cui stai lavorando.

La velocità dell'otturatore deve essere sufficientemente veloce per evitare vibrazioni della fotocamera. Le impostazioni variano a seconda della lunghezza focale e delle dimensioni del sensore della fotocamera. Un buon approccio consiste nell'iniziare con lo stesso numero (come frazione) della lunghezza focale per una fotocamera full frame, quindi aggiungere uno stop (raddoppiarlo).

Ad esempio, se stai scattando con un 50 mm su una fotocamera full frame, prova a 1/100 di secondo e controlla i risultati. Per un sensore ritagliato, raddoppia il numero della lunghezza focale e aggiungi uno stop (quindi 50 mm x 2 = 100 x 2 = 200 quindi 1/200 °).

Tieni presente che questa è solo una linea guida. Deve essere utilizzato come base rapida da cui partire. La tua fotocamera, l'obiettivo che stai utilizzando e l'ambiente in cui stai scattando sono tutti fattori che influenzeranno il tuo risultato finale.

Suggerimento n. 3: usa un ISO alto

Le tue immagini possono essere molto rumorose a ISO elevati. Alcune fotocamere gestiscono impostazioni ISO elevate meglio di altre, ma la stragrande maggioranza delle reflex digitali (e delle fotocamere mirrorless) oggigiorno ha buone capacità ISO. Almeno abbastanza buono da darti un file di base decente per la post-elaborazione.

Lightroom e Photoshop possono correggere il rumore in modo efficace, ma i migliori risultati si possono ottenere con un programma chiamato Dfine della Nik Collection di DxO. (Nota: una volta disponibile gratuitamente, questo plug-in può ora essere acquistato con l'intera Nik Collection di DxO).

Il software misura aree selezionate dell'immagine per il rumore e lo regola automaticamente. Puoi anche assumere il controllo e aumentare e diminuire selettivamente l'intensità e il tipo di riduzione del rumore in diverse parti dell'immagine.

Prima di iniziare a scattare in condizioni di scarsa illuminazione, ti consiglio di fare un test ISO per determinare fino a che punto puoi spingerlo con la tua fotocamera. Esegui alcune immagini attraverso il tuo programma di post-elaborazione preferito e analizza i risultati. Se hai bisogno di ridurre molto il rumore, le tue immagini potrebbero sembrare troppo plastiche.

Suggerimento n. 4: utilizzare il pulsante Indietro per la messa a fuoco

Molti di noi oggigiorno si affidano all'autofocus, soprattutto se abbiamo una visione inferiore a 20/20. Sia l'autofocus che la messa a fuoco manuale hanno i loro pro e contro.

Ad esempio, quando si utilizza l'autofocus, è molto facile per la fotocamera perdere la messa a fuoco con diaframmi più ampi. Inoltre, quando una scena manca di contrasto, come spesso accade in scenari di scarsa illuminazione, l'obiettivo potrebbe avere difficoltà a trovare la messa a fuoco. Puoi rimediare concentrandoti sul file bordo di un punto più luminoso nell'inquadratura e poi ricomporre.

Dovrai utilizzare il blocco della messa a fuoco o la messa a fuoco del pulsante Indietro in modo che la fotocamera non tenti di rimettere a fuoco una volta che provi a ricomporre. La messa a fuoco del pulsante Indietro sposta il grilletto per la messa a fuoco dal pulsante di scatto alla parte posteriore della fotocamera. Quando la messa a fuoco non è impostata con il pulsante di scatto, la fotocamera non tenterà di rimettere a fuoco quando si scatta una foto.

Ho sempre la fotocamera impostata sulla messa a fuoco del pulsante Indietro, indipendentemente dal fatto che scatti in condizioni di scarsa illuminazione o meno.

Ritratti in condizioni di scarsa illuminazione

Se devi scattare ritratti in condizioni di scarsa illuminazione senza treppiede, prova la stabilizzazione dell'immagine se il tuo obiettivo offre questa tecnologia. La stabilizzazione dell'immagine contrasta qualsiasi piccola vibrazione dovuta al tremolio delle mani.

