5 suggerimenti per l'utilizzo di luci continue nella fotografia

L'illuminazione è un elemento essenziale della fotografia. Imparare a usare la luce a tuo vantaggio può trasformare una foto normale in una straordinaria. Molti fotografi iniziano il loro viaggio lavorando con la luce naturale e credo fermamente che questo sia un ottimo punto di partenza. Ma a seconda delle circostanze, potrebbe essere necessaria la luce artificiale.

Quando si tratta di luce artificiale, ci sono molte opzioni tra cui scegliere. Lampeggiatori, luci stroboscopiche e luci continue sono tutti a tua disposizione, per non parlare dei vari modificatori di luce. Ma anche se è bello avere questa varietà, cercare di capire quale sia la fonte di luce migliore per le tue riprese può diventare travolgente.

La differenza tra lampeggiatori, luci stroboscopiche e luci continue

I lampeggiatori sono luci portatili a batteria che possono essere fissate alla maggior parte delle fotocamere tramite l'attacco per slitta. Possono anche essere utilizzati fuori dalla fotocamera collegandoli a un supporto per luci e quindi attivandoli tramite trigger wireless.

Gli stroboscopi sono luci più grandi (e in genere più potenti) che sono attaccate a supporti per luci e attivate tramite trigger wireless. Sia i lampeggiatori che le luci stroboscopiche emettono una potente raffica di luce quando vengono sparati.

Le luci continue emettono luce per tutto il tempo in cui le hai accese. Anni fa queste luci erano comunemente usate nella produzione video. Dopo averli usati sarebbero stati fisicamente caldi e dovevi indossare guanti speciali per abbatterli. (Ricordo quei giorni.)

Per fortuna, le luci continue sono ora più potenti, più portatili e fresche al tatto.

Quando utilizzare le luci continue

Le luci continue sono spesso trascurate nel mondo della fotografia. Ma a volte sono la scelta migliore. Se sei un fotografo di eventi, potresti ritrovarti a scattare in un luogo che non consente la fotografia con il flash. In questi casi possono essere consentite luci continue. Anche se è consentita la fotografia con il flash, puoi comunque optare per luci continue per evitare di essere una distrazione. Se si tratta di un evento delicato, impostare luci continue e lasciarle accese potrebbe essere un'opzione migliore.

Le luci continue sono anche un'opzione praticabile per la fotografia di ritratti, soprattutto per i principianti. Quando si utilizzano luci stroboscopiche, non è possibile valutare veramente la propria situazione di illuminazione finché non vengono attivate. Per questo motivo, spesso richiedono più tempo per l'impostazione e la regolazione. (Devi continuare a scattare foto del soggetto e regolare le luci finché non sono corrette.)

Con le luci continue, puoi vedere la situazione di illuminazione in tempo reale, il che ti aiuta a imparare a vedere le migliori situazioni di illuminazione e raggiungere il tuo obiettivo estetico. Generalmente emettono un flusso di luce uniforme sul soggetto, permettendoti di impostarli una volta e poi dimenticarli.

E molte luci stroboscopiche hanno bisogno di un momento per accendersi tra una ripresa e l'altra. Quei pochi secondi potrebbero fare la differenza tra uno scatto perfetto e uno mediocre. Se stai scattando foto di un soggetto che potrebbe muoversi molto come bambini o animali domestici, le luci continue potrebbero essere la risposta.

Ecco cinque suggerimenti fotografici per rendere l'uso della luce continua più facile ed efficace.

1. Ottieni luci più forti

A causa del loro design, le luci continue generalmente non sono potenti come le luci stroboscopiche. Per assicurarti di ottenere una bella fonte di luce, opta per luci più potenti. Consiglio un LED con almeno 1000 lampadine. Se è troppo forte, puoi sempre ricomporlo. Meglio avere più del necessario in queste situazioni.

2. Ammorbidisci la luce

Vogliamo una luce morbida sul nostro soggetto per evitare ombre dure indesiderate. L'illuminazione continua non è diversa. Usa i modificatori di luce per ammorbidire il più possibile la luce, soprattutto se stai scattando ritratti. Se usi softbox o ombrelli dipende da te. (Mi piace usare softbox o scrim.)

3. Verificare la temperatura del colore

A differenza della maggior parte delle luci fotografiche, alcune luci continue consentono di modificare la temperatura del colore. Nella maggior parte dei casi ti consigliamo di assicurarti che siano impostati sulla luce del giorno (circa 5600k), che ti darà l'aspetto più naturale. Controlla le luci per assicurarti che siano impostate sulla giusta temperatura del colore.

4. Spegnere tutte le altre luci disponibili

Poiché la temperatura del colore è così importante, è probabile che l'illuminazione corrente nello spazio interferisca e mescoli le temperature del colore. Spegni tutte le altre fonti di luce nello spazio per assicurarti che l'unica luce con cui sta lavorando la tua videocamera sia quella che hai fornito.

5. Utilizzare un sistema di illuminazione a tre punti

Se stai scattando un ritratto, ti suggerisco di utilizzare un sistema di illuminazione a tre punti, soprattutto con luci continue in quanto non sono così potenti. Le due luci anteriori saranno la tua chiave e il tuo riempimento, mentre la retroilluminazione può fungere da luce per capelli o essere utilizzata per separare il soggetto dallo sfondo.

Pronto a provare le luci continue?

Spero che prendi in considerazione l'utilizzo di luci continue la prossima volta che sarai in studio. I risultati potrebbero sorprendervi.

Articoli interessanti...