Uno stabilizzatore di immagine può aiutarti a scattare con una velocità dell'otturatore inferiore rispetto a quella che normalmente faresti con un obiettivo che non dispone di questa funzione.

Quando si scattano ritratti, scattare con l'apertura più bassa (più ampia) possibile. Ti darà una profondità di campo più stretta, che ti aiuterà a sfocare uno sfondo occupato facendolo cadere fuori fuoco. Se possibile, utilizza un riflettore per far riflettere un po 'di luce sul viso del soggetto.

Questo ritratto di bambino sopra è stato girato a mano libera, molto tardi durante la giornata, senza riflettore. Nonostante l'utilizzo di alcuni dei suggerimenti descritti qui, era ancora sottoesposto. Sono stato in grado di riportare un po 'di luminosità usando Curve in Photoshop e ho schiarito un po' il lato destro del suo viso per contrastare alcuni dei temuti occhi da procione che spesso si ottengono con i ritratti in condizioni di scarsa illuminazione.

La post-elaborazione può contribuire a contrastare alcuni dei problemi riscontrati nella fotografia in condizioni di scarsa illuminazione, ma cercare di ottenere le cose più perfette che puoi nella fotocamera ti farà risparmiare molto tempo e mal di testa in seguito.

Paesaggi con scarsa illuminazione

Scattare all'ora d'oro o all'ora blu, quando la luce è scarsa, è il momento ideale per riprendere i paesaggi. Ma presenta anche le stesse sfide. In questo caso, un treppiede buono e robusto è essenziale.

Inoltre, avrai bisogno di un pulsante di scatto. La pressione manuale del pulsante di scatto provocherà una vibrazione che introdurrà il movimento della fotocamera e farà sì che le immagini siano meno che nitide.

Quando si riprendono paesaggi in condizioni di scarsa illuminazione, utilizzare la modalità Manuale o Priorità diaframma e fare attenzione a non sottoesporre, altrimenti si otterranno dettagli in ombra troppo piccoli.

La tua apertura dovrebbe essere abbastanza stretta, come f / 8 of / 11. Fermarsi ad aperture come f / 16 of / 22 può causare diffrazione dell'obiettivo, sia negli obiettivi primari che zoom, indipendentemente dalla qualità. Scattare af / 8 ti darà una buona profondità di campo e una nitidezza sufficiente. Per non parlare del fatto che la maggior parte degli obiettivi funziona al meglio attorno a questa apertura.

La modalità Bulb è anche un ottimo modo per scattare foto di paesaggi. Questa modalità viene utilizzata principalmente per lunghe esposizioni notturne o in condizioni di oscurità e consente di fare un'esposizione più lunga di 30 secondi. È possibile tenere l'otturatore aperto per tutto il tempo necessario per ottenere lo scatto in questa modalità.

Se la nitidezza dell'immagine continua a essere un problema, prendere tre immagini identiche con diversi punti di messa a fuoco e unirle insieme utilizzando la funzione di messa a fuoco in Photoshop è un ottimo rimedio.

Luce scarsa all'interno

A volte dovrai scattare in interni in condizioni di scarsa illuminazione dove non puoi usare il flash, come in un museo o in un ristorante. Puoi scegliere di aumentare la tua ISO e provare Priorità otturatore, come menzionato sopra.

Per riprendere soggetti come cibo o nature morte in interni con luce naturale, scatta da una finestra ed esegui una lunga esposizione con la fotocamera sul treppiede. Finché hai alcuni luce, puoi ancora sparare. Usa i riflettori per rimbalzare parte della luce sul soggetto.

In sintesi

La chiave per ottenere costantemente ottimi risultati scattando in condizioni di scarsa illuminazione è comprendere i principi sopra delineati. Prenditi del tempo per esercitarti e prendere appunti su ciò che osservi mentre cerchi di ottenere un'immagine ben esposta.

Dopo un po ', diventerà una seconda natura per te sapere cosa fare in una data situazione di scarsa illuminazione.

Articoli interessanti...